Ventotene: Villa Giulia

Ventotene, la più piccola isola dell’arcipelago ponziano, è ricca di luoghi tranquilli, avvolti da un mare cristallino e da una ricca vegetazione.

La storia di Ventotene è millenaria: l’isola fu anticamente denominata dai greci Pandoteira e in seguito divenne una colonia romana dove venivano confinati i membri della famiglia imperiale; una testimonianza di quell’epoca è Villa Giulia, situata sul promontorio di Punta Eolo.

Di questa grande villa imperiale rimangono pochi ruderi, ma i visitatori possono distintamente riconoscerne i cortili, le stanze, i giardini, le cisterne e le terme.

La villa fu chiamata “Giulia” perchè la storia narra che la  nobildonna romana figlia dell’imperatore Augusto fu esiliata tra le sue mura.

La villa si estende per oltre trecento metri in lunghezza e circa cento in larghezza; molti dei suoi ruderi sono stati utilizzati come materiale per le abitazioni, altri sono esposti al Museo Storico Archeologico, mentre una delle sue colonne fa parte del monumento ai caduti sulla piazza del Comune.

I turisti che volessero visitare Villa Giulia, possono raggiungere l’Isola di Ventotene imbarcandosi sugli aliscafi per le isole Pontine da Napoli.