Sonorità sorrentine: il mandolino

Sonorità sorrentine: il mandolino

Considerando le sonorità campane, molto probabilmente il nostro primo pensiero si rivolge al mandolino, che in effetti, rappresenta lo strumento musicale simbolo della regione; la sua origine risale alla metà del XVII secolo, quando appunto la celebre Casa Vinaccia iniziò a produrre questa tipologia di strumenti.
Considerando in particolare il folklore di Sorrento non possiamo fare a meno di ricordare il vecchio detto che recita: “E surrentine teneno ‘a musica int’ è stentino”, cioè “i sorrentini hanno la musica negli intestini”. In fondo Sorrento, è stata sempre una terra generatrice di gruppi folkloristici, bande musicali e complessi “mandolinistici”; tra cui ricordiamo, per la grande originalità delle elaborazioni, l’Orchestra Stabile Mandolinistica “Surrentum”. Il motivo per cui questa orchestra risulta essere davvero unica nel suo genere è dato dal fatto che, le sue esecuzioni, pur basandosi su classiche melodie popolari, vengono rielaborate come composizioni appartenenti a repertori di Orchestra da Camera. Nonostante questo tipo di rielaborazione, le melodie, in fondo, non perdono l’anima, lo spirito, e la caratteristica atmosfera delle musiche campane.
Per ascoltare queste fantastiche e coinvolgenti musiche il consiglio è visitare Sorrento. Snav offre un servizio di aliscafi, con partenze giornaliere in tutti i mesi dell’anno. La navigazione è rapida, sicura e ricca di ogni comfort e le prenotazioni dei biglietti possono essere effettuate on line comodamente da casa.

La tarantella sorrentina

La tarantella sorrentina nasce come danza popolare e come espressione folcloristica, per diventare poi, nel corso degli anni, una vera e propria attrazione turistica; un elemento di forte interesse per tutti coloro che desiderano fare una vacanza a Sorrento.
Chiunque visiti la Costiera Sorrentina, infatti, non può assolutamente privarsi di tutti quelle sensazioni che, solo osservando la tarantella, si possono provare. Si tratta di una danza conosciuta in tutto il mondo, che grazie alla sua leggiadria, freschezza, alla sua musica e ai suoi costumi, ha il potere di suscitare in ognuno di noi un fortissimo senso di allegria e di assoluto benessere; stesse sensazioni che in fondo, si possono percepire passeggiando lungo le stradine strette, o le eleganti piazze della Terra delle Sirene.
Ormai la tarantella, oltre ad essere una danza particolarmente coinvolgente, è diventata anche uno dei più suggestivi biglietti da visita per la costiera sorrentina. A tal proposito, vengono spesso organizzati degli spettacoli, in locali specializzati, che sullo sfondo delle rappresentazioni, propongono straordinarie immagini paesaggistiche dell’antica Sorrento.
Ma perché la tarantella sorrentina si differenzia da tutte le altre? I motivi sono due: il primo consiste in una particolare variazione della musica, realizzata proprio durante la fase centrale della danza; il secondo motivo è dato dal fatto che la tarantella sorrentina, a differenza delle altre, è esclusivamente una danza d’amore.
Dunque, per lasciarsi trasportare dalla melodia, e sognare ad occhi aperti davanti ad incantevoli paesaggi, non rimane altro che raggiungere al più presto Sorrento. Niente di più facile e conveniente grazie al servizio di aliscafi offerto da Snav: si effettuano partenze giornaliere durante l’arco di tutto l’anno, e il servizio di navigazione è rapido, sicuro e confortevole.