La Grotta del Mago a Ischia

La Grotta del Mago a Ischia

Ci sono luoghi che racchiudono segreti e che diventano parte integrante di leggende popolari: uno di questi è sicuramente la Grotta del Mago a Ischia. La grotta si trova nella parte sud-orientale dell’isola, tra Punta Parata e Punta del Lume.

Nel corso del tempo la grotta ha preso vari nomi, tra cui, per l’appunto Grotta del Mago, perché si dice che i pescatori, che si rifugiavano lì con le loro barche durante il cattivo tempo e le mareggiate, erano soliti vedere un vecchio dalla barba e capelli fluenti, seduto proprio sulle rocce della grotta.

All’interno  si potevano udire anche voci misteriose e, talvolta, alcuni giuravano di aver intravisto lì anche delle meravigliose fanciulle. I pescatori molto spesso attribuivano allo spirito benigno che abitava la grotta la buona pesca.

Tuttavia nel a cavallo degli anni Trenta la grotta conosce una certa fama. Infatti, alcuni studiosi tedeschi avvinti dal fascino del luogo, esplorarono la grotta in maniera tanto scrupolosa da notare un accesso a un cunicolo, ostruito dai massi.

Cominciò un lavoro mirato a liberare l’accesso e, una volta fatti saltare i massi, si addentrarono per quella stretta via. Inaspettatamente si ritrovarono in una nuova grotta, i cui gli abbaglianti riflessi argentei contribuivano a creare un’atmosfera unica, quasi magica.

Tale scoperta risulto un’opportunità per G. Giuseppe Sasso, il proprietario dei terreni sovrastanti la grotta, che decise, una volta ottenuta la concessione, di investire sulla grotta per favorirne l’accesso da parte dei turisti. In particolare, fece costruire una passerella tra le due grotte e fece collocare un impianto di illuminazione per migliorare la visibilità. Inoltre, tramite una scala costruita nella roccia era possibile raggiungere la terrazza posta sopra la grotta, dove venne organizzato un servizio ristorante.

La storia della grotta ebbe una certa risonanza sulla stampa locale, nazionale e anche estera. Diversi furono gli studiosi che negli anni avvenire visitarono la grotta, tra cui il professore Mario Puglisi che insieme all’ingegnere Nicola Ciannelli formularono l’ipotesi che attribuivano la genesi della grotta a tempi preistorici. Secondo tale teoria la Grotta del Mago era un luogo dedicato al culto.

C’erano diverse prove a sostegno di questa ipotesi come per esempio la disposizione e la forma, che facevano presagire che la grotta era opera umana e che era utilizzata per culti magico-religiosi solari. Tale ipotesi con relativa tesi furono esposte in un articolo sul “Popolo di Roma” del 28 ottobre del 1934. Sulla scia di questo studio, furono pubblicati ulteriori articoli a sopporto della tesi di Puglisi, così come ne uscirono altrettanti in netto contrasto.

Qualunque sia la verità sulla Grotta del Mago, non resta che scoprirla! La Grotta del Mago è ancora oggi accessibile e si può arrivare tramite un’imbarcazione presa a nolo, oppure grazie alle compagnie che effettuano tour costieri.

Se desiderate visitare le meraviglie della Grotta del Mago, per arrivare a Ischia scegli un aliscafo Snav. La nostra compagnia marittima effettua collegamenti da Napoli per Ischia con aliscafi comodi e confortevoli. Acquista il tuo biglietto e goditi il viaggio sui nostri aliscafi Napoli-Ischia

Napoli Film Festival 2015

Napoli Film Festival 2015

Dal 28 settembre al 4 ottobre 2015 si terrà il Napoli Film Festival 2015. La manifestazione vedrà sei film scelti per la sezione “Europa & Mediterraneo”, che si contenderanno il Vesuvio Awards.

Il Napoli Film Festival è organizzato dall’Associazione Culturale Napolicinema, che ha come obiettivo la crescita culturale non solo di Napoli, ma anche del Mezzogiorno, utilizzando come mezzo il cinema internazionale. Il festival gode del patrocinio del Comune di Napoli e della Regione Campania, oltre al supporto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

La manifestazione, ormai giunta alla XVII edizione, presenterà i lavori inediti di registi provenienti da varie parti del mondo, pronti a raccontare la realtà con occhi nuovi, portando spunti di riflessione molto interessanti e originali.

Oltre alla competizione che sarà ospitata dall’Institut Francais, altri eventi si svolgeranno presso le sedi: cinema Metropolitan, il PAN e l’Instituto Cervantes. In particolare, tra le altre sezioni del festival ci sono SchermoNapoli Doc, Corti e Scuole. Inoltre, con il concorso FOTOgrammi verrà celebrato il centenario della nascita del regista Mario Monicelli.

Durante la manifestazione interverranno ospiti prestigiosi come Sergio Assisi, Mario Martone, Marco Risi e Eleonora Danco, solo per citarne alcuni. Per maggiori informazioni oppure per scaricare il programma completo della manifestazione e possibile visitare il sito ufficiale del festival all’indirizzo web http://www.napolifilmfestival.com.

Per chi desidera partecipare alla manifestazione e proviene dalle Isole del Golfo, Snav mette a disposizione un servizio di collegamento giornaliero, attivo tutto l’anno, con arrivo al Molo Beverello Napoli. Visita subito il sito www.snav.it, oppure contatta il call center per maggiori informazioni. Con Snav vivi gli eventi più belli della stagione!

L’aperitivo a Capri

Capri è l’isola dalle mille tentazioni e bontà! L’isola è il luogo ideale per una vacanza, un romantico weekend e anche una per una fuga dai ritmi della città. Qui la vita scorre piacevole, grazie alle diverse attrazioni e possibilità di divertimento.

Capri in particolare è rinomata per il lusso, la mondanità e anche la frizzante vita notturna, che ha inizio fin dall’ora dell’happy hour! In quest’articolo andiamo alla scoperta dei luoghi più esclusivi, dove ovviamente non è possibile sottrarsi al rito dell’aperitivo!

Al Piccolo Bar
Situato in uno dei luoghi simbolo della movida caprese, la Piazzetta, il Piccolo Bar è aperto anche in inverno. Qui si possono sorseggiare ottimi drink, mentre si osserva il passeggio o “lo struscio”. Questo è un luogo molto frequentato soprattutto da chi a Capri vuole fare nuove conoscenze o da chi vuole godersi il centro della vita caprese in tutte le sue variegate sfumature. Non è raro trovare ai tavolini del Piccolo Bar anche attori famosi, musicisti e personaggi illustri. Ideale per un aperitivo mondano!

Da Pulalli
Da Pulalli si va per un aperitivo a base di vino e stuzzicherie deliziose. Questo wine-bar si trova in Piazzetta, salendo i gradini della Torre dell’Orologio. Gli ospiti del locale possono sorseggiare un bicchiere di vino, comodamente seduti in terrazza. Da Pulalli è il posto giusto per ammirare il via via della Piazzetta senza essere visti. Ideale per un aperitivo discreto.

Da Donna Rachele
Questo locale è un ristorante, ma anche una vineria dove assaporare un aperitivo sfizioso e sofisticato. Il locale si trova in un vicolo del centro, a pochi passi dalla Piazzetta. Da Donna Rachele gli appassionati del vino troveranno una buona selezione di etichette, accompagnate da immancabili taglieri di salumi e formaggi DOP. Da Donna Rachele l’aperitivo si trasforma in un’esperienza che coinvolge tutti i sensi. Ideale per un aperitivo da gourmet.

Al Bar Funiculare
Completamente di opposta concezione rispetto Al Piccolo Bar è il locale Al Bar Funicolare. Quest’ultimo sorge in una posizione privilegiata, in quanto si trova in uno dei luoghi più panoramici dell’isola. Da qui si può ammirare la bella vista sul Golfo di Napoli, mentre si sorseggiano ottimi drink. Ideale per un aperitivo romantico.

Al Faro
Questo è un altro locale situato in una posizione molto particolare e tranquilla. Il bar si trova in una location non proprio centrale, tuttavia, qui è possibile sorseggiare il proprio cocktail mentre si osservano i pescatori che si attrezzano per la pesca notturna e il meraviglioso tramonto sul mare. Ideale per un aperitivo suggestivo.

Al Quisisana
Al Quisibar, che si trova sulla terrazza del Grand Hotel Quisisana, l’aperitivo diventa un’esperienza VIP. Infatti, qui è possibile ordinare un semplice analcolico, cocktail più particolari fino a costosissime bottiglie di champagne. Insomma, per chi vuole calarsi nelle dorate atmosfere capresi, questo è il locale giusto. Ideale per un aperitivo lussuoso.

Qualsiasi sia la tua idea di aperitivo, quando viaggi non rinunciare alla comodità, alla velocità e all’efficienza e scegli Snav! Con la nostra compagnia di navigazione potrai prenotare il tuo viaggio verso l’isola del piacere e goderti tutte le bellezze di Capri. Snav mette a disposizione collegamenti giornalieri con l’isola di Capri, con partenze da Napoli e Sorrento. Prenota subito o acquista online i tuoi biglietti per Capri su www.snav.it!

I quartieri di Spalato: viaggio nel cuore della città

Oggi ci addentriamo nel cuore della città di Spalato ed esploreremo i suoi quartieri. Scopriamo insieme quali sono i segreti di questa bella città e le attrazioni di maggior interesse. Anzitutto Spalato si può suddividere in due ampie arie: il centro storico e il centro commerciale. Il centro storico si compone di alcune zone molto suggestive.

Veli Varoš
Il quartiere medioevale di Veli Varoš si trova proprio sotto le pendici della collina Marjan e costituisce parte del nucleo storico della città. Passeggiare per Veli Varoš significa calarsi in un ambientazione da favola. Infatti, il quartiere si caratterizza per gli ambienti popolari originali contraddistinti dagli esempi di architettura popolare, conservati in maniera ottima, che restituiscono testimonianza di una Spalato in cui antichità e modernità coesistono in armonia. Veli Varoš presenta diverse attrazioni dalla chiesa di San Nicola, che risale all’XI secolo, poi sono da visitare anche la chiesa della Madonna del Casale, la chiesa di San Francesco e di Santa Croce. In passato Veli Varoš era principalmente un borgo di pescatori, mentre oggi è uno dei luoghi residenziali più esclusivi della città. Molto suggestiva la vista che si può godere dall’alto dell’intero quartiere.

Radunica

Radunica contende a Veli Varoš il titolo di quartiere più antico della città. In passato, Radunica era il nome della via centrale del quartiere di Lučac. Oggi il quartiere si fregia del nome protoillirico di Radunica, che ne decreta l’origine antica. Questa zona della città era abitata dalle antiche famiglie spalatine che provenivano dalla Repubblica di Poglizza. Le strade circostanti sono dedicate proprio ai nobili abitanti, che un tempo avevano stabilito lì la loro dimora. Il quartiere di Radunica è diventato ancora più famoso perché durante l’ultima settimana di giugno, in occasione della festa di San Pietro, si svolge un importante festa popolare chiamata Le Giornate di Radunica oppure, in lingua croata Dani Radunice.

Bačvice

Questa zona della città è conosciuta per lo stabilimento balneare diventato ancora oggi un punto di riferimento per i giovani e non solo. Bačvice, forse è la parte più allegra della città, che in estate diventa un punto di incontro per chi ama godersi il mare in città e la vita notturna. La peculiarità di questa distesa di sabbia, da cui prende vita la spiaggia si trova proprio nei pressi del centro città e del porto. L’arenile è talmente vasto che può accogliere fino a diecimila bagnanti, circa. Su questa spiaggia hanno mosso i passi molti dei più famosi calciatori croati, ma non solo. Infatti, la spiaggia è il terreno del gioco ideale per chi pratica il “picigin”, una specie di calcetto in riva al mare. Questo sport è praticato anche d’inverno.

Il centro commerciale, invece rappresenta il cuore pulsante dell’economia spalatina. Fanno parte di questa zona il porto commerciale e militare nonché la zona industriale vera e propria che si estende nelle adiacenze. Questa parte della città è meno interessante dal punto di vista turistico, tuttavia qui si possono scoprire le attività tradizionali condotte dagli spalatini.

Se visiti Spalato a settembre, prenota con Snav! La nostra compagnia marittima offre collegamenti diretti con la Croazia con i traghetti Ancona-Spalato. Potrai viaggiare a bordo del nostro Cruise Ferry, portando con te anche la tua auto così da poter scoprire comodamente le bellezze di Spalato e dintorni. Prenota subito il tuo titolo di viaggio e parti con Snav!

Vita notturna a Procida

Procida è sempre stata ritenuta, tra le isole del Golfo, quella meno mondana. Tuttavia anche quest’isola presenta diversi locali, dove poter trascorre il tempo spensieratamente insieme ai propri compagni di viaggio. Vediamo quali sono i migliori locali dove intrattenersi per un drink, un aperitivo oppure per ascoltare buona musica.

Maresia Solarium

Situato in una posizione privilegiata e panoramica, il Maresia Solarium è un beach e pool club, che mette a disposizione una struttura moderna e accogliente. Gli spazi esterni sono curati nei minimi dettagli e si può gustare un aperitivo, lasciandosi affascinare dai toni accesi del tramonto, comodamente seduti all’aperto.

Paco Beach Sunset Bar

La struttura si trova nei pressi della spiaggia del Ciraccio. Il complesso è composto da lido, piscine, gonfiabili per i più piccoli. Inoltre, è presente anche un bar e un ristorante dove poter assaporare il gusto della cucina locale. Il Paco Beach Sunset Bar è il posto giusto per chi desidera essere coccolato dalla mattina alla sera.

Bar Cavaliere

Ideale per chi vuole trascorrere un intermezzo all’insegna della bontà e della dolcezza, il Bar Cavaliere è particolarmente rinomato per le specialità di pasticceria. Qui è possibile assaporare i dolci tipici procidani come le lingue e tante altre squisite ricette campane.

L’Unico Bio Bar Bazar

Voglia di un dopocena alternativo? L’Unico Bio Bar Bazar è un locale diverso rispetto a tutti quelli presenti sull’isola. Questo è il posto ideale per sorseggiare un cocktail al chiaro di luna, ma anche per assaporare squisite centrifughe e diverse specialità biologiche. L’ambiente è molto accogliente e arredato in stile minimal. Inoltre, tutte le sere si può ascoltare buona musica, in particolare elettronica, mentre ci si rilassa con gli amici o compagni di viaggio.

Prochyta Bar

Il Prochyta Bar è un locale adatto sia a coloro che desiderano consumare una dolce colazione, sia per chi non si perde l’ora dell’aperitivo, ma anche per chi desidera trascorrere un dopocena tranquillo. L’offerta è abbastanza varia e il servizio attento alle necessità del cliente. Gli ospiti possono consumare le proprie ordinazioni in un piccolo giardino, molto curato.

Se stai progettando un weekend oppure una vacanza a Procida, per viaggiare scegli Snav. La nostra compagnia di navigazione mette a disposizione traghetti per Procida con partenze giornaliere da Napoli. Visita subito il nostro sito e prenota con Snav!

Napoli Jazz Festival 2015

Napoli Jazz Fest 2015

C’è musica nell’aria a Napoli! L’11-12-13 settembre 2015 si terrà nel capoluogo partenopeo il Napoli Jazz Fest. La kermesse musicale, che vedrà l’alternarsi di illustri jazzisti, si svolgerà in una cornice d’eccellenza quale il Cortile del Convento di S. Domenico Maggiore.

La manifestazione prevede non solo tanti concerti, ma offre anche la possibilità di partecipare a seminari, guide all’ascolto e laboratori. Il Napoli Jazz Festival è un evento organizzato dal Napoli Jazz Club, un’associazione culturale che si pone l’obiettivo di promuovere la diffusione e la crescita del movimento jazzistico napoletano.

L’associazione ogni anno realizza la rassegna Napoli Jazz Winter, per cui gli appuntamenti di settembre fungeranno da preludio all’evento che si terrà in inverno. Il programma di questa tre giorni di jazz si preannuncia molto interessante. Vediamo nel dettaglio quali sono le esibizioni previste.

Venerdì 11 Settembre la rassegna comincia alle 19.30 con Mario Nappi che si esibirà al pianoforte. Alle 21.00 sarà la volta del 3io Napoletano composto da M. Zurzolo (sax), P. Matino (bass) e G. La Pusata (drums). Chiuderà la giornata il concerto delle 22.00 di Rosario Bonaccorso 4etViaggiando ”. Il quartetto è composto da R. Bonaccorso (double bass), J. Girotto (sax) R. Taufic (guitar) e D. Rubino (trumpet)

Sabato 12 Settembre i concerti cominceranno alle ore 19.30 con Francesco Villani (piano solo). Alle 21.00 si esibirà Armanda Desidery 4et feat Giulio Martino. La formazione musicale è composta da A. Desidery (piano), A. De Luise (d/bass), G.Martino (sax) e G. Brugnano (drums). La serata si concluderà con il concerto alle ore 22.00 di Luca Aquino 4etOverDOORS ”. Il quartetto è composto da L. Aquino (trumpet), A. Iasevoli (guitar), D. Miranda (bass) e L. Tomasi (drums).

Domenica 13 Settembre la giornata comincia con il Concerto/Aperitivo che si terrà alle 11.00 e vedrà protagonista lo Scannapieco Bros 4et, composto da D. Scannapieco (sax), M. Di Martino (piano) L. Del Prete (drums) e T. Scannapieco (d/bass).
Alle ore 19.30 sarà la volta Raffaella Siniscalchi 4et /Waiting 4 Waits – Omaggio a Tom Waits.
Il quartetto è composto da R. Siniscalchi (voice), M. Antonetti (guitar), A. Colella (d/bass) e G. Famulari (cello).
Alle ore 21.00 si esibirà il Giacinto Piracci 4etPersistence ”. La formazione vedrà protagonisti G. Piracci (guitar), M. Nappi (piano) F. Galatro (d/bass) e S. Di Natale (drums)
Infine, ultimo appuntamento della rassegna è il concerto alle ore 22.00 di Antonio Faraò 4et. Il quartetto è composto da A. Faraò (piano), M. Negri (sax) M. Beggio (drums) e A. Vigorito (d/bass)

Tutte le informazioni sono disponibili sulla pagina Facebook del Napoli Jazz Club. Ricordiamo, inoltre, per chi viene dalle isole del Golfo per partecipare a questa rassegna jazzistica, che Snav mette a disposizione collegamenti giornalieri con la città di Napoli. Per maggiori informazioni sugli orari è possibile visitare il sito www.snav.it.

Spalato a settembre: eventi, feste e manifestazioni

Visitare Spalato a settembre può essere un buon modo per entrare in contatto con l’anima culturale della città. Infatti, in questo periodo si svolgono numerosi eventi, che insieme alle bellezze naturali del posto, possono costituire un’ulteriore attrattiva per i turisti.

Come abbiamo visto negli articoli precedenti Spalato è una città molto fiera delle proprie origini romane. Nei pressi della Porta Aurea del Palazzo di Diocleziono è possibile assistere rappresentazioni in costume, in cui si ripercorrono eventi storici dell’epoca imperiale. Le performance si svolgeranno presso il Bastion “Cornaro”.

Inoltre, per chi ama l’arte c’è un’interessante mostra dedicata a Rodin, che prende il nome di Rodin’s “Meditations” presso la Meštrović Gallery. La mostra sarà aperta fino al 20 settembre 2015. Per gli amanti del cinema croato dal 12 settembre al 19 settembre si terrà la ventesima edizione del Split Film Festival / International Festival of New Film.

Chi invece ama gli eventi sportivi potrà partecipare alla manifestazione City of Split Sport Open 2015, che si terrà dall’11 al 13 settembre c.a. In città saranno organizzati anche concerti ed eventi musicali: come rassegne di musica classica e jazz e così via.

Infine, per chi non desidera rinunciare a un bagno rinfrescante, si possono sempre visitare le spiagge di Spalato e godersi gli ultimi bagni estivi. Infatti, le temperature medie massime in questo periodo, si attestano intorno ai 25,5 gradi, quindi sostare in spiaggia potrebbe risultare abbastanza piacevole anche per chi visita Spalato a settembre.

Se stai organizzando il tuo viaggio a Spalato, collegati al sito Snav e scopri ulteriori dettagli sulla tratta percorsa dai traghetti Ancona-Spalato. Con Snav arrivi in Croazia in maniera rapida e confortevole. Prenota subito il tuo biglietto su www.snav.it e goditi tutte le emozioni della tua vacanza a Spalato a settembre.

Sapori Mediterranei: il coniglio in agrodolce delle Isole Eolie

Oggi la protagonista dell’articolo è una ricetta che costituisce uno dei piatti tipici di carne delle Isole Eolie, parliamo del Coniglio in Agrodolce. Generalmente la cucina delle isole è rinomata più per i piatti di pesce, che di terra, ma tuttavia questa ricetta costituisce una delle specialità del luogo, assolutamente da provare.

Ingredienti del coniglio in agrodolce

un coniglio tagliato a pezzi
farina
una cipolla grande
olive snocciolate
100g capperi
300g di polpa di pomodori
un bicchiere di brodo vegetale
erbe aromatiche
olio extravergine d’oliva
un bicchiere di aceto di vino rosso
un cucchiaio di zucchero semolato
sale e pepe

Preparazione

Lavare accuratamente il coniglio e asciugatelo con cura. Tagliatelo a pezzi, avendo cura di non rovinarne la carne. Pulire la cipolla e tagliarla, poi tagliare il sedano e lavare i capperi.

Infarinare leggermente il coniglio e farlo rosolare in una padella con un po’ d’olio e le erbe aromatiche. In un altro tegame far soffriggere la cipolla. Aggiungere il sedano, i capperi, le olive e il pomodoro. Aggiungere il coniglio e continuare la cottura, sfumando con il bicchiere di brodo vegetale.

Coprire e cuocere per almeno un’ora. Prima del termine della cottura (circa a 5 minuti dalla fine) versare in un pentolino l’aceto di vino rosso e lo zucchero. Far sciogliere lo zucchero a fuoco vivace. Una volta reso il composto omogeneo versare sul coniglio e terminare la cottura. Spegnere il fuoco e far riposare il coniglio per almeno 15 minuti, per far amalgamare bene i sapori. Servire tiepido.

Di questo piatto esistono diverse varianti, per cui c’è chi sbollenta il coniglio prima di farlo rosolare, oppure lo marina con le erbe aromatiche e vino e chi sostituisce il brodo vegetale con il vino bianco. Una cosa è certa il coniglio in agrodolce è una delle specialità delle Isole Eolie che va assolutamente provata!