Corsica: la riserva di Biguglia

La riserva naturale di Biguglia si trova nella zona nord-est della Corsica, nei pressi della cittadina di Bastia e della riviera del Golo.

La riserva si distingue per la presenza dello stagno di Chiurlinu, che è il più grande dell’isola con i suoi 1.450 ettari, 11 chilometri di lunghezza, e una larghezza che può raggiungere anche i 2,5 chilometri.

L’intero paesaggio è iscritto nella lista delle zone umide d’importanza intemazionale al titolo della Convenzione di Ramsar ed all’inventario delle zone di protezione speciale a titolo della Direttiva europea relativa alla conservazione degli uccelli selvatici. Infatti il grande stagno di Chiurlinu è l’habitat naturale di ben 120 specie diverse d’uccelli, delle quali 19 nidificanti, 68 estivanti e 53 invernanti. In particolare, i fondali melmosi di questo enorme specchio d’acqua sono molto frequentati dagli uccelli migratori, soprattutto i grandi trampolieri e i gabbiani d’Europa.

Inoltre la Riserva naturale di Biguglia si distingue anche per una particolare ricchezza floristiche. Tra le specie rare che meritano una certa attenzione ricordiamo la Sagittaria sagittifolia e la Tamarix africana.

I turisti che vogliono esplorare questa straordinaria riserva naturale, possono raggiungere il parco di Biguglia da Porto Vecchio in auto proseguendo lungo l’autostrada diretta a Bastia.

Invece a Civitavecchia è possibile imbarcarsi sulle navi per Porto Vecchio Snav.