Graziella: il libro di De Lamartine prende vita a Procida

Ci sono dei posti che raccontati attraverso la letteratura rimangono particolarmente impressi e si rivestono di una luce onirica. Questo accade anche a Procida, terra di diversi racconti, tra cui il romanzo del poeta Alphonse De Lamartine: Graziella.

Nel racconto, De Lamartine ricorda il suo viaggio giovanile in Italia, di cui una tappa fu proprio l’isola di Procida. Qui l’autore, che fino ad allora aveva vissuto amori dissoluti, si innamora perdutamente di Graziella, un’umile fanciulla del posto, che diventa l’incarnazione dell’amore romantico per antonomasia.

La storia ha un epilogo tragico in quanto la fanciulla muore per le pene d’amore dovute alla separazione con De Lamartine. In realtà a strapparla alla vita appena sedicenne è la tubercolosi. Tuttavia la fanciulla è diventata un simbolo dell’isola tanto che i procidani hanno deciso di dedicarle un museo.

L’idea di creare un luogo dove rivivere le emozioni del libro è partita da Riccardo Scotto Di Marrazzo, il direttore artistico del museo. Nasce così La Casa di Graziella con l’obiettivo di offrire uno spaccato realistico non solo sulla vita della fanciulla, quanto sulla vita dei procidani all’epoca dei fatti narrati dal romanzo.

Il museo è ubicato all’interno di un palazzo del 1200, che appartenne a Giovanni da Procida, che nel corso del tempo ha cambiato spesso proprietà e funzione fino a quella odierna di Palazzo della Cultura.

Lo scopo è quello di ricreare la casa del romanzo, ma anche offrire la possibilità di conoscere tradizione, abitudini e oggetti in voga nella Procida dell’800. In particolare, la casa si contraddistingue per le finestre a strapiombo sul mare, dalle quali si gode di un panorama assolutamente unico.

L’arredamento interno si caratterizza per la presenza di oggetti di epoca, risalenti all’Ottocento, di proprietà della famiglia Scotto Di Marrazzo e ovviamente non appartenuti alla vera Graziella, della cui breve vita si conosce veramente molto poco.

La casa, con i suoi arredi e le sue caratteristiche vuole essere un omaggio alla povera e sfortunata fanciulla figlia di pescatori, che probabilmente avrà vissuto in un contesto più umile e disagiato. La Casa di Graziella si trova a Terra Murata nelle immediate vicinanze dell’Abbazia di San Michele.

Il museo è visitabile anche nel periodo invernale, per cui per chi desidera regalarsi un’escursione sull’isola, anche per visitare La Casa di Graziella, Snav mette a disposizione un servizio di collegamento con aliscafi Napoli- Procida. Per maggiori informazioni sugli orari è possibile visitare il sito www.snav.it.