Eolie 2019: si riparte

Eolie 2019: si riparte

Il 30 maggio è arrivato e riaprono ufficialmente i collegamenti verso le isole Eolie con partenza da Napoli Mergellina. La tratta è servita dai nostri mezzi veloci, che con una traversata di circa 4 ore, raggiungeranno l’isola di Stromboli (la prima tappa che incontriamo sul percorso che conduce fino a Lipari).

I nostri aliscafi prenderanno il largo fino al 7 settembre 2019, approdando a Stromboli, Panarea, Salina, Vulcano e Lipari. Le partenze saranno effettuate alle 14.30 e l’arrivo a Stromboli è previsto per le 19.00, dopodiché saranno effettuate le fermate verso le isole di Panarea, Salina, Vulcano e Lipari.

Nel corso del mese di agosto saranno attivate corse supplementari che arriveranno a Stromboli, Panarea e Lipari. Le corse supplementari saranno attive dal 3 agosto al 31 agosto 2019, tutti i sabato.

Grazie all’offerta SNAV sarà possibile regalarsi una vacanza in una delle più belle mete del Mediterraneo. Le isole Eolie, per l’appunto, sono rinomate per tantissimi elementi, quali: il mare cristallino, i panorami mozzafiato e il grande patrimonio enogastronomico.

Se Stromboli e Vulcano sono famose per lo spettacolo naturale che mettono in mostra, dati i noti fenomeni di legati all’attività vulcanica, come le fumarole e le esplosioni dello Stromboli, visibili anche dal mare,  allo stesso tempo Panarea è la meta adatta per chi ama una vacanza in stile mondano grazie alla movida notturna che anima l’isola.

Lipari è una meta ricca di storia dove sarà possibile vivere una vacanza all’insegna di cultura, sport e mare grazie alle splendide spiagge tra le quali possiamo annoverare la Spiaggia Bianca, Praia di Vinci e Valle Muria. Salina, come noto a molti, è riconosciuta come la patria dello slow food  ed è il posto ideale per regalarsi una vacanza all’insegna del gusto e relax.

Qual è la ricetta per un’estate vincente? Regalarsi una vacanza alle Eolie con SNAV!

 

Zuppa di pesce procidana

Primizia assoluta dell’isola di Procida, è senza dubbio il pesce freschissimo che, ogni pomeriggio, viene sbarcato lungo la banchina principale del porto dai pescherecci locali, le cosiddette “paranze”.

Proprio per questo motivo, questa incantevole meta del golfo di Napoli, offre ai propri visitatori la garanzia di poter gustare pietanze a base di pesce fresco nei tanti punti di ristoro sparsi per l’isola.

Uno dei piatti tradizionali più richiesti nei ristoranti procidani è senz’altro la zuppa di pesce. Vediamo insieme come si prepara questa squisita ricetta.

Ingredienti:
1 cipolla;
1 spicchio d’aglio;
olio extra vergine di oliva;
8 filetti d’acciuga;
9 pomodori pelati;
origano q.b.;
alloro q.b.;
sale q.b.;
pepe q.b.;
1 bicchiere di vino bianco;
succo di 1/2 limone;
8 gamberoni;
8 scampi;
1/2 kg di cozze;
1/2 kg di vongole;
prezzemolo tritato.

Preparazione della zuppa di pesce procidana:
Inizialmente si provvede a sbucciare e tritare sia l’aglio che la cipolla, facendoli poi rosolare in una padella con l’aggiunta di due cucchiai d’olio extravergine d’oliva; successivamente si aggiungeranno in padella sia i pomodori schiacciati che le acciughe, assieme ad origano e alloro.

Una volta insaporito il tutto con sale e pepe, si procede a far cuocere per 5 minuti a fuoco alto; durante la cottura si diluirà il sugo con 2 bicchieri d’acqua e si bagnerà il tutto con piccole aggiunte di vino e succo di limone.
Terminata la cottura, cospargere e mescolare il tutto con prezzemolo tritato e lasciar riposare.

La seconda fase di preparazione della zuppa di pesce prevede la pulizia e la cottura dei crostacei e dei frutti di mare.
Innanzitutto sarà fondamentale pulire accuratamente i gamberoni e gli scampi, assicurandosi di eliminare del tutto il filo intestinale e le teste, facendoli successivamente cuocere per un paio di minuti in un tegame con dell’olio.

Poi si dovranno pulire le cozze e le vongole, mettendole in cottura in una padella con dell’olio e assicurandosi, dopo qualche minuto, che si siano aperte tutte.

Quando i molluschi saranno aperti, aggiungeteli al sugo con del liquido di cottura filtrato. Dopo ulteriori 5 minuti di cottura aggiungere i crostacei e servire in tavola con crostini di pane.

Con questi passaggi si potrà preparare una squisita zuppa di pesce dal sapore unico e inimitabile. E se la cucina non è il tuo forte acquista i biglietti per gli aliscafi per Procida SNAV e naviga verso il gust

Sardegna: spiaggia le Saline

Considerato uno dei litorali più affascinanti di tutto il settentrione della Sardegna, Porto Torres offre ai suoi tanti turisti la possibilità di poter scegliere tra numerose spiagge incantevoli dove poter trascorrere giornate indimenticabili.

Oggi vi parleremo della meravigliosa “spiaggia delle Saline”, autentico gioiello di tutta la provincia di Sassari.

Situata lungo la strada che collega Porto Torres al comune di Stintino, la spiaggia si presenta davvero come un vero e proprio luogo paradisiaco: l’arenile è composto da una calda e candida sabbia bianchissima mischiata a piccoli ciottoli, ed è bagnato da un mare cristallino meraviglioso, che mostra fantastiche trasparenze e un colore verde smeraldo lucente.

Insomma.. uno scenario sicuramente indimenticabile per tutti coloro che hanno la fortuna di vivere la propria vacanza in questo splendido litorale sardo.

Nelle limpidissime acque del litorale si intravedono sul fondo tracce di posidonia ed è frequente notare banchi di diverse specie di pesci muoversi sott’acqua tra i bagnanti; ciò sta a significare che, per i vostri bagni alla spiaggia delle Saline, diverrà fondamentale avere al seguito una maschera per godere visivamente di tutte queste meraviglie subacquee.

La Sardegna è senza dubbio un particolare mix incantevole natura, cultura e storia. La spiaggia è denominata “le Saline proprio perché situata nelle vicinanze di strutture appartenenti ad antiche saline naturali, alcune risalenti addirittura al Duecento.

La lunga distesa di sabbia è dominata da un’affascinante torre di avvistamento aragonese, tra le più antiche dell’intera Sardegna, facente parte del complesso delle Torri di Armas.

La spiaggia delle Saline è circondata da un’oasi naturalistica umida ben protetta che, al tramonto, sembra dipingersi d’arancio, dando vita ad un colpo d’occhio davvero suggestivo.

Una giornata all’insegna del sole, di un mare cristallino e del relax assoluto è garantita a chiunque decide di visitare questo meraviglioso luogo incontaminato.

Anche gli amanti del windsurf spesso scelgono le Saline per trascorrere la propria giornata di mare: infatti, nel litorale dove è situata la spiaggia, sono frequenti giornate in cui il vento soffia abbastanza forte da permettere ai windsurfisti di divertirsi con le tavole tra le onde.

Inoltre, è presente sulla spiaggia anche un centro di windsurfing, per gli amanti di questo sport acquatico. Inoltre nell’area sono presenti diversi punti di ristoro, un hotel, e vi è la possibilità di poter noleggiare le classiche attrezzature da spiaggia, come ombrelloni, sdraio, lettini, pattini e pedalò.

La spiaggia delle Saline e lo splendido litorale tra Porto Torres e Stintino ti aspettano per una vacanza indimenticabile.

Scegli la Sardegna come meta per le tue vacanze estive!

Raggiungerla è comodo grazie al collegamento marittimo Genova – Porto Torres.

Impepata di cozze alla messinese

Conoscere bene un luogo vuol dire non solo visitarne i punti d’interesse e godere di tutte le attrattive che esso offre, ma anche gustarne i suoi piatti tipici.

Oggi vi presentiamo una delizia culinaria della meravigliosa città di Messina: l’impepata di cozze alla messinese.

In città è chiamata la “pepàta di cozze”, ed è un piatto irrinunciabile per tutti coloro che amano gustare in tavola i frutti di mare.

Si tratta di un piatto semplice, leggero e veloce da preparare, solitamente inserito dai tanti ristoratori messinesi come antipasto principale nei loro gustosi menu tradizionali.

Per preparare al meglio questo piatto tipico, bisognerà innanzitutto pulire le cozze, lavandole accuratamente con una retina e strappando via il bisso, ovvero quel filamento che presenta il mollusco sul lato stretto della conchiglia.

Si peleranno poi i pomodorini, sbollentandoli per un paio di minuti e dividendoli a metà, per poi tagliarli successivamente a filetti o a cubetti.

Tritata finemente qualche foglia di prezzemolo, si provvederà poi a mettere i gambi del prezzemolo in un capiente tegame ricco d’olio extravergine d’oliva, assieme a degli spicchi d’aglio in camicia e del peperoncino.

Una volta soffritti e rosolati bene sia l’aglio che il prezzemolo, si uniranno a questi le cozze. Solo a questo punto bisognerà alzare la fiamma e coprire il tegame con un coperchio, facendo cuocere i frutti di mare e mescolando di tanto in tanto il tutto.

Appena si saranno aperti tutti i molluschi all’interno del tegame, si aggiungeranno i filetti di pomodoro ed il prezzemolo tritato e, dopo qualche minuto, abbondante pepe nero macinato.

Per finire bisognerà ungere leggermente delle fette di pane e tostarle in padella, per poi servire l’impepata di cozze molto calda con il suo sugo ed il pane casareccio tostato.

Si usa, solitamente, servire a tavola l’impepata di cozze in enormi zuppiere fumanti.

Per chi volesse gustare in maniera più intensa questo delizioso piatto di mare, esiste anche la versione “in bianco” .. ovvero senza l’aggiunta dei filetti di pomodoro.

Ottimo abbinamento a questo delizioso antipasto messinese può senz’altro essere un vino bianco D.o.c. Sicilia, con i suoi profumi di frutta tropicale ed il gusto fruttato dal finale agrumato.

La “pepàta di cozze” messinese vi aspetta sulle tavole siciliane assieme a tante altre delizie culinarie tipiche regionali. E le dosi? Ecco le quantità giuste per preparare questo piatto per 4 persone:

  • 2,5 kg di cozze;
  • 5 pomodori “piccadilly”;
  • 1 mazzetto di prezzemolo;
  • 1 peperoncino rosso fresco o secco;
  • 3 spicchi di aglio;
  • Pepe nero macinato fresco – quanto basta;
  • Olio extravergine di oliva – quanto basta;
  • Sale – quanto basta;
  • 8 fette di pane casareccio.

E per scoprire le bontà della cucina siciliana tipica, non ti resta che imbarcarti sui traghetti per la Sicilia e lasciarti sedurti dai sapori del Mediterraneo.

Speciale Maggio SNAV

Maggio è il mese ideale per progettare le vacanze e approfittare di tutti i vantaggi offerti da SNAV.

Per la promozione SPECIALE MAGGIO, infatti, si potranno acquistare i biglietti per la Croazia, per passeggeri in poltrona e veicoli, a partire da un 1€, supplementi e diritti esclusi.

I biglietti a prezzo scontato saranno disponibili per l’acquisto nel periodo dal 13/05/2019 al 31/05/2019. La tariffa promozionale si applica a tutte le partenze che si effettueranno entro il 30/06/2019.

Le agevolazioni non sono finite, perché chi viaggia in famiglia potrà beneficiare di ulteriori vantaggi. In tal senso, ricordiamo che tutti i bambini da 0 a 4 anni non compiuti sono completamente gratuiti. In più, tutti i bambini dai 4 anni fino a 12 anni non compiuti pagano solo diritti e supplementi.

La nostra compagnia di navigazione è sempre attenta a tutti i bisogni dei passeggeri. In particolare, sui nostri Cruise Ferry sarà possibile gustare le specialità mediterranee nei ristoranti di bordo.

SNAV offre la possibilità di ottenere un ulteriore sconto del 40% sulle prenotazioni dei menu da consumare durante il viaggio.

È possibile prenotare i biglietti a partire da 1€, diritti e supplementi esclusi, per la sistemazione in poltrona e per i veicoli e prenotare i menu con il 40% di sconto sul sito www.snav.it.

Seleziona la data nei mesi di maggio e giugno 2019 e lo sconto sarà applicato automaticamente, senza dover inserire alcun codice di sconto.

Potrai acquistare i biglietti anche presso altri canali di vendita. A tua disposizione c’è il nostro call center, attivo tutti i giorni al numero telefonico 081 4285 555, oppure potrai recarti presso le biglietterie SNAV, oppure presso le agenzie di viaggio aderenti all’iniziativa.

Quest’anno regalati una vacanza in Croazia per godere dell’inizio della stagione estiva in un paese che ha molto da offrire: paesaggi incantati, mare cristallino e un patrimonio artistico e culturale
tutto da scoprire.

Inoltre, la Croazia è anche nota anche per l’ottima cucina e i numerosi prodotti tipici enogastronomici, che costituiscono un’ulteriore e piacevole attrattiva.

Con le promozioni SNAV l’estate è sempre più vicina. Prenota subito!

Biscotti e dolci eoliani

Eolie: idee per una vacanza itinerante

Scegliere di trascorrere una vacanza itinerante significa viaggiare percorrendo luoghi e culture mentre si ricerca il vero cuore dei posti che si stanno visitando. Ci si lascia guidare dalla curiosità e dall’entusiasmante voglia di scoprire paesaggi mai visti prima, stando a contatto con gli stili di vita e i modi di essere dei luoghi che si visitano.

Una soluzione ottimale e senz’altro perfetta per godersi appieno una vacanza itinerante è senza dubbio un tour alla scoperta delle bellezze paesaggistiche delle isole Eolie, nominate nel 2000 patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO; un viaggio indimenticabile tra natura selvaggia, mare cristallino incontaminato e spettacolari vulcani.

Partiamo dall’isola più grande dell’arcipelago eoliano: Lipari.
Visitare questa incantevole meta fa rendere subito conto della vivacità che regna sovrana in questo comune. Sia godersela via mare, che via terra, l’isola offre molto da vedere e innumerevoli attività da svolgere. Un piacevole e rilassante giro in barca intorno l’isola di Lipari, tra profonde grotte e splendide cale, vi farà sicuramente iniziare questa vacanza nel migliore dei modi: cale come quella del Fico, scogli selvaggi e le meravigliose spiagge di Valle Muria, Vinci, Capo Rosso e Punta della Castagna, resteranno indelebili nella vostra memoria per tutta la vita, facendovi ammirare un vero e proprio spettacolo della natura.

Una volta sbarcati in porto, sono molteplici le cose da poter visitare nel Comune di Lipari, e tutte hanno un’impronta storica alle spalle. Il Museo Archeologico situato nel Castello di Lipari rende ammirabili numerosi ed eccezionali ritrovamenti archeologici di tutto l’arcipelago eoliano, abitato fin dall’antichità e caratterizzato da un’intensa attività vulcanica; il Castello sorge in un punto fantastico di un’ampia baia sulla costa orientale, tra le due insenature di Marina Corta e Marina Lunga, ad oggi i migliori approdi dell’isola. Da non perdere poi una visita alla Cattedrale di origine normanna e all’Acropoli greca.

Dall’isola più grande delle isole Eolie ci si sposta poi alla più piccola, Panarea, minuscolo arcipelago tutto da scoprire. Il paesaggiosi caratterizza per un insieme di scogli (su tutti quelli delle Formiche e dei Panarelli) e isolotti, come Dattilo, Bottaro, Basiluzzo, Spinazzola, Lisca Bianca e Lisca Nera (di cui rimangono pochi resti).

Nella contrada di San Pietro nasce il piccolo approdo turistico, ricco di case arroccate, negozi e botteghe. Da qui è indubbiamente interessante intraprendere il cammino lungo il sentiero Iditella – Calcara – Punta del Corvo, una passeggiata appassionante che vi porterà a scoprire diverse soluzioni da poter effettuare durante il cammino. Ricco di vedute panoramiche (su tutte quella verso l’imponente vulcano Stromboli) il sentiero, in un punto preciso, permette in breve tempo di raggiungere la discesa a mare verso la spiaggia della Calcara, caratteristica per le sue fumarole e lo zolfo.

Insomma, oltre la rinomata movida notturna che l’ha resa famosa nell’ultimo trentennio, Panarea attrae tantissimi turisti anche per le coste incontaminate e i particolari fenomeni eruttivi subacquei.

Da Panarea ci si reca alla vicina Vulcano, isola dove, secondo la mitologia greca, vi erano le fucine di Efesto, dio del fuoco e fabbro. Anche qui prevalgono le fumarole, i getti di vapore sia subacquei che in superficie, nonché la presenza di fanghi sulfurei dalle stimate proprietà terapeutiche.

Terza tappa dell’itinerario è Stromboli, isola dove vi è il più attivo dei vulcani europei, che regala frequenti e spettacolari eruzioni osservabili anche dall’Osservatorio della Marina Militare situato a Punta Labronzo. Famosissima a Stromboli è la “Sciara del Fuoco”, ovvero la colata di lava che dal cratere del vulcano scende fino al mare. Molti turisti che hanno la fortuna di essere sull’isola al momento di questa meravigliosa attività vulcanica, restano incantati ad osservare questo suggestivo fenomeno per ore e ore.

Se si vuol visitare Ginostra, isolata frazione dell’isola situata in una zona interamente rocciosa, si procederà con una caratteristica marcia in mulattiera, altra attività scelta dalla maggior parte dei turisti che sbarcano a Stromboli. Merita una visita anche il borgo di San Vincenzo, affascinante luogo dove approdano barche di piccole dimensioni.

Una giornata intera di questa indimenticabile vacanza itinerante alle Eolie va certamente trascorsa a Salina, la seconda isola più grande dell’arcipelago e quella che raggiunge le altezze maggiori nei suoi caratteristici rilievi.

Salina è la maggiore risorsa agricola di tutto l’arcipelago, infatti la numerosa presenza di fichi d’India, pioppi, capperi, frutteti, uliveti e vigneti (dal quale si ricava il pregiato vino Malvasia), donano all’isola un insieme di colori ed odori unici nell’intero Mediterraneo.

Qui c’è la possibilità di poter vivere una emozionante escursione nella “Fossa delle Felci”, un bellissimo bosco di felci ospitato dall’omonimo monte. Scendendo verso i centri abitati si scoprono frazioni davvero meravigliose, ma merita senza dubbio una visita a piedi a Rinella, un piccolo borgo di pescatori che sorge su una ripida vallata che conduce al mare e caratteristica per la sua spiaggia a forma di mezzaluna con sabbia nera finissima.

Non distante da Rinella, incontriamo la meravigliosa spiaggia di Pollara, uno dei luoghi più affascinanti
di tutte l’arcipelago eoliano, in quanto collocata sotto una scogliera a forma di anfiteatro, che scende a picco sul mare. Da non perdere a Salina la visita nella casa in cui è stato girato il film “Il Postino” con Massimo Troisi.

Le isole Eolie sono lo scenario perfetto per prendersi una pausa dalla solita routine e permettersi una vacanza itinerante indimenticabile. In tutte le isole dell’arcipelago, oltre alle tante attività e gli innumerevoli luoghi da scoprire, si potrà contare anche su tantissimi e meravigliosi ristoranti in cui degustare la cucina tipica eoliana.

Prenota aliscafi per le Isole Eolie, controllando gli orari di partenza da Napoli ed acquistando i biglietti sul nostro sito www.snav.it. Per maggiori informazioni chiama il nostro call center al numero 081.428.55.55.

Napoli: Maggio dei Monumenti 2019

Giunta alla sua XXV edizione ed intitolata “Il diritto alla felicità. Filangieri e il ‘700 dei lumi”, l’importante rassegna culturale “Maggio dei Monumenti” verrà ospitata nuovamente dalla splendida città di Napoli.

La manifestazione, in occasione del 220° anniversario dei moti rivoluzionari del 1799, è quest’anno dedicata a Gaetano Filangieri (1753 – 1788), tra i massimi giuristi e filosofi dell’Illuminismo, cui pensiero ed opere furono fonte d’ispirazione e premessa fondamentale dell’intero movimento.

Gli eventi culturali della rassegna, iniziata il 25 aprile e che terminerà il prossimo 2 Giugno, sono stati organizzati dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli.

Filo conduttore delle iniziative saranno i luoghi della città dove visse ed operò il Filangieri, quelli legati alla sua nobile famiglia, nonché i principi illuministici tratti dalla sua opera.

Per rendersi conto della particolarità del pensiero del filosofo campano, basti pensare che i principi illuministici della sua opera più importante, intitolata “La scienza della Legislazione” (1780 – 1788), hanno ispirato la breve e gloriosa esperienza della Repubblica Napoletana, e sono la base della Costituzione degli Stati Uniti d’America.

In quest’opera, Filangieri auspica, attraverso una riforma generale della Legislazione, la realizzazione dello sviluppo socio-economico delle Nazioni, della pace e della felicità individuale del cittadino, innovando la filosofia del diritto in senso moderno.

Insomma, per tutti coloro che amano la sensibilità culturale Settecentesca, il Maggio dei Monumenti 2019 a Napoli si preannuncia davvero molto interessante: concerti, spettacoli teatrali (tra cui le tradizionali “guarattelle” napoletane), mostre, visite guidate, nonché convegni e conferenze, saranno le numerose iniziative che daranno vita alla manifestazione che, ogni primavera, attira nel capoluogo partenopeo moltissimi turisti.

Gli enti che hanno partecipato alla realizzazione dell’intero programma culturale sono le Università degli studi di Napoli “Federico II”, “L’Orientale” e “Suor Orsola Benincasa”, l’Accademia delle Belle Arti della città, l’Institut Français di Napoli, la Biblioteca Nazionale napoletana, il Teatro San Carlo e tanti altri Enti ancora..

Come di consueto per questa manifestazione primaverile, il programma delle visite guidate (condotte dalle scuole cittadine) è organizzato dalla storica “Fondazione Napoli 99”.

La città di Napoli, per questo momento storico cittadino, offre ai propri visitatori le più belle mostre di sempre: al PAN (Palazzo delle Arti) ci saranno la “Escher”, “Muhammad Alì”, “L’ironia del Sindaco artista” di Maurizio Valenzi; al MANN (Museo Archeologico Nazionale di Napoli) sarà esposta l’importante “Canova e l’Antico”, nella Basilica della Pietrasanta invece andrà esposta la mostra “Chagall. Sogno d’amore”; nella Cappella Palatina a Maschio Angioino invece “Crisi e Rinascita”, al Museo Filangieri “Un secolo di furore – I caravaggisti del Filangieri”. Al Museo di Capodimonte ci sarà “Caravaggio. Napoli”, mentre nel Convento di San Domenico Maggiore “Transvantgarbage. Terre dei Fuochi e di Nessuno”, una mostra fotografica di Marisa Laurito.

Anche artisti di fama internazionale hanno messo a disposizione le proprie maestrie per il Maggio dei Monumenti 2019: l’artista francese Ernest Pignon-Ernest, attualmente in città con l’esposizione della mostra intitolata “Extases”, ha realizzato l’immagine guida della campagna grafica della rassegna; la star internazionale del ballo Roberto Bolle ha invece organizzato, nel weekend del 18 e 19 maggio, l’evento “OnDance – Accendiamo la Danza”, una due giorni di eventi gratuiti di danza, tra serate di ballo sotto le stelle e show con ospiti di caratura internazionale.

E sono ancora numerosi gli altri appuntamenti che la città di Napoli, con i suoi operatori culturali, offre ai tanti cittadini e turisti in questo mese di arte e cultura.

Tutti coloro che approfitteranno dell’evento Maggio dei Monumenti per visitare Napoli, potranno raggiungere la città con i comodi e veloci aliscafi SNAV.

I nostri collegamenti giornalieri vi permetteranno di raggiungere facilmente Napoli dalle isole del Golfo, Capri, Ischia e Procida.

Per maggiori informazioni visita il nostro sito web www.snav.it, prenota i tuoi biglietti e parti con SNAV!