Tunisia: la città di Susa

Tunisia: la città di Susa

Uno dei poli turistici più importanti di tutta la Tunisia è senz’altro la bellissima città di SusaTerza città della nazione per popolazione, dopo la capitale Tunisi, è la città di Sfax, Susa (Sousse in lingua francese), la quale è considerata la punta di diamante del celebre litorale tunisino del Sahel, e riesce a far godere i propri visitatori di un giusto mix di storia, relax assoluto, dovuto alle meravigliose acque cristalline, e un’intensa vita notturna.

La storia di Susa è notevole, ricca di importanti avvenimenti; infatti la città è stata teatro d’azione delle Guerre Puniche, nonché terreno di conquista di romani, normanni, spagnoli, francesi e arabi, prima di essere definitivamente liberata nell’anno 1943.

Tra i principali luoghi e monumenti di interesse domina la scena la Medina, ovvero la parte antica e centrale di un centro abitato interamente islamico. Tanto è caratteristica e centro nevralgico dell’intera città, che fu inserita nel 1988 tra i Patrimoni dell’umanità dall’UNESCO.

Tra le attrazioni della città è di notevole interesse anche il Museo archeologico, infatti, ad oggi, è considerato il secondo per importanza di tutta la Tunisia, dopo il Bardo di Tunisi. Per i tesori che esso custodisce, risalenti al periodo punico e romano, questo Museo è considerato una delle testimonianze più importanti dell’architettura araba in tutto il paese.

All’interno dello stesso si trovano l’importantissima collezione di quadri in mosaico nonché un notevole numero di pezzi unici e rari, tra cui sculture, lapidari, stele funerarie e mobili di ceramica provenienti da diverse aree del Sahel.

Altro luogo da visitare è la Grande Moschea. Quest’ultima fu costruita nel IX secolo dagli Aglabidi sulle fondamenta di un antico forte (l’affascinante ribāṭ), che a sua volta comprende un bellissimo e lussureggiante giardino.

Una menzione va anche alla piccola Moschea Bou Fatah e le Catacombe, dove al loro interno possiamo trovare circa 240 gallerie funerarie.

In città troviamo anche una chiesa cristiana che rappresenta un unicum e la cui costruzione avvenne nel 1913 è fu dedicata a San Felice. Lo stile architettonico si riferisce a quello romanico, anche se diverse decorazioni interne riprendono numerosi elementi tipici della chiese paleocristiane.

All’interno della città di Susa ci si lascia sedurre dalla gentilezza e dall’ospitalità degli abitanti locali; le numerose botteghe artigianali che espongono coperte, stoffe, gioielli e, soprattutto tappeti, rendono l’atmosfera decisamente variopinta e animata.

Ma anche il relax, in una vacanza tunisina, vuole la sua parte: una rilassante passeggiata verso il meraviglioso lungomare vi porterà a scoprire un autentico paradiso situato a nord del porto: la spiaggia di Boujaafar.  Questo è senz’altro il punto di forza della città, un vero e proprio orgoglio cittadino.

Le sue acque cristalline e trasparenti creano con la sabbia dorata un contrasto di colori indimenticabile. Cosa aspettate a prenotare la vostra vacanza in TunisiaLa storia ed il fascino della città di Susa vi aspettano!

Scopri come imbarcarti sulle navi per la Tunisia, con partenze dai porti di Genova, Civitavecchia e Palermo.

Gué Pequeno in concerto a Napoli

Dopo l’entusiasmante esibizione al 69° Festival di Sanremo, duettando in “Soldi” con il vincitore della manifestazione musicale Mahmood, Gué Pequeno arriva in concerto il 23 marzo 2019 a Napoli, sul palco della Casa della Musica.

Il rapper milanese ha di recente pubblicato il disco “Sinatra”, dal quale è stato estratto il singolo “Bling Bling”, brano che ha riscosso un notevole successo sia in radio che in streaming, tanto da riuscire a far ottenere all’artista l’importante riconoscimento del Disco d’Oro.

L’ex membro del gruppo rap Club Dogo, ad un anno dall’uscita del successo “Gentleman”, porta ai suoi fan il quinto album della sua carriera, firmato insieme a Charlie Charles, produttore discografico e noto deejay milanese.

Il Sinatra Tour farà tappa a Napoli il 23 Marzo 2019. Come abbiamo accennato all’inizio, il concerto si terrà alle 22.00 presso la Casa della Musica – Federico I in via Barbagallo.

Per non perdere il concerto di Gué Pequeno, SNAV ti permette di raggiungere Napoli dalle isole di Capri, Ischia e Procida con un servizio di collegamento giornaliero.

Prenota ed acquista facilmente il tuo biglietto aliscafo collegandoti al sito www.snav.it.

Carnevalissimo a Capri

Un Carnevale dedicato al mondo dei fumetti, ecco come a Capri vivranno questo particolare periodo. Danze, workshop, sfilate e gare di dolci animeranno l’atmosfera carnevalesca sull’isola del piacere, grazie a un programma fitto di attività.

La manifestazione, Carnevalissimo a fumetti 2019, si terrà da 2 al 5 marzo 2019, ed è organizzata dalla Città di Capri in collaborazione con il Comitato, la Scuola Internazionale di Comics di Napoli e l’Associazione Arcadia.

Il tema scelto quest’anno, come si può evincere dal titolo dell’evento, sono i fumetti, amati sia dai giovanissimi che dagli adulti. L’isola azzurra in questi giorni sarà popolata dai più celebri personaggi che animano le grafic novel più amate.

Dai supereroi ai personaggi dei cartoni, Capri diventerà un vero e proprio mondo fantastico dove gli Avengers incontrano Topolino e dove la fantasia non ha mai fine per la gioia degli abitanti e dei turisti che si recheranno in questi giorni sull’isola.

Ospiti d’eccezione nel corso dell’evento saranno i disegnatori della Scuola Internazionale di Comics di Napoli, chiamati a partecipare per arricchire il programma con momenti dedicati all’arte del fumetto. Non solo workshop, ma anche appassionanti live painting che mostreranno tutta la maestria degli ospiti provenienti dalla Scuola Internazionale di Comics.

Questa sarà una festa anche dedicata ai più piccoli, con postazioni di giochi gonfiabili e sfilate in maschera che li coinvolgeranno in prima persona. Per visionare il programma completo dell’evento è possibile seguire la pagina Facebook dedicata all’evento https://www.facebook.com/Carnevalissimocapri.

Per tutti coloro che amano i fumetti e il Carnevale, arrivare a Capri è comodo, rapido e veloce con i mezzi veloci SNAV. Gli aliscafi per Capri prendono il largo tutti i giorni da Napoli e Sorrento. Che cosa aspetti? Vivi anche tu un Carnevalissimo a Fumetti sull’isola di Capri.

Salina

Salina: lo scoglio Faraglione

Le Iole Eolie, affascinanti perle situate nel mar Tirreno meridionale, offrono ai numerosi turisti che le visitano, degli scenari paesaggistici davvero indimenticabili.

Oggi facciamo tappa nella seconda isola più grande dell’arcipelago, Salina, e più precisamente nella splendida baia di Pollara.

Ci troviamo in una dei luoghi più attraenti di tutto l’arcipelago Eoliano e ciò che risalta subito agli occhi è lo scoglio “Faraglione”, situato nella baia a circa 300 metri dalla costa.

Questo imponente scoglio, alto 35 metri ed interamente roccioso e disabitato, è il fiore all’occhiello di tutta la baia, in quanto posizionato proprio al centro di essa ed immerso in uno straordinario mare limpido e cristallino.

Di questo suggestivo scenario si accorse il regista Premio Oscar Michael Redford, che decise di girare, proprio in questa zona, alcune indimenticabili scene del film “Il Postino”, con Massimo Troisi.

Sullo scoglio Faraglione risiedono e nidificano diverse specie di animali a forte rischio di estinzione: la lucertola delle Eolie e la Berta maggiore, nonché altre varie sottospecie.

Proprio per questo motivo, lo scoglio necessiterebbe di una speciale forma di tutela che ne protegga l’ambiente.  Ad oggi, purtroppo, per esso non è stata ancora adottata alcuna forma protettiva, nonostante numerosi scogli delle Isole Eolie siano Riserva Naturale Integrale.

Anche la vegetazione dello scoglio Faraglione è varia e caratteristica. Le piante più diffuse sono il Garofano delle rupi, il Limonio, il Radicchio di scogliera, la Grattalingua e il Ginestrino delle scogliere.

La baia di Pollara con al centro lo scoglio Faraglione diventano uno degli scenari paesaggistici più affascinanti dell’arcipelago nel tardo pomeriggio, quando si può ammirare lo spettacolare tramonto, riconosciuto tra i più belli al mondo!

Il sole, che assume un colore rosso intenso, fa da sfondo alle spettacolari attrattive naturali dell’intera baia e del restante scorcio dell’arcipelago.

Prenota il tuo viaggio a Salina e preparati a godere di questi indimenticabili scenari durante la tua vacanza. Gli aliscafi SNAV ti permettono di raggiungere le Isole Eolie assicurandoti un viaggio ricco di comfort e professionalità.

Visita il nostro sito www.snav.it, scopri gli orari di partenza da Napoli per le Isole Eolie e acquista il tuo biglietto!

Marocco: Charana Beach

A circa 60 Km dalla città di Nador c’è un angolo di paradiso chiamato Charana Beach, che possiamo annoverare tra le spiagge più belle del paese. Charana Beach si trova nord-ovest da Melilla nella terra del Bani Shaker.

Nel dettaglio questa spiaggia si estende in un angolo nascosto, da raggiungere in macchina attraversando una strada a tratti impervia, non asfaltata e rocciosa. Per raggiungere questa località è possibile prendere a noleggio un automobile o arrivarci in taxi.

La fatica dell’accesso sarà ripagata dalla bellezza del luogo e dalle acque cristalline, che permettono agli appassionati di subacquea di scoprire fondali ricchi di fauna e flora.

Il contesto in cui è inserita la spiaggia è davvero unico, dato che si trova aldilà di una barriera naturale di roccia e tutt’intorno è possibile osservare una magnifica natura di montagne, terrazze, grotte e aree agricole si sviluppano proprio tra le piccole colline.

Ed è proprio passeggiando sulle colline circostanti è possibile godere di un panorama mozzafiato e di scattare delle foto uniche.

Inoltre, per chi vuole rilassarsi in un posto poco affollato e dedicarsi a prendere il sole e a fare una bella nuotata, allora questa spiaggia è il luogo ideale.

Per arrivare a Nador e scoprire una delle spiagge più belle del paese, viaggia a bordo delle navi per il Marocco e viaggia verso il sole.

 

Concerto Tiromancino a Napoli

Ritornano sulle scene i Tiromancino con il loro“FINO A QUI – TOUR”, che parte il 21 gennaio per arrivare a Napoli il 31 gennaio.

Il tour teatrale farà tappa nella città partenopea presso il Teatro Augusteo, che accoglierà tutti i fan di Federico Zampaglione. Il concerto avrà come fulcro i brani che hanno segnato il repertorio del gruppo e presenteranno le canzoni che animano l’ultimo progetto discografico, intitolato “Fino a qui” e prodotto da Trident Music.

La particolarità del concerto consta principalmente nell’arrangiamento delle canzoni, in quanto la band sarà accompagnata dall’Ensemble Symphony Orchestra, una delle orchestre più conosciute nel panorama artistico nazionale, la quale si fregia di importanti collaborazioni in ambito internazionale da Sting a Sam Smith a Robbie Williams e così via.  L’orchestra è diretta dal Maestro Giacomo Loprieno.

Sul palco saranno presenti la voce inconfondibile di Federico Zampaglione accompagnato dalla formazione composta da Antonio Marcucci alla chitarra elettrica, Francesco “Ciccio” Stoia al basso, Marco Pisanelli alla batteria e percussioni e Fabio Verdini al pianoforte e tastiere.

Per vivere tutte le emozioni del concerto dei Tiromancino a Napoli, SNAV mette a disposizione un servizio di collegamento giornaliero con le isole del Golfo, Capri, Ischia e Procida. Visita il sito www.snav.it e acquista i tuoi biglietti in maniera semplice e veloce.

 

Ischia: Presepe vivente a Campagnano

La tradizione del Presepe, come è ben noto, è radicata in tutta la Campania. In particolare, sull’isola di Ischia si svolgono diversi eventi nel periodo natalizio volti a esaltare il presepe. Tra le manifestazioni più suggestive ricordiamo il Presepe Vivente di Campagnano.

In questa occasione il borgo di Campagnano si trasforma in un vero e proprio presepe. I figuranti, infatti, si muoveranno in uno scenario assolutamente unico, caratterizzato da antiche cantine, grotte e anfratti naturali.

L’imponente manifestazione, giunta alla sua sedicesima edizione, vanta l’allestimento di 300 laboratori artigianali e di antichi mestieri, attraverso i quali è possibile fare un tuffo nel passato e rivivere la vita quotidiana degli ischitani. Il presepe vivente di Campagnano, quindi, conduce il visitatore alla riscoperta del tradizionale presepe napoletano dell’800 in un itinerario pensato per coinvolgere e affascinare.

L’evento è organizzato dall’associazione culturale Villa di Campagnano e gode del patrocinio del Comune. La manifestazione sarà preceduta da una sfilata in costumi d’epoca che avrà inizio alle 16:00, con partenza dei Re Magi dalla vicina frazione di S.Antuono. Infine, il borgo sarà animato dalla presenza di vari stand di degustazione di prodotti dell’antica tradizione locale.

Per facilitare l’arrivo nelle zone interessate dalla manifestazione sarà attivo dalle ore 15.00 alle 22.00 il servizio gratuito navette Campagnano – parcheggio stadio Mazzella.

Vivi l’emozione del Presepe vivente di Campagnano e arriva sull’isola verde con gli aliscafi per Ischia SNAV.

Natale a Ischia, Procida e Capri

Natale è un momento davvero magico da vivere sulle isole del Golfo. Le luminarie rendono suggestive le strade dei centri storici, rendendo gradevoli le passeggiate invernali.

In particolare, il Natale si tinge di blu a Capri con le luci che illuminano il centro del borgo e il porto. Numerosi sono gli eventi programmati per queste feste natalizie, tra cui spicca la rassegna cinematografica Capri Hollywood che comprende la proiezione di anteprime ed eventi di gala. La manifestazione si terrà dal 26 dicembre al 2 gennaio.

Come è noto, Capri è l’isola del divertimento e del piacere, per cui uno degli eventi più attesi della stagione è il mitico veglione di Capodanno in Piazzetta. Da rito, infatti, capresi e non, attendono l’arrivo del nuovo anno in Piazzetta e si brinda tutti insieme allo scoccare della mezzanotte, dopodiché la Piazzetta diventa una discoteca a cielo aperto. Ci sono anche diversi locali aperti dove festeggiare il nuovo anno, tra cui lo storico Anema e Core.

Per chi desidera visitare i luoghi più significativi dell’isola in questo periodo, ricordiamo che la seggiovia e la Grotta Azzurra saranno chiuse dal 25 dicembre al 1 gennaio. Gli altri giorni saranno aperte, previe condizioni metro favorevoli.

Spostiamoci adesso nella maggiore delle isole del Golfo: anche a Ischia il Natale è un momento speciale. Si può soggiornare in uno dei meravigliosi hotel con piscine termali al coperto e godersi i benefici delle acque ischitane. Chi non desidera dedicarsi solo ai trattamenti benessere, ma desidera vivere pienamente l’atmosfera natalizia ischitana, potrà addentrarsi nel borgo di Ischia Ponte e godersi i numerosi presepi allestiti nei palazzi più antichi dell’isola.

I mercatini di Natale sparsi nei diversi Comuni ischitani possono rappresentare la meta giusta per trovare regali originali,  prodotti tipici e artigianali, addobbi e molto altro ancora. Inoltre, in questo periodo sono organizzati concerti e spettacoli, per intrattenere turisti e isolani. Infine, il 6 gennaio, come da tradizione è possibile aspettare l’arrivo dei Re Magi sulla Spiaggia dei Pescatori in località la Mandra.

Infine, concludiamo la nostra rassegna con Procida, la più piccola delle isole del Golfo, ma non per questo motivo priva di attrazioni o di divertimenti. Dall’8 dicembre 2018 fino al 15 gennaio 2019 si terrà “Procida on Ice”. Nel dettaglio presso la Piazza Marina Grande è sta allestita una pista di pattinaggio, che permetterà agli isolani e ai turisti di passare momenti di pura spensieratezza.

Numerosi saranno i mercatini di Natale allestiti nelle aree principali dell’isola, ma non solo. Infatti, nel corso del periodo natalizio saranno organizzate rassegne, spettacoli, visite guidate e mostre, volte non solo a dare uno spazio alle maestranze dell’isola, ma anche svolgere un’azione di sensibilizzazione e consapevolezza del territorio.

Per le tue feste di Natale scegli le isole del Golfo e scegli gli aliscafi SNAV per visitare le isole di Ischia, Procida e Capri. Partenze giornaliere attive tutto l’anno!

 

Natale a Barcellona

Il Natale trasforma Barcellona in una città incanta, perfetta per godere delle atmosfere ovattate, che questo periodo di norma offre.

Dal 23 novembre al 6 gennaio la città diventa scintillante, grazie alle numerose installazioni luminose che rendono le strade magiche. Le piazze e le strade più importanti della città diventano mercatini a cielo aperto, dove trovare addobbi, idee regalo e oggetti vari realizzati da artigiani locali.

Tra i mercatini di Natale più importanti troviamo la Fiera di Santa Lucia, che viene allestita di fronte all’entrata principale dell Cattedrale.  Poi ricordiamo la Fira de Nadal de la Sagrada Familia e la Fira de Reis.

Quello di Barcellona è anche un Natale attento alle esigenze dei più piccini, con un cartellone di eventi che comprende laboratori e spettacoli organizzati da enti pubblici e privati.

Per chi ama pattinare sul ghiaccio c’è la Bargelona. La pista è stata realizzata nel centro commerciale La Farga, che si trova in una cittadina vicinissima a Barcellona.

Chi desidera visitare Barcellona in questo periodo dell’anno potrà avere la possibilità di risparmiare grazie alle card turistiche che consentono l’utilizzo del trasporto pubblico, l’accesso a musei, luoghi di interesse e diverse attrazioni.

Infine, scegli di viaggiare via mare con i traghetti Genova-Barcellona e goditi la città quando vuoi!

Napoli: Presepi in mostra

Che cos’è il Natale senza presepe? In particolare a Napoli, terra in cui questa tradizione ha dato vita a un vero proprio mestiere. Sono ancora diverse le famiglie storiche di maestri presepisti, che svolgono con amore e dedizione, la loro attività artigiana dando vita a vere e proprie opere d’arte a portata di qualsiasi tasca.

Da pastori fissi a quelli semoventi, dalle costruzioni più semplici a quelle più complesse che richiamano le ambientazioni del Seicento napoletano, il presepe non smette di stupire grandi e piccini, autoctoni e turisti.

Come ben sappiamo il “quartier generale” dove avviene la magia della realizzazione del presepe è San Gregorio Armeno. Una strada situata nel cuore del centro storico, che si inerpica in salita verso San Lorenzo Maggiore. Qui si affacciano sul vicolo le botteghe artigiane che espongono pastori e presepi di tutte le dimensioni, ma anche oggetti che fanno parte della cultura e tradizione napoletana e addobbi natalizi.

Come ogni anno, su questa strada, si svolge la Fiera di Natale, un evento inaugurato il 17 novembre, ormai giunto alla sua 147esima edizione, a dimostrazione che l’interesse per l’arte presepiale è sempre vivo e rappresenta anche un importante volano per il turismo.

Quest’anno l’edizione parte da Piazza San Gaetano e la manifestazione richiama al tema “Natale in armonia con i popoli del mondo”. Il topic della mostra, quanto mai richiama a quella varietà di popoli, culture e lingue che vediamo rappresentate sul presepe, talvolta con qualche licenza temporale.

La fiera è organizzata dall’Associazione Artigianale Arte Presepiale San Gregorio Armeno e dall’Associazione Corpo di Napoli e sarà visitabile durante tutto il periodo delle feste e l’ingresso è gratuito.

Non possiamo che concludere quest’articolo chiedendo: “e a voi ve piace ‘o presepe?”