Sicilia: “Il Consiglio d’Egitto” di Leonardo Sciascia

il consiglio d'egittoIl Consiglio d’Egitto è un romanzo del 1963 di Leonardo Sciascia.
Si tratta di un romanzo storico ambientato nel XVIII secolo, nel quale si narra dell’imbroglio perpetrato dall’abate Vella ai danni degli intellettuali siciliani, che consistette nel falsificare la traduzione di un testo arabo e di crearne poi uno nuovo dal nulla, per trarne benefici personali.

I due testi (“Il Consiglio di Sicilia” e “Il Consiglio d’Egitto”) mettono in contrapposizione nobiltà e re, e si inseriscono nel tentativo di modernizzare la Sicilia da parte del Vicerè Caracciolo.
Alla figura dell’abate si contrappone quella dell’avvocato Francesco Paolo di Biasi, il quale tenterà di organizzare una rivoluzione in nome dell’uguaglianza degli uomini. Scoperto, verrà torturato e decapitato. Ma la sua figura, a differenza di quella dell’abate, rimane un simbolo di speranza, perchè ha cercato di cambiare lo status imposto dalla nobiltà.

Per chi volesse visitare la Sicilia, ricordiamo che è possibile partire dal porto di Napoli con i traghetti per Palermo Snav.