Storie e leggende napoletane di Benedetto Croce

Storie e leggende napoletane è un libro di Benedetto Croce, filosofo, scrittore e politico, rifondatore del Partito Liberale.

L’opera letteraria comprende una serie di scritti e di memorie storiche legate ai fatti e alle leggende che interessarono la Napoli dal 15° secolo in poi. Protagonisti del volume sono il popolo partenopeo e i forestieri che hanno caratterizzato la bella Napoli nei secoli passati.

Le novelle, in tutto 17, furono pubblicate intorno alla fine dell’800 su vari periodici e furono edite per la prima volta, racchiuse in unico volume, nel 1919 dalla Laterza.
Successivamente “Storie e leggende napoletane” fu riveduto dall’autore, il quale aggiunse due saggi, e ristampato fino alla settima edizione del 1976.
Benedetto Croce dedicò il libro alla memoria dello storico e archivista Bartolomeo Capasso, direttore dell’Archivio di Stato di Napoli, esprimendo la convinzione che “il legame sentimentale col passato prepara e aiuta l’intelligenza storica, condizione di ogni vero avanzamento civile”.

Ricordiamo ai lettori che desiderassero visitare Napoli, che il capoluogo partenopeo è raggiungibile partendo da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.