Napoli: i canottieri Giuseppe e Carmine Abbagnale

Napoli: i canottieri Giuseppe e Carmine Abbagnale

I fratelli Giuseppe e Carmine Abbagnale sono due ex canottieri italiani nati a Castellammare di Stabia rispettivamente nel 1959 e nel 1962.

I due fratelli, insieme a Giuseppe di Capua (timoniere) hanno vinto la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Los Angeles nel 1984 e di Seul nel 1988; inoltre hanno vinto sette mondiali di canottaggio nella specialità del due con e altri numerosi titoli italiani.

Giuseppe si è ritirato nel 1994 candidandosi alla Camera per il centrodestra nel collegio della sua terra natia ottenendo il 35,9% dei voti, ma è stato sconfitto da Salvatore Vozza, rappresentante dei Progressisti.

Il fratello Carmine invece ha continuato a gareggiare, vincendo un argento mondiale in coppia con Gioacchino Cascone.

I due fratelli di Castellamare di Stabia in coppia hanno sempre dimostrato un affiatamento e una determinazione senza eguali, tanto da essere considerati da molti esperti del settore come il miglior equipaggio in assoluto nella storia del canottaggio.

Napoli, terra natia di questi grandi sportivi è raggiungibile partendo da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.

Napoli: Renato Carosone

Renato Carosone, nato a Napoli nel 1920, è stato un grande cantautore, musicista e compositore.

L’artista napoletano si diploma in pianoforte, parte per la seconda guerra mondiale e quando torna si trasferisce a Roma dove ottiene un buon riscontro nel mondo della musica.
Nel ’49 dà vita il Trio Carosone, gruppo musicale che inaugura lo Shaker Club di Napoli.
Negli anni ’50 raggiunge la vera notorietà; il suo primo successo commerciale è Maruzzella, a cui seguono O suspiro, Torero, O sarracino e Caravan Petrol che conquistano le classifiche europee e nordamericane.

Il gruppo di Carosone si esibisce non solo in Europa, ma anche a Cuba inaugurando una memorabile tournée americana che tocca anche New York.

Nel ’60 l’artista si ritira inspiegabilmente dalle scene per poi ritornare improvvisamente 15 anni dopo: il concerto viene ripreso dalla televisione e Carosone conquista ancora una volta con i suoi brani più famosi tra cui Tu vuò fa l’americano.

L’artista incide nel ’82 un altro disco e partecipa a show e trasmissioni televisive.
Carosone muore nel 2001 nella sua casa di Roma.

Ricordiamo ai turisti che Napoli è raggiungibile partendo da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.

Napoli: Vincenzo Salemme

Vincenzo Salemme, attore, regista e drammaturgo, è nato nel 1957 a Bacoli (Napoli), comune di origine vulcanica che appartiene all’area dei Campi Flegrei.

Vincenzo Salemme inizia la sua carriera artistica nel campo teatrale, insieme alla compagnia teatrale di Eduardo De Filippo, dove porta in scena opere comiche.

Pluripremiato dalla critica teatrale, Salemme debutta al cinema nel 1981 diretto da Nanni Moretti nel film Sogni d’oro.
L’attore vince nel 1988 il Premio Sciacca come miglior attore non protagonista e questa riconoscenza lo porta a diventare anche autore teatrale. Negli anni ’90 porta in scena testi da lui scritti come Sogni, bisogni, incubi e risvegli, Buonanotte e molti altri, creando la compagnia teatrale: l’Associazione Culturale Emporio Teatro.

Tra le sue più famose commedie teatrali ricordiamo …e fuori nevica e lo spassosissimo Faccio a pezzi il teatro con Maurizio Casagrande.

Nel 1998 esce il suo primo film come regista L’amico del cuore che incassa oltre dieci miliardi delle vecchie lire. I film più recenti sono Ho visto le stelle, Cose da pazzi e No problem.

Ricordiamo, infine, che Napoli è raggiungibile imbarcandosi da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.

Napoli: Peppe Barra

Peppe Barra, attore teatrale e cantautore nasce a Roma nel 1944 da una famiglia di artisti napoletani: il padre Giulio, artista di varietà e la madre, l’indimenticabile attrice Concetta Barra.
Già da bambino Peppe frequenta scuole di teatro e inizia presto a esibirsi in palcoscenico lavorando con Gennaro Vitiello.
In questo periodo incontra Roberto De Simone, fondatore della Nuova Compagnia di Canto Popolare, incontro che segna in maniera significativa la sua evoluzione artistica.

Dopo vari premi vinti, l’artista napoletano si esibisce in un assolo durante il Carnevale di Venezia: nasce così Peppe e Barra, spettacolo di enorme successo con protagonista anche la madre Concetta, che porterà la compagnia a esibirsi a Parigi e Bombai.
Negli anni ’90 incide il suo primo disco Mo’ Vene per il quale vince la targa Tenco come migliore interprete.
Negli primi anni 2000 incide un nuovo disco, partecipa al film “Pinocchio” di Benigni e rappresenta a teatro La cantata dei pastori.
Nel 2009 Peppe Barra incide il suo nuovo disco N’attimo, composto da 12 tracce che fondono amore, dolore, ironia e poesia.

Ricordiamo ai turisti che possono raggiungere Napoli da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.

Napoli: Pino Daniele

Pino Daniele è un famoso cantautore e musicista napoletano, classe 1955.

Entra nel mondo della musica con il gruppo Batracomiomachia, poi come bassista con i Napoli Centrale, un gruppo jazz rock famoso negli anni settanta, dove viene notato dal produttore della EMI Claudio Poggi, che decide di seguire discograficamente.

Nel 1979 esce l’album Pino Daniele, con Je so pazzo, una canzone coraggiosa che porta il cantante a far uscire l’anima del “quartiere Porto” dove è cresciuto.
Il cantautore pubblica anno dopo anno nuovi album che riscuotono successo, rendendolo sempre più apprezzato nel panorama musicale.

Tra i tanti successi ricordiamo Che Dio ti benedica, Non calpestare i fiori nel deserto, Yes I know my way. Nel 2000 esce una raccolta completa dell’artista con il titolo Napule è, mentre nel 2002 Pino Daniele è in “Concerto”, un viaggio musicale dal sound folk ed etnico.

Oggi, Pino Daniele fissa un appuntamento col pubblico il 24 giugno 2011 a Salerno, sul Palco di Cava De’ Tirreni, dove suonerà con Eric Clapton al Concert for Open Onlus – In aid of Children.

Ricordiamo ai turisti che possono raggiungere Napoli da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.