Capri: Villa Damecuta

villa damecuta era la residenza di Tiberio a CapriSu di uno sperone roccioso posto quasi sulla Grotta Azzurra, ed a circa trenta minuti di cammino dal centro di Anacapri, si trovano le rovine di Villa Damecuta, una delle dodici ville imperiali romane volute dall’imperatore Tiberio.

Di essa restano pochi ruderi, portati alla luce negli scavi tra il 1937 ed il 1948, che permettono comunque di risalirne alla struttura.
La villa, aperta sul Golfo di Napoli, era costituita da una lunga loggia porticata di 80 metri che terminava con un ampio belvedere semicircolare. Sulle rovine della villa, danneggiata nel ’79 d.C. dall’eruzione del Vesuvio, fu costruita una torre di avvistamento affacciata sul mare, a salvaguardia delle incursioni piratesche dell’epoca.
Al di sotto della torre medioevale sono stati individuati i resti di un cubicolo, all’interno del quale è stato rinvenuto un torso maschile di statua; verso ovest, sotto la loggia, si trovano due ampi ambienti di soggiorno.

E’ possibile visitare la Villa Damecuta tutti i giorni dalle ore 9.00 ad un’ora prima del tramonto.

Infine, ricordiamo che la bella isola azzurra è facilmente raggiungibile, imbarcandosi al porto di Napoli, di Castellammare o di Sorrento sugli aliscafi per Capri Snav.