Sardegna: Infiorata del Corpus Domini ad Arborea il 26 giugno

Sardegna: Infiorata del Corpus Domini ad Arborea il 26 giugno

Anche quest’anno, nel giorno del Corpus Domini, si rinnova l’antica tradizione dell’Infiorata nella bella Piazza di Santa Maria Ausiliatrice di Arborea, Oristano.

Il 26 giugno, la piazza di Arborea sarà adornate da migliaia di fiori variopinti offerti dai concittadini per omaggiare il Signore durante la processione, un tappeto fiorito fatto di rose, ginepro, ginestre e bouganville.

Il tappeto di fiori, lungo circa 30 metri e autentica opera d’arte, si compone di 8 quadri che rappresentano alcune immagini sacre, realizzate da infioratori con una lunga e laboriosa preparazione.

Grazie a un gruppo di fedeli, il tappeto rimarrà in ottime condizioni per tutta la durata della manifestazione: i volontari provvederanno infatti a sistemare i fiori spostati dai capricci del maestrale e li spruzzeranno leggermente con acqua per mantenerli freschi e profumati per le migliaia di visitatori che come anno verrano ad Arborea per ammirare questo splendido capolavoro ed assistere alla processione.

I turisti che volessero partecipare alla tradizionale Infiorata del Corpus Domini, possono raggiungere la Sardegna imbarcandosi al porto di Civitavecchia sui traghetti per Olbia Snav.

Sardegna: festa dell’Annunziata nel mese di maggio 2011 a Bitti

Nel comune di Bitti, situato al confine tra le provincie di Sassari e di Olbia-Tempio, si festeggia ogni anno nel mese di maggio la festa di Nostra Signora dell’Annunziata.

Il secondo venerdì di maggio inizia la novena e i fedeli si trasferiscono nelle bianche cumbessias, tipiche casette religiose di epoca nuragica, costruite per ospitare i pellegrini.

I novinanti, protagonisti della festa, partecipano a balli tradizionali e manifestazioni.

Il terzo sabato del mese, vigilia della ricorrenza, alcuni cavalieri ricevono la benedizione del santuario di Nostra Signora del Miracolo, dopodichè si recano al Santuario dell’Annunziata.

La terza domenica del mese, giorno della festa, anche i fedeli si recano a piedi al Santuario dell’Annunziata per fare penitenza e sciogliere i voti.

Il martedì seguente, il gruppo di cavalieri seguono il percorso inverso insieme a novinanti e fedeli che ritornano nelle proprie case con un corteo di automobili.

I turisti che desiderano partecipare a questa festa tradizionale e religiosa, possono raggiungere la Sardegna imbarcandosi al porto di Civitavecchia sui traghetti per Olbia Snav.

Sardegna: Sagra del vino il 7 e 8 maggio ad Atzara

Atzara è un pittoresco borgo di origine medievale della provincia di Nuoro.

Come ogni anno, nella seconda domenica di maggio si ripete la famosa Sagra del Vino.
Il vino per Atzara non è solo economia, ma soprattutto storia, tradizione e cultura; gli abitanti hanno molto cura delle loro vigne e questa passione ha fatto nascere uno squisito nettare: il Mandrolisai di Atzara, un vino unico, dall’inconfondibile profumo e sapore, frutto di una tradizione millenaria.

Atzara accoglie quindi turisti e visitatori per le suggestive vie del centro storico, facendo assaporare loro il nero di Atzara.
La festa è l’occasione anche di conoscere questa splendida cittadina e la calorosa ospitalità dei suoi abitanti; i turisti potranno assaporare anche i prodotti tipici del posto, quali salumi e formaggi, e i deliziosi dolci tradizionali.

La XXV edizione di questa importante vetrina enogastronomica, si terrà quest’anno il 7 e 8 maggio con un calendario ricco di eventi.

Ricordiamo ai turisti che la Sardegna è raggiungibile imbarcandosi al porto di Civitavecchia sui traghetti per Olbia Snav.

Sardegna: Festa di San Gavino il 1 maggio a Viddalba (Sassari)

Situata nella regione storica della Gallura, Viddalba, paesino in provincia di Sassari, si sviluppa su un rigoglioso territorio attraversato dal fiume Coghinas.

Viddalba è un posto veramente caratteristico e degne di nota sono le sue chiese campestri tra le quali San Gavino a Monte, una chiesetta rustica, situata a 800 mt di altitudine in un paesaggio dallo stile anglosassone.

Proprio in questa chiesetta che domina il Golfo dell’Asinara, il 1° maggio si festeggia San Gavino.

Durante questa festa folkloristica, il comitato dell’organizzazione allestisce un grande pranzo a base di pietanze tipiche del luogo, cucinato da li “cuzineri”, cuochi tradizionali la cui esperienza è data dai loro padri e nonni.
I “cuzineri” sono tra i protagonisti della festa, lavorano sul posto gli alimenti rigorosamente locali per deliziare con gusto e raffinatezza i palati di tutti i partecipanti.

La chiesa di S. Gavino patrono del monte è veramente caratteristica e ha un panorama meraviglioso.

Ai turisti che volessero partecipare alla festa di S. Gavino ricordiamo che la Sardegna è raggiungibile imbarcandosi al porto di Civitavecchia sui traghetti per Olbia Snav.