Monet: The Immersive Experience a Napoli

monet-immersive-exeperience

Monet: The Immersive Experience a Napoli

Una mostra affascinante che mostra la grandezza dell’arte di Monet attraverso le nuove tecnologie.

Il maestro impressionista con le due opere diventa protagonista di una mostra interattiva e multimediale, in una cornice unica al mondo rappresentata dalla Chiesa di San Potito.

L’evento culturale che fonde alla perfezione arte e tecnologie multimediali doveva concludersi nel mese di ottobre è stato prorogato fino al 31 gennaio del 2022.

La Chiesa di San Potito: un gioiello nel cuore di Napoli

La chiesa di San Potito si trova sulla collina della Costagliola nei pressi del MANN, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

La chiesa fu eretta nella prima metà del Seicento da Pietro De Marino. La chiesa fu restaurato nel 1780 per mano dell’architetto Giovan Battista Broggia.

Il monastero annesso fu soppresso nel 1808 e fu adibito a fanteria nell’anno successivo. L’abbandono della chiesa finì quando fu affidata alla congrega degli ufficiali banco per decreto di Francesco I delle Due Sicilie.

La chiesa si presenta con una facciata a portico d’epoca. All’interno si accede tramite una scalinata di piperno. L’interno è suddiviso in una navata unica con tre cappelle per lato, transetto e abside. La chiesa è impreziosita dalle opere di Andrea Vaccaro e Luca Giordano.

Come è strutturata la mostra?

La mostra è organizzata per offrire al visitatore la sensazione di essere al centro dei quadri. In tal senso, immersive experience sta proprio a significare la possibilità di essere circondati dall’opera per sentirsi parte integrante dell’opera. Le videoproiezioni si animano sotto i piedi e intorno.

La proiezione ha una durata di 35 minuti e si ripete in loop. Ma non finisce qui! La Immersive Experience dedicata a Monet è un’occasione anche per i più piccoli di scoprire l’arte e di partecipare a laboratori per far sentire ogni bambino un piccolo artista.

Quanto costa il biglietto per la mostra Monet Immersive Experience?

Il biglietto per l’accesso ha un costo variabile. Per un adulto il costo è di 12 euro.

Sono applicate riduzioni per studenti (9-26 anni), over 65 e disabili che accedono pagando il prezzo di 9 euro.

Tariffe agevolate sono previste anche per i bambini, gratis fino a 4 anni, mentre fino ai 16 entrano con un ridotto di 7 euro.

Famiglie e gruppi possono contare su ulteriori agevolazioni. I biglietti sono acquistabili online oppure presso il botteghino all’ingresso. La biglietteria è aperta dalle 10.00 alle 19.00.

Quali sono i giorni e gli orari d’apertura per la mostra Claude Monet Immersive Experience?

La mostra è visitabile tutti i giorni, escluso il mercoledì, dalle 10.00 alle 20.00.

Per l’accesso alla mostra è necessario esibire il Green Pass, in ottemperanza al D.L. del 23 luglio 2021, n.105. Sono esenti da questo obbligo i minori di 12 anni. Infine, la mostra è convenzionata con il circuito Artecard.

Per spostarsi dalle isole sulla terraferma scegli la comodità degli aliscafi SNAV con partenze giornaliere da Ischia, Capri e Procida.

Ischia e Procida a portata di SNAV

Le belle giornate non finiscono in estate è c’è sempre un buon motivo per allungare le vacanze, soprattutto se si scelgono come mete le isole di Procida e Ischia.

Eh si, perché queste due splendide isole sono perfette per realizzare anche una breve vacanza itinerante che ti potrà portare alla scoperta dell’essenza di queste località. Vediamo quali sono le possibilità per regalarsi una fuga dalla città.

Procida: una visita alla Capitale Italiana della Cultura 2022. 

Procida ha sempre stupito per il suo fascino dato dalla caratteristica architettura delle case, agli imponenti monumenti come Terra Murata finanche ai luoghi culto che hanno ispirato opere della letteratura e del cinema.

Non stupisce, che quest’isola, fatta di contrasti e di un patrimonio storico e culturale ricco sia stata a buon diritto scelta come Capitale Italiana della Cultura 2022.

Sotto il segno “La cultura non isola”, Procida sarà al centro di una strategia di destagionalizzazione del turismo che si esplicherà proprio attraverso il cartellone di eventi legati alla carica di Capitale Italiana della Cultura, che partiranno proprio da gennaio 2022.

Intanto, già nei primi giorni di settembre abbiamo assistito a “Panorama” a cura di Italics che ha trasformato l’isola in un museo diffuso o la Notte dei Ricercatori con il progetto MEETmeTonight svolto qualche giorno fa, che apre il filone citizen of science con laboratori rivolti anche ai più piccoli, di cui è stato offerta un’anteprima.

Insomma, è arrivato l’anno di Procida: il focus è tutto sulla più piccola delle isole del Golfo, una vera e propria perla del Mediterraneo tutta da scoprire.

Una fuga ischitana: ecco perché concedersi un viaggio a Ischia

Il turismo di prossimità ha conosciuto un nuovo impulso, come ha dimostrato la calda estate ischitana che ha visto l’isola segnare nuovi record per quanto riguarda le presenze sull’isola.

Ischia rimane sempre in cima alle preferenze perché l’offerta turistica non solo è abbastanza varia, con soluzioni per l’ospitalità che vanno dagli alberghi, ai B&B fino alle case vacanze, ma perché offre una serie di attrattive che la rendono una meta per un turismo del benessere.

Come località termale, Ischia è apprezzata proprio per la possibilità di scegliere strutture ricettive con centri termali.

Per chi ha già bisogno di una pausa dalla routine quotidiana l’isola di Ischia è il posto giusto per ricaricarsi e magari partecipare a eventi come settimane Detox che coniugano attività ayurvedica, yoga a trattamenti benessere.

Ischia è anche l’isola perfetta per escursioni nella natura. Dalle maestose cime dell’Epomeo la vista spazia fino alle isole Pontine. È il luogo ideale per interrompere la sedentarietà del lavoro e godersi un’intensa passeggiata.

Ischia è anche ricca di boschi, non a caso è chiamata l’isola Verde, in tal senso qui è possibile ristabilire un vero e proprio contatto con la natura.

E se non sai quale isola scegliere: allora scegli entrambe! Potrai organizzare una vacanza di qualche giorno visitando le due isole oppure organizzando una gita di un giorno per visitare una specifica attrazione o anche per goderti una giornata all’insegna della buona tavola e dello shopping.

Come raggiungere Procida e Ischia

SNAV offre collegamenti marittimi verso le isole con cadenza quotidiana con più corse al giorno. Gli aliscafi da Napoli effettuano una prima sosta sull’isola di Procida per procedere poi verso l’isola di Ischia. Potrai scegliere tra i collegamenti:

Napoli – Ischia Casamicciola e vic.

Napoli – Procida e vic.

Procida – Ischia Casamicciola

Ischia Casamicciola – Procida

Puoi prenotare i tuoi biglietti tramite il sito www.snav.it o acquistarli tramite l’App SNAV disponibile sia per i dispositivi Android che iOS.

Per scaricare l’App SNAV

Il biglietto ti arriverà sullo smartphone e sei pronto per il viaggio!

Ottobre 2021: eventi a Napoli

Napoli ricomincia a vivere dopo i mesi di lockdown e restrizioni con un ottobre ricco di eventi.

La città partenopea vede rivivere la Mostra d’Oltremare con eventi che da sempre hanno segnato la storia fieristica della città con appuntamenti cruciali come la fiera dedicata al matrimonio e all’arredo come Tutto Sposi, il salone nazionale del wedding che si terrà tra il 16 e il 24 ottobre.

Un appuntamento atteso da grandi e piccini è Fuori di Zucca, la mostra all’aperto che ti catapulterà nel fantastico mondo delle zucche con laboratori di pittura o laboratori di intaglio pensati per il divertimento dei più piccini.

I biglietti sono acquistabili online o presso il botteghino e la mostra sarà attiva fino al 28 novembre 2021.

Prorogata al 31 gennaio 2022 Claude Monet The Immersive Experience, la mostra multimediale dedicata al maestro impressionista in una mostra multimediale che avvolgerà il visitatore per porlo al centro dell’opera.

Per gli amanti d’arte non finisce qui con le aperture serali del Museo di Capodimonte con accesso al museo con prezzi di 2 euro.

In scena al Teatro Diana fino al 21 novembre 2021 la commedia di Maurizio De Giovanni che vedrà salire sul palco il Brigadiere Maione e Bambinella due bravi attori che abbiamo visto nella fiction “Il commissario Ricciardi”.

Fino al 31 ottobre Carlo Buccirosso farà da padrone di casa del Teatro Augusteo con “La rottamazione di un italiano perbene” inaugurando così anche la nuova stagione teatrale.

Scegli gli aliscafi SNAV con partenze quotidiane dalle Isole del Golfo. Con le nostre unità veloci potrai raggiungere Napoli da Ischia Casamicciola, Procida e Capri.

Capri: pezzogna all’acqua pazza

Tra le ricette tipiche che si possono gustare nei ristoranti capresi, c’è una ricetta di mare dal gusto delicato e semplice. Si tratta della pezzogna all’acqua pazza.

Questo metodo di cottura del pesce è facilmente riproducibile anche a casa e, scegliendo materie prime di buon livello qualitativo il gusto è assicurato.

L’acqua pazza è un metodo di cottura che risale al 1800 e veniva praticata dai pescatori del sud Italia, dalla Campania alla Sicilia. A bordo dei pescherecci si trovavano ingredienti poveri come i pomodorini, il prezzemolo e l’aglio. Il sale era sostituito dall’acqua di mare, perché rappresentava un ingrediente troppo costoso.

Estimatore d’eccellenza del pesce cucinato all’acqua pazza era Totò che amava gustare questo piatto proprio nei migliori ristoranti capresi.

Come preparare la pezzogna all’acqua pazza

Per preparare la pezzogna all’acqua pazza occorrono pochi e semplici ingredienti. La protagonista del piatto è sicuramente la pezzogna per cui va scelta accuratamente per preparare questa ricetta a regola d’arte.

Ingredienti per la pezzogna all’acqua pazza

Per preparare questa gustosa pietanza serve 1 o 2 pezzogne in base alle grandezza. Per un secondo piatto da servire a 4 persone occorre un pesce di circa 800 grammi.

Gli ingredienti che vanno a comporre il condimento sono caratterizzati da:

  • ⅞ pomodorini;
  • 1 bicchiere di vino bianco per sfumare;
  • aglio e peperoncino:
  • olio EVO q.b.;
  • prezzemolo fresco per la guarnizione.

Come cucinare la pezzogna all’acqua pazza

Una volta recuperati tutti gli ingredienti è tempo di mettersi ai fornelli. La prima cosa da fare è preparare il pesce. Nel caso in cui la tua pescheria di fiducia ti fornisca il pesce già pulito puoi saltare i passaggi di eviscerazione e desquamazione.

Dopo aver pulito la pezzogna si farcisce all’interno con prezzemolo e un pizzico di sale. Lava i pomodorini e tagliali a quarti. Ora è arrivato il momento di cuocere la nostra pezzogna.

Mettere una padella sui fuochi e cospargere di olio di olio. Aromatizzare l’olio con aglio e peperoncino. Aggiungere poi il pesce e i pomodorini. Infine, sfumare con il vino bianco.

Far cuocere il tutto a fuoco medio per circa venti minuti con coperchio, per mantenere l’umidità degli ingredienti. Una volta trascorso il tempo impiattare e guarnire con il sugo di cottura e il prezzemolo tritato.

Non resta che cucinare! Ma per provare il gusto verace di questa specialità, allora prenota il tuo aliscafo per Capri e goditi una vacanza all’insegna del gusto.

Ischia, Procida o Capri: qual è l’isola adatta a te

L’estate sta finendo, ma le isole del Golfo restano una meta perfetta anche per un’inizio autunno all’insegna del sole e del mare.

Eh già, perché complici le temperature ancora miti sarà possibile dedicarsi qualche giornata al mare in controtendenza per godersi tutta la bellezza di località dal fascino senza tempo.

Ma quale isola scegliere per una fuga dalla città? Vediamo come scegliere la meta giusta per un weekend o una vacanza di inizio autunno.

L’isola di Ischia: un fascino sempreverde. 

Panoramic view of Forio at sunset, Soccorso Church, Ischia, Phlegrean Islands, Tyrrhenian Sea, Italy, South Europe

Mondana, colorata e ricca di possibilità: l’isola d’Ischia è una meta molto apprezzata dai turisti che la visitano proprio a settembre, che possono godersi questa località in maniera più serena.

Complice il rientro a lavoro, settembre, ma anche i mesi autunnali sono perfetti per godersi le terme, lo shopping in centro e la gastronomia locale in pieno relax.

Scegli Ischia se:

  • hai voglia di perderti nei colori dei giardini della Mortella;
  • stavi pensando a una giornata di trekking sull’Epomeo;
  • se vuoi goderti ancora qualche giorno al mare o alle terme;
  • se vuoi il mix perfetto tra vacanze nella natura e cultura.

L’isola di Procida: la Capitale Italiana della Cultura 2022 ti aspetta

Island of procida

Se sei tra quelli che non hanno mai visto Procida, allora questo è l’anno giusto per rimediare.

L’isola è stata appena insignito del titolo di Capitale della Cultura Italiana 2022, per cui un fitto programma di eventi renderà l’isola assolutamente protagonista.

Del resto Procida è sempre stata una meta non solo del turismo balneare, ma anche culturale. Un viaggio nella storia tra edifici iconici e tra i racconti di de Lamartine e di Elsa Morante, che hanno ambientato sull’isola i loro romanzi.

Non ultimo, attrazioni dell’isola sono rappresentate dai luoghi scelti da Massimo Troisi che scelse Procida come scenario per Il Postino.

Scegli Procida se:

  • vuoi scoprire perché l’isola è diventata Capitale Italiana della Cultura 2022;
  • se ami la buona cucina, senza rinunciare al mare e a location di rilievo storico e artistico.
  • se sei amante delle gite in bici e vuoi percorrere l’isola in un percorso che la abbraccia tutta.

Capri: il fascino dei faraglioni

Faraglioni cliffs in Capri Island, Campania, Italy

Capri è sempre stata una meta per il turismo d’elite. Frequentata dal jet set internazionale, come anche Ischia, per questo motivo ha sempre richiamato curiosi del bel mondo, ma anche amanti della bellezza tout-court.

Le belle giornate rendono ancora accessibile la Grotta Azzurra oppure sono ideali per una gita in barca per ammirare i Faraglioni.

Salire al Monte Solaro alla ricerca della lucertola azzurra, raro esemplare autoctono, può essere un’idea per gli amanti del trekking e della natura che desiderano vivere Capri sotto un altro aspetto. Salendo verso il Monte Solaro si arriva anche all’Eremo di Santa Maria a Cetrella.

Altro luogo perfetto per gli amanti della natura è un’escursione verso Punta Carena, dove è presente un imponente faro. Qui oltre alla natura selvaggia si può ammirare il tramonto con il sole che si adagia sul mare.

Capri è perfetta da visitare anche fuori dalla stagione turistica estiva, con il vantaggio di trovare anche prezzi calmierati rispetto l’alta stagione.

Scegli Capri se:

  • ami le ambientazioni mondane;
  • sei amante della moda e dell’inimitabile stile caprese;
  • sei hai voglia di scoprire il lato naturale e meraviglioso di quest’isola.

Come arrivare sulle isole del Golfo

Scegli gli aliscafi SNAV per raggiungere le isole del Golfo. Nel dettaglio gli aliscafi Napoli Ischia, Napoli Procida e Napoli Capri partono ogni giorno dal capoluogo con più corse quotidiane così da permetterti di personalizzare la tua esperienza.

Prenota subito il tuo biglietto collegandoti al sito www.snav.it o chiamando il call center 081 4285 555. Per avere il tuo biglietto subito sul tuo smartphone scarica l’App SNAV e goditi le isole del Golfo.

spalato

Vacanze in Dalmazia: consigli

La Dalmazia è il luogo ideale per dare alla proprie vacanze i giusti ingredienti. Questa località si contraddistingue per un arcipelago di isole incontaminate tra cui spiccano Bol, Brac e Kvar, per la costa spalatina ricca di attrazioni e per la celeberrima riviera di Makarska, quest’ultima perfetta per una vacanza tra mondanità e relax.

Le spiagge della Dalmazia

La Dalmazia si estende sulla costa Adriatica per circa 6000 Km. Sono diverse le città che attirano l’attenzione dei turisti, proprio perché non solo presentano spiagge accoglienti e location organizzate, ma anche perché sono ricche di storia, arte e attrazioni nella natura.

In particolare, scegliendo Spalato come punto di arrivo si possono effettuare spostamenti per visitare i dintorni e lasciarsi affascinare dalla bellezza del territorio.

Tra le spiagge più belle della Dalmazia ci sono sicuramente quelle delle isole che consentono di approdare in luoghi incontaminati, che ben si prestano anche a immersioni e attività come lo snorkeling. Da ricordare come esempio le spiagge di Zlatni Rat sull’isola di Brač o la spiaggia di Dbovica presente sull’isola di Hvar.

Non solo, proprio sulla riviera di Makarska è presente la spiaggia di Punta Rata a Brela è stata annoverata più volte tra le spiagge più belle in Croazia. Da qui si può godere di un panorama suggestivo. La spiaggia è adatta sia ad adulti con bambini che per giovani ed è dotata di tutti i servizi utili per una piacevole giornata al mare.

Le isole della Dalmazia

La Dalmazia si affaccia sulle isole quarnerine situate nella regione nord-ovest. Le altre isole principali sono Pag, Dugi Otok, Ugljan, Pasman, le Incoronate, Brač, Hvar, Korčula, Vis, Lastovo e Meleda.

Ognuna di queste località si distingue per la bellezza incontaminata e un mare cristallino. Potresti approfondire leggendo il nostro articolo dedicato alle mete più belle per le vacanze in Croazia.

Alcune isole sono raggiungibili partendo dal porto di Spalato oppure è possibile partecipare a tour guidati per ammirare la costa dalmata, quest’ultima ricca anche di insenature e di luoghi caratteristici dove poter fare il bagno e godere dei panorami mozzafiato.

Come arrivare in Dalmazia

Per le tue vacanze puoi scegliere la regione spalatino-dalmata che è tra le più estese e popolose di tutta la Croazia. In particolare, scegliendo i traghetti per la Croazia potrai approdare in una delle città adriatiche più affascinanti, come Spalato, che rappresenta una meta tutta da scoprire. 

Inoltre, da Spalato potrai imbarcarti per raggiungere alcune delle isole dalmate oltre a organizzare la tua vacanza itinerante per raggiungere mete come la Riviera di Makarska, o anche per visitare l’entroterra, caratterizzato da zone perfette per il trekking e le passeggiate nella natura.

Viaggia alla scoperta della regione spalatina- dalmata con SNAV.

Salina: spiagge

Chi sceglie Salina per le proprie vacanze sa bene che su quest’isola si può godere di un mare cristallino e di spiagge immerse in una natura incontaminata.

Grande attenzione al territorio e all’ambiente fanno dell’isola di Salina un meta privilegiata riconosciuta con le Cinque Vele per 2021 che consacrano i tratti di mare più puliti. Il riconoscimento viene conferito da Legambiente e dal Touring Club.

La conformazione dell’isola è tale da dare spazio solo a quattro spiagge e suggestive insenature da raggiungere in barca. Vediamo quali sono le spiagge di Salina.

Spiaggia di Santa Marina

Iniziamo la nostra rassegna con la spiaggia di Santa Maria. Questa è la spiaggia più vicina al porto, perfetta anche per chi si ferma a Salina per una giornata, ma anche per chi desidera fare il bagno in un punto centrale.

La spiaggia si compone di un litorale caratterizzato da sassi lisci e levigati. Le acque limpide di un acceso color cobalto sono un irresistibile invito a godersi la giornata in acqua.

Spiaggia di Pollara – La spiaggia del Postino a Salina

La spiaggia di Pollara si trova nell’omonimo paesino che si trova nei pressi del Comune di Malfa. Questo luogo ha conquistato l’affetto dei turisti, anche perché teatro dell’ultimo film di Massimo Troisi, Il Postino, che ne ha valorizzato la bellezza.

La spiaggia di Pollara si trova sull’estremità nord-occidentale dell’isola. Per arrivarci è necessario percorrere un sentiero scosceso che si trova a circa trenta minuti dal centro abitato.In alternativa, si può percorrere una scalinata che passa per la casa che fu una delle location in cui fu girato “Il Postino”, che prende il nome “la casa del postino”. Infine, la spiaggia è raggiungibile anche via mare.

La spiaggia presenta un litorale di sassi e ghiaia che si estende sotto una ripida scogliera. Il mare, cristallino e limpido, costituisce una forte attrattiva, tuttavia fare il bagno potrebbe non essere agevole per tutti. Consigliamo però di non perdere il tramonto, uno tra i più belli al mondo.

Spiaggia dello Scario

La spiaggia dello Scario è un’altra località molto apprezzata ed è situata nel Comune di Malfa. La spiaggia dello Scario si trova a soli cinque minuti dal centro abitato, quindi è la meta ideale per chi vuole godersi una vacanza all’insegna di tranquillità e relax.

La piccola spiaggia di sassi e ghiaia è bagnata da un mare azzurro e cristallino. L’ingresso in acqua può avvenire in maniera agevole, per cui questa località è un punto di riferimento anche per chi viaggia con bambini.

La spiaggia dello Scario è rinomata non solo per la sua importante valenza naturalistica, ma anche perché storicamente rappresentava il punto nel quale avveniva lo scalo delle navi che in tempi antichi viaggiavano dalla Campania alla Sicilia.

Spiaggia di Rinella

Concludiamo la nostra rassegna con la spiaggia di Rinella che si trova nei pressi dell’omonima frazione del Comune di Leni.

Questo è uno dei luoghi più caratteristici dell’isola e si contraddistingue per la sabbia nera che si estende sotto alcune grotte scavate nella roccia, le quali venivano utilizzate un tempo per il ricovero delle barche.

Questa località è particolarmente adatta per chi preferisce fondali bassi. Inoltre, è una delle mete suggerite per chi ama lo snorkeling.

La fauna e la flora marina sono quanto mai rigogliose, ma non sono l’unica cosa da ammirare. Sui fondali della spiaggia di Rinella, infatti, avvengono i cosiddetti “sconcassi”, fenomeni vulcanici che si manifestano con l’uscita di vapore e gas sott’acqua.

Come arrivare a Salina

Per arrivare a Salina da Napoli viaggia con Snav! collegati al sito ufficiale per conoscere gli orari delle partenze Napoli Salina e le offerte speciali pensate per te!

E tu cosa aspetti a tuffarti nel mare azzurro e limpido di Salina?