Sicilia: Ligabue in concerto

Sicilia: Ligabue in concerto

ligabue in siciliaPer il prossimo 2011, la Sicilia si apre ad un’entusiasmante stagione di concerti, ospitando tanti volti noti del panorama musicale italiano e internazionale.

Il 25 Febbraio 2011, il grande Luciano Ligabue approderà sulla bella isola siciliana per esibirsi in uno straordinario concerto che si terrà al Teatro Metropolitan di Catania.

Quella di Catania è una delle tappe della nuova ed entusiasmante tournée, “Ligabue quasi acustico- Tour Teatri 2011”, che vedrà l’artista di Correggio impegnato da Gennaio a Marzo nei teatri delle principali città italiane. Ligabue aveva già preannunciato alla stampa la sua intenzione di esibirsi nel 2011 a teatro: “Suoneremo sicuramente nei teatri, mi piace molto il cambiare “clima” da stadi a teatro, li faremo senz’altro nel 2011.”

Il celebre cantautore emiliano darà luogo ad un adrenalinico concerto in cui ripercorrerà le tappe della sua gloriosa carriera musicale attraverso i suoi più importanti successi discografici fino ad arrivare ai brani tratti dal suo ultimo album del 2010 “Arrivederci, mostro!”.

I fans di Ligabue, una volta sbarcati a Palermo, potranno raggiungere Catania in circa due ore e trenta di auto procedendo lungo l’autostrada A19.

Inoltre, ricordiamo che è possibile arrivare in Sicilia, imbarcandosi al porto di Napoli sui traghetti per Palermo Snav.

Napoli: la Reggia di Capodimonte

reggia copodimonteLa Reggia di Capodimonte è uno dei monumenti più significativi del capoluogo partenopeo. Il palazzo sorge nell’ameno paesaggio del bosco di Capodimonte, un’area di124 ettari che si affaccia sul golfo di Napoli.

La reggia fu costruita dagli architetti Giovanni Antonio Mediano e Antonio Cannevari, per volere di Carlo di Borbone, sovrano di Napoli a partire dal 1734. Ma i lavori terminarono soltanto sotto il regno di Ferdinando II sotto la guida di Tommaso Giordano e Antonio Piccolomini, al quale si deve l’ideazione del cortile settentrionale della reggia. L’edificio a pianta rettangolare e a due piani, presenta le facciate in stile dorico, mentre le pareti sono caratterizzate da membrature in piperno grigio e intonacate con il rosso napoletano.

A partire dall’Unità d’Italia la Reggia è sede del Museo Nazionale di Capodimonte, dove si possono contemplare dipinti, disegni, bronzi, medaglie, monete, cammei appartenenti alle collezioni farnesiane e altre opere d’arte provenienti da monasteri soppressi, da donazioni reali e da privati.

I turisti che vogliono visitare il museo di Capodimonte, possono raggiungere la reggia in circa 20 minuti di auto partendo dal molo Beverello di Napoli.

Infine, precisiamo che è possibile arrivare a Napoli, partendo da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.

Capri: il centro storico di Anacapri

anacapriCapri, la splendida isola azzurra del golfo di Napoli, non è soltanto un luogo paradisiaco per trascorrere le vacanze estive, ma è anche una località turistica famosa per i suoi numerosi luoghi d’interesse e la sua caratteristica architettura da scoprire in tutti i mesi dell’anno.

Una delle meraviglie di Capri è certamente il centro storico di Anacapri, il secondo comune dell’isola. Qui il turista si perderà piacevolmente nel caratteristico dedalo dei vicoli e delle piccole piazze di quest’antico borgo marinaro. Inoltre il centro di Anacapri cela splendidi monumenti e luoghi d’interesse quali la “Casa Rossa”, un originale edificio realizzato in più stili architettonici: l’abitazione apparteneva al colonnello americano John Cay H. Mackowen, giunto in Italia immediatamente dopo la guerra civile negli Stati Uniti e stabilitosi ad Anacapri fino al 1899. Attualmente,  all’interno della Casa Rossa si svolge la mostra permanente intitolata “L’isola dipinta”, che espone pitture dell’isola di Capri che risalgono all’Ottocento e al Novecento. Tra gli altri monumenti presenti ad Anacapri ricordiamo le splendide chiese di San Michele e Santa Sofia, che si trovano rispettivamente a piazza San Nicola e a piazza Armando Diaz.

I turisti, una volta approdati a Capri, possono raggiungere Anacapri con gli autobus che partono da Marina Grande e fermano a Piazza Vittoria.

Infine, si ricorda che è possibile arrivare sull’isola azzurra, imbarcandosi al porto di Napoli o di Sorrento sugli aliscafi per Capri Snav.

Sicilia: Feste Medievali a Monforte San Giorgio

monforte sangiorgioLa Sicilia, terra di arte e cultura, conserva le sue antiche tradizioni attraverso eventi e manifestazioni che rievocano le sua antiche tradizioni culturali.

Una di queste è la tradizionale festa medievale di Monforte San Giorgio, che quest’anno avrà luogo dal 15 Gennaio al 5 Febbraio 2011. Questa ricorrenza annuale celebra l’ingresso nella città del Conte Ruggero e la liberazione dalla dominazione araba.

La manifestazione che prevede una sfilata in costume e degustazioni delle specialità tipiche del borgo, sarà accompagnata dalla suggestiva “Katàba” la tradizionale sonata eseguita dal campanile della Chiesa di Sant’Agata, caratterizzata dal ritmo cadenzato prodotto dalle campane e dai tamburi. Inoltre, nella giornata di Sabato 23 Gennaio è prevista l’inaugurazione del “Banco del cambio-conio” della moneta medioevale perché con questo conio i visitatori potranno degustare i prodotti tipici del borgo preparati secondo le antiche ricette medievali, naturalmente dopo il cambio con l’euro all’ ingresso. Cavalieri, musici, giocolieri e dame animeranno le strade della cittadina siciliana e guideranno i visitatori alla scoperta del prezioso patrimonio artistico di Monforte San Giorgio.

I turisti che desiderano partecipare a questa caratteristica manifestazione possono raggiungere Monforte San Giorgio partendo da Palermo e procedendo lungo l’autostrada diretta a Messina.

Infine, ricordiamo che è possibile arrivare a Palermo imbarcandosi al porto di Napoli sui traghetti Sicilia Snav.

Napoli: Lucio Dalla e Francesco De Gregori in concerto

dalla e de gregori a napoliIl 2011 si apre a Napoli con un interessante stagione ricca di concerti ed eventi, che coinvolgerà molti volti noti del panorama musicale italiano.

Work in progress tour” è il nuovo emozionante tour del nuovo duo Lucio Dalla- Francesco De Gregori, che toccherà le principali città del nostro Paese. A Napoli il concerto di questi due grandi artisti si terrà al teatro Augusteo alle ore 21,00 del 2 Marzo 2011.

Francesco de Gregori e Lucio Dalla, due straordinari cantanti che hanno fatto la storia della musica italiana, daranno vita ad un straordinario concerto che riporterà indietro il pubblico di oltre 30 anni. Infatti i due grandi artisti, di nuovo insieme, riproporranno e reinterpreteranno i brani del loro fortunatissimo album “Banana Republic” del 1979 e della loro indimenticabile tournée del 1978. Si tratta di un vero e proprio tuffo nel passato, dedicato a tutte le generazioni di fans, che sono cresciute ascoltando le suggestive note di questi due importanti maestri della musica italiana.

Le esibizioni di Lucio Dalla e Francesco De Gregori in “Work in progress tour” saranno poi raccolte in un apposito cd e dvd, perché venga documentata e diffusa questa nuova ed entusiasmante avventura sul palco di questi due straordinari cantanti.

Inoltre, si ricorda ai fans di Dalla e di De Gregori che il Teatro Augusteo si trova a Piazza Duca d’Aosta, 263, nei pressi di via Roma e a pochi passi dal molo Beverello di Napoli.

Si ricorda infine, che il bel capoluogo partenopeo è raggiungibile da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.

Sorrento: Teatro dei Burattini

teatro dei burattiniDurante il periodo delle feste natalizie, a Sorrento è previsto un ricco calendario di appuntamenti dedicati soprattutto ai più piccoli. Uno di questi è lo spettacolo dei burattini realizzato dai fratelli Mercurio, che si terrà il prossimo 8 Gennaio 2011, a Piano di Sorrento.

Il teatro dei burattini è un’antica tradizione campana che tutt’oggi entusiasma bambini di tutto il mondo grazie alla semplicità genuina della trama e ai suoi simpatici personaggi di cui si vedono solo testa, mani e costume. Le avventure raccontate in questi piccoli spettacoli teatrali possono ispirarsi alle commedie di autori famosi come Antonio Petito o Eduardo Scarpetta, oppure si tratta di sceneggiature completamente ideate dagli stessi fratelli Mercorio, che propongono i personaggi come una sorta di caricatura della personalità umana. Grazie alla loro irruenza fisica, i protagonisti di queste comiche vicende lasciano intendere facilmente ai loro giovanissimi spettatori il loro ruolo nella messa in scena.

Lo spettacolo dei burattini dei fratelli Mercurio si svolgerà nella piazza Cota di Piano di Sorrento, alle ore 16,30 di sabato 8 Gennaio 2011. Per raggiungere la frazione di Piano è possibile prendere gli autobus che sostano in prossimità del molo di Sorrento e che sono diretti a questo comune.

Infine, ricordiamo che è possibile arrivare a Sorrento, imbarcandosi al porto di Napoli, di Castellammare o Capri sugli aliscafi per Sorrento Snav.

Sardegna: i fuochi di Sant’Antonio

La meravigliosa Sardegna, la meta turistica più amata dai turisti in estate, è anche una terra in cui rivovono le antiche tradizioni di un tempo, attraverso le sue sagre, le sue manifestazioni religiose e i suoi eventi.

A Orosei, a Desulo, a Samugheo, a Bosa, a Budoni e in tanti altri comuni della Sardegna, la notte tra il 16 e il 17 Gennaio si accendono falò in onore di Sant’Antonio Abate, il santo appartenente alla corrente dell’ascetiscmo egiziano del III secolo d. C. Sant’Antonio Abate è tutt’oggi venerato dalla comunità cristiana sarda in quanto strenuo oppositore dei diavoli e delle fiamme dell’inferno. La leggenda che ruota attorna al Santo infatti, tramanda che Sant’Antonio avrebbe rubato una favilla incandescente dal Regno degli Inferi per donarla all’umanità, dotandola, così, del fuoco.

La notte del 16 gennaio, i fedeli invocano Sant’Antonio per ottenere grazie e miracoli in un contesto quasi magico, caratterizzato dall’imponente presenza del falò che brucia grandi cataste di legna. Questo rituale, che mescola devozione cristiana ad antiche tradizioni pagane, è attestato fin dalla metà del XIX secolo, ma le sue origini sono certamente più antiche. Dopo i riti liturgici e la benedizione del fuoco, i fedeli si fermano dinnanzi ad esso, intenti ad intessere conversazioni, cantare, gustare dolci e bere vini offerti dalla comunità. Il fuoco continua a bruciare per tutta la notte e saranno proprio le forme del fumo emanato a suggerire auspici e profezie.

I turisti che desiderano visitare questa splendida isola, possono raggiungerla, imbarcandosi al porto di Civitavecchia sui traghetti per Olbia Snav.

Napoli: Max Gazzè in concerto

max gazzè in concertoNapoli, lo splendido capoluogo partenopeo apre il nuovo anno con interessanti manifestazioni, eventi e concerti dedicati agli appassionati di musica.

Max Gazzè, il poliedrico artista romano si esibirà in concerto al teatro Cilea di Napoli il 17 Gennaio 2011.  Max Gazzè si distingue come uno dei più interessanti cantanti del panorama musicale italiano: cantautore e musicista a tutto tondo si è subito imposto sulla scena italiana con i suo album e le sue entusiasmanti ed energiche esibizioni live.

La tappa di Napoli rientra nel programma della tournée del cantante intitolata “Quindi? Tour teatrale”, che tocca le principali città della nostra penisola. Il concerto si aprirà con Max Gazzè al basso, accompagnato da Clemente Ferrari, alla fisarmonica; da Giorgio Baldi, alla chitarra e infine da Luca Trolli, alla batteria. Si tratta di un evento musicale intimo e spontaneo in cui il celebre artista romano ripercorrerà le tappe della sua carriera musicale proponendo al pubblico i suoi grandi successi come “Il solito sesso”, “Una musica puo’ fare”, “La favola di Adamo ed Eva”, “L’amore pensato”, “Il timido ubriaco”, “Vento d’estate” e “L’uomo più furbo”.

Inoltre si ricorda a coloro che desiderano assistere a questo elettrizzante concerto che il teatro Cilea si trova nel quartiere Vomero di Napoli, a via San Domenico 11.

Infine precisiamo che Napoli è raggiungibile da tutte le destinazioni servite dai traghetti e dagli aliscafi Snav.

Capodanno a Napoli con Marco Mengoni

capodanno con mengoniFinalmente è stato reso noto il nome dell’artista che animerà la notte del 31 Dicembre 2011 a Piazza del Plebiscito a Napoli. Si tratta del giovanissimo cantante pluripremiato Marco Mengoni, che aspetterà insieme a tutti i suoi fans la mezzanotte per dare il benvenuto al nuovo anno.

Mengoni darà vita ad un coinvolgente live, in cui proporrà al pubblico i brani più famosi della sua ancora breve, ma molto promettente carriera musicale e i nuovi pezzi tratti dal suo album più recente “Re Matto”. Quest’ultimo disco prende il nome dal titolo del brano presentato in occasione dell’ultima edizione di San Remo e grazie al quale il cantante si è guadagnato il terzo posto nella competizione canora.

Lo spettacolo a Piazza del Plebiscito comincerà alle ore 22,30 con l’esibizione del cantante neomelodico Franco Ricciardi, che precederà il concerto di Marco Mengoni.

Tutti i fans di Mengoni possono raggiungere il bel capoluogo partenopeo partendo da tutte le destinzioni servite dalle navi Snav.

Snav ama Napoli, “La città più bella del mondo”

augurio a napoliIn occasione delle feste di Natale, Snav dichiara il suo amore per Napoli con un festoso messaggio di auguri.

Una motonave Snav ormeggiata al porto di Napoli reca un lunghissimo striscione con un’incoraggiante scritta dedicata al capoluogo campano: “Napoli, la più bella città del mondo!!!“.  Si tratta di un messaggio di auguri che arriva alla città partenopea in un momento particolarmente critico. Infatti, in questi giorni Napoli e i suoi abitanti stanno attraversando l’ennesima emergenza rifiuti, che quest’anno è sopraggiunta in prossimità delle feste natalizie.

Lo striscione issato sulla nave ieri pomeriggio è lungo più di venti metri e copre l’intera balaustra del ponte di comando dell’imbarcazione. Questa bella iniziativa di sostegno al capoluogo campano è nata da un’idea promossa dal gruppo che fa capo all’ armatore sorrentino Gianluigi Aponte, che guida il colosso armatoriale Msc.

L’augurio è naturalmente che la città di Napoli possa al più presto risolvere definitivamente il problema della spazzatura che perdura ormai da troppo tempo e che getta ombre sulla sua incomparabile bellezza, perché possa tornare il prima possibile al suo consueto splendore.