Tunisia: quando andare?

Tunisia: quando andare?

La Tunisia è un paese molto affascinante dotato di un clima mediterraneo, che rende il paese adatto ad accogliere i turisti in diversi periodi dell’anno. In particolare, il clima si contraddistingue per essere mite in inverno, anche se piovoso, e caldo e soleggiato, soprattutto sulla costa settentrionale. Nelle zone più interne, invece, la fa da padrone un clima di tipo semidesertico e desertico.

Se si intende visitare la città di Tunisi i periodi migliori sono costituiti dai mesi autunnali e primaverili, quindi ottobre, aprile e maggio. Per gli amanti delle vacanze al mare ci sono buone notizie perché la stagione balneare è abbastanza lunga e abbraccia il periodo che va da giugno a settembre. In alcuni tratti, per esempio, sulla costa orientale, la stagione balneare può protrarsi fino a metà ottobre.

Per chi ha in mente di effettuare escursioni nel deserto si consiglia il periodo che comprende i mesi da novembre a marzo. La mattina si può godere del caldo sole africano, mentre per la sera e la notte non dimenticate di portare qualche capo di abbigliamento più pesante, in quanto potrebbe fare freddo. Sconsigliata, invece, è l’estate come stagione per visitare il deserto, in quanto il caldo torrido impedisce di godere pienamente del paesaggio unico costituito, per l’appunto, dal deserto tunisino.

Se si vuole soggiornare in una delle numerose strutture ricettive ubicate nelle aree desertiche il periodo migliore è da aprile a ottobre. Durante questi mesi sarà possibile alternare escursioni a momenti di relax in piscina. Ovviamente, questo discorso non riguarda le zone costiere, dove il caldo, nei periodi estivi, è temperato dalle brezze, quindi la vita in spiaggia risulta abbastanza piacevole.

Vuoi raggiungere la Tunisia, magari per lasciarti alle spalle il freddo dell’inverno? Prenota subito il tuo biglietto sulle navi Genova-Tunisi o sui traghetti Palermo-Tunisi e Civitavecchia-Tunisi. Scegli la tratta che preferisci e acquista comodamente online il tuo titolo di viaggio. Scopri la Tunisia: terra di cultura, bellezza, storia e natura.

 

Barcellona: concerto The Cure

Il celebre gruppo britannico The Cure nel corso del 2016 si è regalato un tour mondiale che farà tappa a Barcellona il 26 novembre. Il concerto si terrà presso il Palau Sant Jordi e l’evento inizierà alle ore 19:45.  La formazione che si esibirà vedrà protagonista la voce inconfondibile e profonda di Robert Smith, il basso di Simon Gallup, le tastiere di Roger O’Donnell, la batteria di Jason Cooper e il suono della chitarra di Reeves Gabrels.

La musica dei Cure conquista dal 1976 moltissimi fan. La band britannica ha saputo creare uno stile riconoscibile attraverso una gamma di suoni ora trascinanti e potenti, ora sussurrati e malinconici. Molto spesso la loro musica è stata definita  “goth” e “darkwave”, in particolare dopo l’uscita dell’album Pornography, assunto come pietra miliare del genere.

Tali definizioni, tuttavia, sono state spesso messe in discussione dallo stesso Robert Smith, che ha più volte contestato l’applicazione di etichette precise alla propria musica, quasi a voler sottolineare l’unicità e la varietà del mondo musicale costruito dai Cure.

Tra le canzoni più note del gruppo c’è “Boys Don’t Cry” del ’79, che alla melodia accattivante e pop contrappone un atteggiamento nostalgico che corrisponde al particolare approccio con cui Robert Smith interpreta i suoi pezzi.

La vena intimistica, sospesa tra sogno e realtà, possibile e impossibile, e il desiderio di creare un universo consolatorio, quasi ovattato, si può ritrovare in canzoni come “Picture of you”, “Last day of summer”, “Trust” oppure “To wish impossible thing”. Non mancano all’interno della produzione del gruppo canzoni dal tono più spensierato e dalle sonorità tipicamente pop come “Close to me”, “Lovecats” e “Friday I’m in Love”, tanto per citare alcuni brani.

Il concerto dei Cure a Barcellona sarà l’occasione per ascoltare dal vivo le hit indimenticabili della band, che pur essendo sulla scena musicale da trent’anni non smette mai di attirare vecchi e nuovi fan. L’apertura del concerto sarà affidata al gruppo The Twilight Sad. Se non vuoi perderti l’emozione unica di vedere concerto dei Cure a Barcellona, prenota subito il tuo biglietto sulle navi Genova Barcellona e vivi in prima persona i grandi eventi musicali.

SNAV: tutte le promo del momento!

Viaggiare è uno di quei piaceri della vita a cui non bisogna mai rinunciare. Scoprire posti nuovi, conoscere nuove persone, ritornare nei luoghi più amati come e quando si vuole, sono tutti fattori che contribuiscono a creare un’esperienza che arricchisce ogni volta di più.

Per questo SNAV offre un’ampia gamma di promozioni utili a soddisfare le esigenze di qualsiasi viaggiatore. Da anni siamo attivi per condurre i nostri clienti verso le mete più belle del Mediterraneo: Croazia, isole del Golfo di Napoli, Eolie, Ponza e Ventotene, raggiungendo luoghi dal fascino senza tempo.

Per consentire ai nostri clienti di programmare le proprie vacanze con largo anticipo approfittando di fantastiche promozioni, quest’anno abbiamo voluto anticipare l’apertura delle prenotazioni online verso Croazia, isole Eolie, Ponza e Ventotene. Dal 10 ottobre 2016, collegandosi al sito www.snav.it è possibile scegliere la tratta preferita e acquistare online il proprio biglietto, personalizzando il viaggio in base alle proprie esigenze e a quelle degli accompagnatori.

Inoltre, i nostri clienti hanno ancora pochi giorni a disposizione per approfittare dell’esclusiva promozione “Prenota Prima”. Fino al 31 novembre 2016 sarà possibile prenotare il proprio viaggio verso Croazia, isole Eolie, Ponza e Ventotene beneficiando di uno sconto del 15%. Lo sconto si applica alle tratte indicate per tutte le partenze del 2017. Per acquistare il proprio titolo di viaggio è possibile recarsi presso le biglietterie autorizzate, contattare il call center o collegarsi al nostro sito www.snav.it.

SNAV pensa alle famiglie con una promozione ad hoc: ogni due adulti, un bimbo viaggia gratis! Questo consente a chi si muove con tutta la famiglia di ammortizzare le spese del viaggio e di concedersi qualche piccolo lusso in più in vacanza. Se viaggi in auto o moto, invece, prenotando un biglietto adulto di andata e ritorno per la Croazia, al ritorno il veicolo viaggia gratis.

Inoltre, grazie alla partnership con Telepass Premium, Trenitalia, Eurail, Comicon e molte altre aziende e associazioni sarà possibile ottenere ulteriori sconti sul prezzo del biglietto verso le mete prescelte. Per conoscere tutti i nostri partner e le convenzioni visita la pagina: https://www.snav.it/partner

Infine, con il Black Friday alle porte, chissà quali saranno le sorprese destinate ai nostri più fedeli clienti! Seguici attraverso i nostri canali social Facebook, Twitter Pinterest, Google + e Instagram per rimanere sempre aggiornato sulle promozioni e le occasioni imperdibili che riserviamo ai nostri fan…e se ancora non l’hai fatto, iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai in anteprima tutte le novità inerenti le iniziative promosse dalla nostra compagnia di navigazione.

Viaggiare può essere non solo piacevole, ma anche molto conveniente con SNAV!

Procida: minestra d’orzo

Tra le specialità che si possono gustare presso l’isola di Procida c’è la minestra d’orzo. Questo piatto dal gusto semplice è rustico è l’ideale per chi vuole riscoprire i sapori genuini della tradizione. Se in passato zuppe e minestre sono sempre state considerati “piatti per poveri”, oggi sono entrati a buon diritto nelle abitudini alimentari di molte persone, vista la semplicità di esecuzione e l’apporto bilanciato di nutrienti.

Spesso minestre e zuppe possono sostituire il classico piatto di pasta.In particolar modo, queste ultime, in inverno, non solo possono offrire un corretto apporto calorico, ma riscaldano e saziano senza però appesantire e soprattutto evitando l’assorbimento di grassi eccessivi. Vediamo come si prepara la minestra d’orzo alla maniera dei procidani.

Per quattro persone occorrono questi ingredienti:

200 gr. orzo
cipolla
50 gr. carote tagliate a dadini
50 gr. gambi di sedano tagliati a dadini
30 gr. patate tagliate a dadini
80 gr. speck tagliato in una fetta
olio d’oliva q.b
Sale, pepe, erba cipollina
Un litro e mezzo di brodo vegetale

Per preparare la minestra bisogna pulire e tagliare la cipolla a dadini. In un tegame versare l’olio e far appassire i dadini di cipolla. Aggiungere i dadini di carote, sedano e i bastoncini di speck. Far rosalare gli ingredienti per qualche minuto.
Aggiungere l’orzo, dopo averlo lavato con l’acqua fredda. Bagnare con il brodo e lasciar cuocere per 40 minuti. Dopo circa 30 minuti aggiungere anche i dadini di patate. Prima di terminare la cottura aggiungete sale, pepe ed erba cipollina.

Per scoprire le bellezze e le bontà di Procida anche d’inverno, viaggia con SNAV. Scegli la tratta servita dagli aliscafi Napoli-Procida.

Arte alla Certosa di S.Giacomo

La Certosa di San Giacomo a Capri è un complesso che vanta un’antica storia. Fondata nella seconda metà del Trecento, due secoli dopo fu sottoposta a importanti lavori di restauro, dovuti ai danni riportati a seguito delle incursioni piratesche avvenute nel 1563. L’architettura del luogo presenta quindi diverse stratificazioni, in quanto la struttura fu ampliata anche nel corso del Settecento. Durante il corso dell’Ottocento la Certosa fu soppressa e messa a disposizione per varie destinazioni d’uso: caserma prima, ospizio per invalidi poi. Dal 1860 al 1898 fu sede della V Compagnia di Disciplina, dove venivano confinati anarchici e militari di cattiva condotta.

Oggi la Certosa  rappresenta non solo uno dei monumenti più suggestivi dell’isola di Capri, ma è diventato un vero e proprio centro culturale, dedicato all’arte e alla musica. In particolare, il Refettorio ospita dal 1975 il Museo Diefenbach, che conserva le opere dell’omonimo pittore tedesco Karl Wilhelm Diefenbach, che proprio a Capri finì i suoi giorni.

Come abbiamo accennato attualmente gli ambienti della Certosa sono destinanti allo svolgimento di congressi, convegni e mostre temporanee. La Certosa ospiterà fino all’11 dicembre 2016 la mostra di arte contemporanea Capri Orient Express. La mostra è stata curata da Sergio Risaliti, supportato dal coordinamento tecnico scientifico di Patrizia Di Maggio, la quale si occupa della direzione della Certosa.

La mostra si svolge all’interno della manifestazione Capri – The Island of Art, giunta alla sua seconda edizione e che ha lo scopo di trasformare l’isola in un “museo a cielo aperto”, caratterizzando con le opere d’arte i luoghi culto dell’isola.

La mostra di arte contemporanea si focalizza principalmente su tre figure: Marco Bagnoli, Domenico Bianchi e Remo Salvadori. Le opere di questi artisti sottolineano il rapporto tra antico e moderno e si caratterizzano per elementi simbolici di chiara ispirazione orientale e mediorientale.

Le opere scelte per l’esposizione sono un chiaro esempio di dialogo con le culture del Mediterraneo e del lontano Oriente, mostrando la personale visione di ogni singolo artista. I richiami orientali sono presenti anche nell’architettura della Certosa: in tal senso rileviamo una sorta di continuità tra interno ed esterno che costituisce per il visitatore un filo conduttore.

L’arte contemporanea in questo caso assolve anche a un’altra funzione, cioè quella di calamitare l’attenzione verso luoghi simbolo dell’isola, che hanno contribuito a rendere immortale l’identità e la cultura di Capri.

Per visitare la bella isola del Golfo di Napoli, SNAV mette a disposizione collegamenti giornalieri, attraverso gli aliscafi Napoli-Capri e  Sorrento-Capri. Scegli la tratta che preferisci e acquista i tuoi biglietti con un semplice clic. Viaggia con SNAV e scopri l’arte contemporanea a Capri.

Il Villaggio di Babbo Natale

Santa Claus village 2016 Napoli

“Santa Claus is coming to town…” così recita il verso di una nota canzone e dal 26 novembre il beniamino di tutti i bambini arriverà a Napoli con il Santa Claus Edenlandia Village. Il villaggio di Babbo Natale costuirà un’attrazione non solo per i più piccini, ma anche per chi è amante delle classiche e gioiose atmosfere natalizie.

Il villaggio di Babbo offre ai visitatori numerose attrazioni, dalle aree dove si tengono gli spettacoli, alla baby dance, dalla stanza dei racconti alla pista di pattinaggio e così via. Non mancano ambientazioni che rendono il villaggio di Babbo Natale una vera e propria cittadina. Tra queste ultime troviamo l’ufficio postale dove arrivano le letterine dei bambini di tutto il mondo. Qui ogni bambino potrà spedire la propria letterina dopo averla timbrata con l’aiuto degli Elfi.

All’interno del Santa Claus Village è presente anche una banca, in quanto la valuta corrente è il Babbino, la moneta speciale che darà accesso alle diverse attività. Inoltre, prima di inziare il proprio giro all’interno del villaggio, non bisogna dimenticare di richiedere il passaporto presso l’Ufficio Passaporti.

Tra gli altri luoghi che meritano sicuramente una visita c’è la PharmaClaus. Qui i bambini possono conoscere le piante medicinali, officinali, aromatiche e profumatissime spezie, nonché apprendere i segreti delle pozioni e degli unguenti preparati dagli Elfi. In più si potranno visitare anche le case degli Elfi e ascoltare da loro tantissime storie.

Per tutti i bambini che invece vogliono esplorare gli ambienti dove vive Babbo Natale è presente la camera di Santa Claus, il Grande Archivio dove sono presenti gli elenchi dei buoni e dei cattivi e la sala del trono dove incontrare Babbo Natale.

Per i visitatori che invece desiderano passare all’azione ci sono diverse attività che si possono intraprendere presso la Fabbrica di Santa Claus, dove oltre a un itinerario nel mondo dei giochi, i bambini sono coinvolti nella costruzione dei giocattoli. Alla Scuola di Guida Artica, si potrà imparare a guidare la slitta e conseguire la patentea fine corso. Presso la cucina di Mrs Claus si terrà un vero e proprio labortorio per chi vuole cimentarsi della preparazione di biscotti e dolci.

Sarà presente anche un’area per gli espositori, artigiani e hobbysti che potranno fare mostra della propria creatività esponendo i propri prodotti, dando vita a un vero e proprio mercatino di Natale, dove sarà possibile trovare presepi, ideee regalo, decorazioni e molto altro ancora. Prima di uscire dal Villaggio di Santa Claus non dimetacate di lanciare una monetina nella Fontana dei Desideri e potrebbe accadere qualcosa di magico.

Il Santa Claus Village sarà aperto dal 26 novembre al 26 dicembre 2016. Il costo del biglietto è di 11 euro a persona. I bambini sotto il metro di altezza e gli over 65 entrano gratis. Sono previste anche tariffe per gruppi e scuole. Visitare il Santa Claus Village costituira un modo simpatico, sia per gli adulti che per i più piccoli, di scoprire tantissime cose divertenti e vivere pienamente l’atmosfera natalizia.

James Senese in concerto

James Senese Napoli Centrale tornano a esibirsi con il nuovo ‘O Sanghe Tour.  L’evento, che prende il nome dalla ultima raccolta, intitolata per l’appunto ‘O Sanghe, si terrà mercoledì 16 novembre 2016 alle ore 21.00. La location scelta per il concerto è il Teatro Bellini, situato in via Conte di Ruvo 14, nel cuore del centro storico di Napoli.

James Senese, nel corso della sua lunga carriera, ha sempre dimostrato uno stretto legame con la città, con le sue contraddizioni, amori e odi. Tutto questo si traduce in una musica che spazia dalle sonorità talora jazz, ora funk e blues e ora più mediterranee. In questo intenso e complesso contesto melodico si incastonano, come dei preziosi diamanti, i testi, più simili a dei racconti, che trasferiscono immagini ed esperienze fortemente evocative.

Le canzoni si contraddistinguono per le tematiche, mai avulse dalla realtà, dove si susseguono storie di amore, di vita, di lavoro e di lotte quotidiane per la sopravvivenza, tutto questo sottolineato dal suono della voce e del sax di James Senese. A settant’anni l’artista partenopeo si conferma sempre una vera e propria continua rivelazione, capace di emozionare con la propria idea di musica, la propria personalità e la capacità di esprimere sentimenti profondi e autentici.

La formazione che guiderà il pubblico in questo nuovo percorso musicale, vedrà protagonista Ernesto Vitolo alle tastiere, Gigi De Rienzo al basso e Agostino Marangolo alla batteria. Infine, l’apertura del concerto è affidata a Maldestro, un’artista emergente sulla scena cantautoriale, che negli ultimi due anni sta riscuotendo un particolare interesse da parte del pubblico.

Per partecipare all’evento è possibile usufruire dei collegamenti SNAV verso Napoli. La nostra compagnia di navigazione effettua partenze giornaliere con aliscafi dall’isola di Ischia, Procida e Capri. Scopri maggiori dettagli sul sito www.snav.it, per conoscere gli orari e le tratte.

Alla scoperta di Tangeri

Tangeri è una delle città più importanti del Marocco che affonda le proprie radici in un passato lontano. Una storia che comincia con la dominazione fenicia e continua nel corso dei secoli a stupire e affascinare. La città di Tangeri è un luogo dove mistero, cultura e arte creano un mix di fattori che rendono questa località del Marocco Settentrionale una meta irresistibile per molti viaggiatori. Città di mare con una forte vocazione per il commercio e il turismo, il porto di Tangeri è il primo del paese e si trova proprio di fronte lo stretto di Gibilterra.

Tangeri, quindi sorge proprio dove il mar Mediterraneo si incontra con l’oceano Atlantico, al centro di un crocevia che ha permesso a diversi popoli di entrare in contatto tra loro. La città porta il segno delle diverse dominazioni. I primi a lasciare un segno della loro presenza furono per l’appunto i Fenici, a cui fece seguito la dominazione dei cartaginese. In seguito Tangeri fu anche città sotto il controllo dei romani e degli arabi. La città è stata anche sotto l’amministrazione internazionale dalla seconda metà del XIX secolo.

Nella Medina di Tangeri si trova il palazzo del sultano che risale al Seicento ed è oggi sede di un importante museo. Altri luoghi fulcro della città sono la Grande Moschea, il mercato, la Place de France, dove sono presenti  gli hotel più lussuosi e i locali più esclusivi. Diverse sono le attrazioni della città destinate ai turisti. Sicuramente tra i luoghi principali che attirano diversi turisti ci sono le spiagge, la maggior parte delle quali sono dotate di strutture, quali cabine, bar e offrono la possibilità di affittare lettini e sdraio. Molto suggestive sono anche le località balneari e le spiagge presenti nei dintorni.

Durante la giornata è possibile prendere parte a diversi tipi di escursioni come giri in barca, gite in cammello e così via. Di sera non è consigliabile girare da soli senza una guida, in particolar modo in determinati quartieri della città. I suk, invece sono il punto di riferimento per chi desidera acquistare mobili, oggetti decorativi, abiti e articoli in pelle. Ovviamente con i commercianti conviene contrattare, perché alcuni oggetti possono essere in vendita a un prezzo maggiorato.

Per visitare Tangeri e le sue meraviglie sul sito www.snav.it potrai prenotare il tuo viaggio verso questa affascinante città. Potrai scegliere tra le tratte Sète-Tangeri, Barcellona-Tangeri o acquistate il tuo biglietto per la nave Genova-Tangeri. Prenota il tuo biglietto e parti per scoprire i misteri di Tangeri.

 

Procida: cicarelle e patate

Tra le ricette che si possono gustare sull’isola di Procida c’è quella delle cicarelle e patate, una vera delizia per il palato! Una ricetta di mare semplice e gustosa, ideale da proporre in occasione di un pranzo o cena con gli amici.  Che cosa sono le cicarelle? Probabilmente sono conosciute con i nomi più comune di canocchie o cicale di mare e sono dei crostacei la cui polpa  ha un sapore delizioso.

Vediamo quali sono gli ingredienti e i passi principali per realizzare un buon piatto di cicarelle e patate. Dosi per 4 persone:

1 kg di cicarelle

1 kg di patate

Prezzemolo

Sale

Olio

Procedimento

Pulire le canocchie accuratamente e lavorarle grossolanamente. Sbucciare e lavare le patate. Tagliare le patate a fettine sottili e, dopo averle dorate, preparate un’altra padella con dell’olio e immergere le patate, salare e poi adagiare le canocchie sopra. Coprire la padella con un coperchio e far cuocere per un po’ di tempo. Mescolare più volte. Ultimare la cottura delle cicarelle  senza coperchio. Tagliare il prezzemolo finemente e una volta adagiato il composto di canocchie e patate su un piatto da portata, cospargere generosamente con il trito di prezzemolo. Per gustare al meglio questo piatto si consiglia di servire caldo.

Queste e altre gustose ricette si possono assaporare nei migliori ristoranti tipici di Procida. E per viaggiare verso questa deliziosa meta del gusto scegli gli aliscafi Napoli-Procida messi a disposizione da SNAV. Prenota il tuo titolo di viaggio su www.snav.it.