Ventotene: itinerari nella natura

0 commenti 8 gennaio 2016

Flora isola Ventotene

L’isola di Ventotene è sicuramente un paradiso per chi desidera vivere una vacanza all’insegna della natura. Sono diversi, infatti, i percorsi naturalistici che si possono affrontare per guardare l’isola da un’angolazione diversa. Oggi ne proponiamo uno che attraversa parte delle attrazioni naturalistiche dell’isola.

Partendo dal centro polisportivo ai Cameroni, si può arrivare al promontorio che si erge al di sopra dell’insenatura di Parata Grande. Se si è appassionati di ornitologia, qui si possono osservare gli uccelli che abitano nei pressi dell’ambiente marino. Tra le specie presenti in questa zona troviamo gabbiani, colombacci e berte. Percorrendo poi una scala di cemento si scende verso una spiaggia di sassi sulla quasi depositano posidonie e alghe. Inoltre, nelle pozze di marea si possono osservare molluschi, crostacei e altre specie, tra le più comuni annoveriamo coralli, stelle di mare e ricci.

Risalendo, un’altra sosta obbligata sempre per gli appassionati di birdwatching è il Museo Ornitologico, ubicato all’interno di un edificio chiamato il Semaforo. Quest’ultimo è una costruzione militare e, nello specifico, è una postazione antiaerea che risale alla Seconda Guerra Mondiale. Durante il percorso che porta al museo è possibile osservare le molteplici essenze vegetali che costituiscono la flora dell’isola di Ventotene: dalla borragine alla violaciocca selvatica, dal limonio al finocchio marino fino a una specie rara quale il narciso tazzetta.

Il Semaforo è un punto di osservazione privilegiato, in quanto la vista spazia da una parte all’altra della costa. Questo è il regno di gabbiani e gheppi che si esibiscono nei loro volteggi e planate. Inoltre, trovandosi sulle rotte percorse dagli uccelli migratori, l’isola di Ventotene si dimostra la meta ideale se si desidera osservare gli stormi di passaggio che tornano durante la bella stagione.

La fauna avicola non è l’unica che merita di essere osservata, infatti, se si percorre questo itinerario si possono ammirare anche i delfini tursiopi che si esibiscono in salti e piroette. Generalmente, questi ultimi, si possono avvistare dalla strada che costeggia il Moggio di Terra. La fauna ittica è particolarmente ricca e si avvistano anche piccoli cetacei, capidogli e tartarughe marine comuni.

Ritornando al nostro itinerario, prendendo via Ulivi e percorrendola fino alla strada asfaltata, poi con una deviazione in un viottolo situato sulla destra è possibile raggiungere Punta dell’Arco, che rappresenta il punto più alto dell’isola. Da qui oltre a osservare gli stormi di uccelli migratori, durante alcuni mesi specifici dell’anno, si può godere di un panorama unico.

Scendendo verso il centro ci sono altre postazioni panoramiche, da cui si potranno scattare foto meravigliose! Se per le tue vacanze stai pensando all’isola di Ventotene, scegli Snav per il tuo viaggio! Dal 02 luglio 2016, potrai arrivare sull’isola pontina con una piacevole trasferta.  Visita il sito www.snav.it per maggiori informazioni.

No related posts.

Articoli correlati elaborati dal plugin Yet Another Related Posts.

Tags: ,

Categoria: Luoghi da scoprire, luoghi da non perdere