“1960. Io Reporter”: mostra fotografica di Ermanno Rea a Napoli

“1960. Io Reporter”: mostra fotografica di Ermanno Rea a Napoli

Ermanno Rea 1960 Io Reporter
Fonte: www.ilpost.it

Fino al 31 ottobre la Feltrinelli di Piazza dei Martiri a Napoli ospiterà una mostra fotografica con gli scatti del giornalista Ermanno Rea, nell’ambito della presentazione del libro “1960. Io Reporter”. Testimonianze acute, vivide ed estremamente reali di anni trascorsi in viaggio da Napoli al Nepal, da Dublino a Berlino, da Roma a Siviglia: uno sguardo all’umanità protagonista della seconda metà del Novecento. Alla mostra saranno presenti Ermanno Rea, lo scrittore Raffaele La Capria e il direttore letterario di Feltrinelli Editore Alberto Rollo.

Ermanno Rea nasce a Napoli nel 1927 e dedica la vita al giornalismo e alla scrittura. Tra le opere, Mistero Napoletano (Premio Viareggio per la narrativa 1996), Fuochi fiammanti a un’hora di notte (Premio Campiello 1999), La dismissione da cui è stato tratto il film La stella che non c’è di Gianni Amelio (2006).

Procida: paccheri con carciofi alla procidana

carciofiL’isola di Procida offre tanti prodotti della terra genuini e saporiti. Fra le primizie procidane ha sicuramente una grande importanza il carciofo: quello coltivato sull’isola è del tipo romanesco, di dimensioni più grandi rispetto ad altre varietà, di un verde chiaro e venature violacee.

Al carciofo Procida dedica una sagra annuale nel mese di aprile, che si svolge a marina Chiaiolella, area in cui la coltivazione è particolarmente diffusa negli antichi orti chiamati “parule”.

I paccheri con carciofi alla procidana sono un primo piatto facile da preparare e dal gusto deciso, da abbinare a un buon bicchiere di vino.

Pulite i carciofi e tagliateli a spicchi, lasciateli sbollentare per breve tempo senza lasciarli diventare troppo morbidi.

Scolate i carciofi, nel frattempo soffriggete aglio e peperoncino piccante in olio extra vergine di oliva, per poi aggiungere qualche filetto di acciuga, capperi e olive nere. Saltate i carciofi in padella e lasciateli rosolare a fiamma medio-alta.

Scolate i paccheri e uniteli ai carciofi saltati, unendo prezzemolo, pecorino grattugiato e granella di pane tostata.

Per conservare intatto il sapore dei carciofi locali tutto l’anno, comprateli freschi e conservateli alla maniera procidana: puliti e sbollentati in acqua, aceto di vino bianco e sale e inseriti in vasetti di vetro con olio extravergine di oliva, aglio, peperoncino e origano. In alternativa potrete acquistarli già in barattolo.

Venezia a Napoli: il cinema esteso 2012

Venezia a NapoliDal 9 al 14 ottobre c’è un appuntamento da non perdere per i veri appassionati di cinema: “Venezia a Napoli”, la rassegna cinematografica organizzata dall’Assessorato alla Cultura della città di Napoli, giunta alla sua seconda edizione.

Grazie a una selezione di titoli presentata alla Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia 2012, si prospettano sei giorni di grande cinema. Dal centro al Vomero, da Agnano a Ponticelli, è vario e interessante il programma dell’iniziativa che prevede anche interventi di registi, attori, critici e produttori dopo la visione della pellicola.

Il costo di un biglietto è di 2 euro; il programma completo è disponibile sul sito del Comune di Napoli.

Race For The Cure a Napoli dal 5 al 7 ottobre

Race for the cure, NapoliAnche quest’anno il tumore al seno si combatte a suon di sport: dal 5 al 7 ottobre l’appuntamento con la salute è il Race For The Cure, evento organizzato dall’associazione “Susan G. Komen Italia” che si svolge annualmente in tutta Italia e che toccherà Napoli per il terzo anno consecutivo, a Piazza Plebiscito.

Venerdì 5 e sabato 6 la piazza si trasformerà in un Fitness Village: dalla fit boxe a zumba e spinning, ciascuno troverà l’attività che preferisce. All’esercizio si unisce la prevenzione, con screening senologici e esami gratuiti anche per la prevenzione di tumori alla pelle e di problemi alla tiroide.

Alle 10 di domenica 7 ottobre l’iniziativa culminerà nella “Race” vera e propria: 2 o 5 km da percorrere a scelta sul lungomare di Napoli camminando o correndo, aperti a tutte le età, a sportivi e non. Con un contributo minimo di 10 euro si potrà ricevere la t-shirt dell’edizione 2012 insieme alla borsa gara e al pettorale ricordo.

I ricavi dei tre giorni di sport saranno destinati all’acquisto di apparecchiature per la diagnosi e la cura dei tumori al seno, all’aggiornamento degli operatori sanitari, alla promozione di una diagnosi precoce e a favorire un iter post-operatorio più sereno, con già180 progetti realizzati.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito ufficiale dell’associazione.