Sicilia: la sagra del tarocco

Sicilia: la sagra del tarocco

siciliaCome tutti sanno, le arance rosse sono il prodotto agricolo più diffuso in Sicilia ed esportato in tutto il mondo. Nel mese di Febbraio, la Sicilia promuove la produzione di questi gustosi agrumi attraverso manifestazioni e sagre su tutto il suo territorio.

In particolare, nel caratteristico paese di Francofonte, in provincia di Siracusa, si svolge la famosa sagre del Tarocco, che attira ogni anno centinaia di turisti provenienti da tutta Italia. La simpatica manifestazione prevede la degustazione gratuita delle arance tarocco e dei prodotti tipici siciliani a base del succo estratto da questo dolce agrume.

L’evento è organizzato dal comune di Francofonte, mentre le specialità a base di arancia rossa sono preparate dall’Istituto Alberghiero di Lentini. Inoltre, in occasione della sagra si effettueranno visite guidate nel centro storico della città, si terranno concerti di gruppi musicali, spettacoli di cabaret, sfilate di carretti siciliani e infine si potrà assistere alle esibizioni di artisti di strada.

I turisti che vogliono partecipare alla sagra del tarocco, possono raggiungere l’incantevole paese di Francofonte in circa due ore e trenta di auto, partendo da Palermo e procedendo lungo l’autostrada diretta a Catania.

Infine, si ricorda che la Sicilia è raggiungibile dal porto di Napoli, imbarcandosi sui traghetti per Palermo Snav.

Sicilia: Gianluca Grignani in concerto

Gianluca Grignani in siciliaPer il 2011, la splendida isola di Sicilia ha in serbo una serie di entusiasmanti appuntamenti musicali, che vedono come protagonisti i maggiori esponenti del panorama musicale italiano.

Gianluca Grignani, il celebre cantautore milanese approderà in Sicilia per dedicare alle città di Palermo e Catania due date del suo incredibile tour intitolato “Romantico Show Tour 2011”. Il concerto di Catania si terrà l’8 Marzo 2011 al Teatro Metropolitan, situato a Via Sant’ Euplio 21, mentre l’esibizione di Palermo avrà luogo la sera successiva, il 9 Marzo 2011, al Teatro Golden, situato in via Terrasanta, 60.

Grignani darà luogo ad uno spettacolo elettrizzante in cui riuscirà come sempre ad emozionare il suo affezionatissimo pubblico non solo con i brani tratti dal suo repertorio storico, ma anche con quelli desunti dal suo ultimo disco “Romantico Rock Show–Deluxe Edition”. Quest’ultimo è un doppio album che comprende ben 22 tracce e a cui è allegato “La mia storia tra le dita”, un libro che riporta l’autobiografia del cantante in cui svela i retroscena delle sue canzoni.

I biglietti per assistere ai concerti sono disponibili in prevendita presso i circuiti abituali: greenticket, box office palermo, tickettando e box office catania.

I fans di Gianluca Grignani possono applaudire il loro idolo in Sicilia, raggiungendo l’isola con i traghetti per Palermo che partono dal porto di Napoli.

Napoli: Giovanni Allevi in concerto

giovanni allevi in concertoPer questa stagione invernale sono previsti a Napoli importanti appuntamenti con alcuni tra i maggiori esponenti della musica classica internazionale.

Giovanni Allevi, il grande compositore e pianista marchigiano torna a calcare le scene con la sua nuova tournée, “Alien World Tour”, che toccherà i maggiori teatri delle principali città italiane. Una delle tappe del suo incredibile tour sarà a Napoli, al teatro San Carlo il 28 Febbraio 2011.

Il celebre compositore marchigiano conquisterà il pubblico non solo con i brani più famosi del suo repertorio, ma anche con i pezzi tratti dal suo nuovo album “Alien”. Si tratta di un appuntamento speciale dedicato agli appassionati di musica classica e non solo, che avrà luogo in una delle cornici più suggestive d’Italia, il teatro San Carlo.

Dopo lo straordinario successo ottenuto nel tour del 2010, Giovanni Allevi ripropone in queste nuove e suggestive esibizioni il suo concetto di musica classica contemporanea, utilizzando il pianoforte come mezzo principale di espressione e mescolando sapientemente la tradizione musicale europea alle note e ai suoni del nostro tempo.

I cultori della musica di Giovanni Allevi potranno applaudire il loro artista preferito al Teatro San Carlo di Napoli, raggiungibile dal molo Beverello in soli in dieci minuti di auto.

Infine, si ricorda che è possibile arrivare al capoluogo campano, partendo da tutte le destinazioni servite dai traghetti e dagli aliscafi Snav.

Napoli: la leggenda del coccodrillo di Castel nuovo

leggenda del coccodrilloNapoli è una città famosa per le sua storia e i suoi monumenti, attorno ai quali spesso circolano misteriose leggende che rendono la loro visita ancor più suggestiva e affascinante.

Una di queste ruota attorno alle segrete del Maschio Angioino, uno dei monumenti simbolo del capoluogo partenopeo. L’antico castello presentava un lugubre locale sotterraneo chiamato inizialmente  la “fossa del miglio”, perché qui in un primo momento erano depositate le riserve di grano, successivamente invece, quando il luogo fu adibito a prigione, fu detto “fossa del coccodrillo” per la presunta presenza di questo rettile nei sotterranei del palazzo.

Secondo la leggenda, poiché i prigionieri rinchiusi nei sotterranei scomparivano improvvisamente, fu allora predisposto un controllo maggiore e si scoprì della presenza di un coccodrillo che penetrava nelle segrete del Maschio Angioino attraverso un’apertura nella parete. Il feroce rettile azzannava i prigionieri e li trascinava con sé in mare per divorarli. Si racconta che l’animale fosse approdato a Napoli perché attirato da una nave proveniente dall’Egitto. Dopo la scoperta del coccodrillo, si prese la decisione di dare in pasto all’animale i prigionieri più invisi alle autorità. Infine, il coccodrillo fu ucciso asdottando come esca una coscia di cavallo e il corpo dell’animale fu poi impagliato e appeso alla porta d’ingresso.

I turisti che desiderano visitare il bel capoluogo partenopeo, possono raggiungere Napoli, partendo da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.

Napoli: storia della pizza

storia della pizzaLa pizza, il piatto tipico della tradizione culinaria napoletana, ha origini antichissime. Infatti, secondo alcuni storici ritengono che questo alimento fosse già presente nella cucina etrusca con forme e ingredienti naturalmente molto diversi da oggi.

Ma la vera pizza nasce intorno al 160o dall’indiscusso ingegno dei cuochi partenopei, i quali trovarono il sistema per rendere più gustosa la tradizionale schiacciata di pane. Cominciarono quindi a condirla con aglio, strutto e sale grosso oppure aggiungevano caciocavallo e basilico.

Nel corso del 600′ si diffuse la cosiddetta pizza alla “mastunicola”, ossia condita con strutto, formaggio, foglie di basilico e pepe, e quella “ai cecinielli” con la minutaglia di pesci che, soprattutto, i pescatori avevano a disposizione.

Per approdare alla tradizionale pizza col pomodoro bisognerà aspettare la diffusione nel regno borbonico, di questo alimento scoperto in America e destinato a diventare uno dei prodotti base della tradizione gastronomica mediterranea. Il pomodoro infatti,  fu in un primo momento adottato in cucina come salsa cotta con un po’ di sale e basilico e soltanto successivamente, a qualcuno venne l’idea di aggiungerlo sulla pizza, inventando così senza volerlo la pizza. Ma a partire dall’800′, dopo il pomodoro, si passo a condire la pizza anche con la mozzarella. La tradizione racconta che un pizzaiolo napoletano, Raffaele Esposito e sua moglie, cucinarono una pizza con pomodoro e mozzarella in onore della regina Margherita, moglie di Umberto I re d’Italia. Sotto richiesta della regina, il pizzaiolo preparò tre pizze: una alla mustinicola, una alla marinara e una pizza con il pomodoro, la mozzarella e il basilico, che rimandava ai colori della bandiera italiana. La regina apprezzò particolarmente quest’ultima e in suo onore, la pizza prese il nome di “Margherita”.

I turisti che vogliono assaggiare la vera pizza margherita, non possono far altro, che raggiungere il capoluogo partenopeo partendo da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.

Napoli sotterranea: un suggestivo viaggio nel sottosuolo

napoliNapoli, lo straordinario capoluogo partenopeo, è da considerarsi un vero e proprio museo a cielo aperto, ma anche il suo sottosuolo può rivelarsi ricco di incredibili sorprese.

Napoli sotterranea è una delle attrazioni più suggestive e interessanti che può offrire il capoluogo campano ai suoi visitatori. Si tratta di un complesso di cavità e cunicoli scavati nel sottosuolo tufaceo della città. Al suo interno si collocano soprattutto strutture e ambienti risalenti al periodo classico greco-romano.

Napoli sotterranea costituisce un’eccezionale testimonianza archeologica, che nell’ultimo decennio è diventata, grazie all’impegno di un gruppo di ricercatori, di una meta turistica che attrae ogni anno visitatori provenienti da ogni angolo del mondo. La visita guidata prevede un suggestivo percorso attraverso sale e gallerie di età differenti fino a giungere ai resti delle cisterne d’acqua e dell’antico acquedotto romano. I primi manufatti che si ritrovano in questi affascinanti luoghi persi nell’oscurità del sottosuolo, risalgono a circa 5000 anni fa, quasi alla fine dell’era preistorica, fino ad arrivare ai resti delle strutture realizzate nel Seicento.

Sono diversi i punti di accesso a Napoli Sotterranea: il primo si trova a Piazza San Gaetano, mentre il secondo a via Sant’Anna di Palazzo, entrambi sono situati nel centro storico della città.

I turisti, che vogliono lasciarsi catturare dal brivido di Napoli Sotterranea, possono raggiungere il capoluogo partenopeo, partendo da tutte le destinazioni servite dai traghetti e gli aliscafi Snav.

Napoli: Capodanno a piazza Plebiscito

capodanno a napoliNapoli, lo splendido capoluogo campano, è una delle mete turistiche più adatte per festeggiare le feste di Natale e di Capodanno. Infatti tra il mese di Dicembre e di Gennaio, le strade e le piazze della città partenopea si colorano di decorazioni, addobbi, luci e alberi di Natale, regalando ai suoi tanti visitatori un’atmosfera calda e avvolgente.

Inoltre a rendere ancor più piacevole il vostro soggiorno partenopeo, la città ha in serbo per voi un ricco programma di eventi, concerti e festose manifestazioni dedicate all’arrivo del nuovo anno.

Uno degli appuntamenti più attesi a Napoli per il Capodanno è certamente il consueto concerto che si tiene ogni anno a piazza del Plebiscito, un grande evento promosso dall’Assessorato regionale al Turismo, che prevede la partecipazione di importanti ospiti e cantanti.

Per Capodanno 2011, lo show a piazza del Plebiscito sarà articolato in 3 momenti: due concerti che culmineranno con un entusiasmante spettacolo pirotecnico. Il nome del protagonista (o dei protagonisti) degli eventi musicali non è ancora stato reso noto; sarà probabilmente una sorpresa dell’ultimo minuto.

Infine, si ricorda a tutti coloro che desiderano trascorrere il Capodanno a Napoli, che il capoluogo partenopeo è raggiungibile da tutte le destinazioni servite dai traghetti e dagli aliscafi Snav.

Napoli: Vincenzo Salemme show

vincenzo salemme showPer quest’inverno sono previsti nel capoluogo partenopeo divertentissimi appuntamenti a teatro all’insegna della risata e della comicità.

Vincenzo Salemme, il celebre attore comico napoletano si esibirà al teatro Diana di Napoli nelle serate a partire dal 16 Febbraio al 27 Marzo 2011. Il comico napoletano torna a calcare i palchi partenopei presentando il suo nuovo ed esilarante spettacolo “L’Astice al veleno”. La messa in scena si fonda su un meccanismo comico farsesco, ma mantiene un linguaggio tipico della commedia romantica e brillante.

La vicenda che nasce e finisce nella giornata del 23 Dicembre vede come suoi protagonisti Gustavo e Barbara. Il primo è un pony express, che consegna pacchi doni per la Vigilia di Natale, mentre l’altra è un’attrice innamorata del suo regista. Si tratta di un’opera fresca e divertente, che ben si inserisce nel filone delle commedie di Vincenzo Salemme.

Si ricorda ai fans di Vincenzo Salemme che il teatro Diana, si trova nel quartiere Vomero, a via Luca Giordano, 25 ed è raggiungibile dal Molo Beverello in circa venti minuti di auto.

Invece, è possibile raggiungere Napoli, il bel capoluogo campano, da tutte le destinazioni servite dai traghetti e dagli aliscafi Snav.

Napoli: Cio’Bì in Floridiana

Cio'Bì in FloridianaDurante le vacanze natalizie, il capoluogo partenopeo si anima di festosi eventi e gustose manifestazioni. Una di queste è “Cio’bì“, un evento dedicato interamente al cioccolato e alla birra, che si terrà presso la villa Floridiana di Napoli fino al 9 Gennaio 2011.

La manifestazione si articola in due percorsi espositivi che ripercorreranno la storia di questi due gustosi alimenti e della loro produzione artigianale. Saranno esposti boccali da birra in avorio, grés, porcellana e vetro e i servizi da cioccolato in porcellana, vetro e argento realizzati da botteghe artigianali orientali e occidentali, dalla fine del 500′ fino all’800′, appartenenti alla collezione Placido de Sangro. Accanto a questi cimeli, i visitatori potranno contemplare dipinti con ritratti e scene di genere di Giuseppe Bonito e Giovan Battista Rossi, che mostrano le consuetudini sociali e gastronomiche dell’aristocrazia napoletana del 700′. Inoltre è prevista l’esposizione di nature morte di pittori italiani e spagnoli, i dipinti fiamminghi con interni di osterie di David Tenier il Giovane e un’allegoria della gola come peccato capitale di Jacques de Backer. Infine, in una sala didattica, sarà proiettato il video “Cio’Bì blob, il cioccolato e la birra nella storia del cinema”.

Tutti coloro che vogliono partecipare a questa simpatica manifestazione possono raggiungere Napoli, partendo da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.

Sardegna: Capodanno ad Alghero

capodanno ad algheroL’accogliente cittadina di Alghero in Sardegna si prepara ad accogliere il nuovo anno con un ricco ed entusiasmante programma di eventi che festeggeranno il cosiddetto “Cap d’Any“.

Il periodo di festeggiamenti, compreso tra Dicembre e Gennaio, durerà più di 20 giorni e prevede spettacoli teatrali, performance di artisti di strada, animazioni, esibizioni di ballerini, concerti e naturalmente l’incredibile spettacolo pirotecnico che saluterà il nuovo anno nella notte di San Silvestro.

Inoltre, tra le vie e le piazze del famoso centro storico catalano di Alghero non mancheranno a riscaldare l’atmosfera natalizia, le bancarelle con i prodotti tipici sardi e i classici Mercatini di Natale. Ma il momento clou di questo straordinario calendario di eventi sarà l’attesissimo appuntamento musicale con Malika Ayane, la famosa cantante emergente milanese che allieterà la sera del 31 Dicembre con un suggestivo concerto che avrà come sfondo l’incantevole porto di Alghero, dal quale partirà anche il successivo spettacolo di fuochi artificiale allo scoccare della mezzanotte.

I turisti che vogliono trascorrere le vacanze di Capodanno in questa splendida località sarda, possono raggiungere Alghero da Olbia, proseguendo lungo la statale diretta a Sassari.

Infine, si ricorda che è possibile arrivare sull’isola imbarcandosi al porto di Civitavecchia sui traghetti Sardegna Snav.