Sicilia: il carretto simbolo dell’isola

il carretto siciliano è uno dei simboli dell'isolaIl carretto siciliano è uno dei simboli più popolari della Sicilia. Affonda le sue radice nell’800′ come strumento di lavoro e successivamente con lo sviluppo del sistema viario dell’isola venne adottato come mezzo di trasporto dai campi alla città.

Il tradizionale veicolo a due ruote è trainato da un solo cavallo ed è quindi destinato al trasporto di carichi leggeri. E’ realizzato artigianalmente con diverse varietà di legname, tra cui il noce per le parti del carro che devono sostenere il peso maggiore (le sponde, i travetti, la corona e il mozzo delle ruote), il frassino per i pioli; il faggio per le mensole e le stanche e infine l’abete per gli altri componenti.

Particolare attenzione viene data alla decorazione del carretto che riprende i motivi decorativi della tradizione siciliana del seicento e del settecento. Si tratta di pitture ed intarsi che addobbavano portantine e carrozze aristocratiche.

Le fiancate dei carretti sono ornate da una serie di pannelli che rappresentano un classico esempio di quell’antica pittura  artigiana.  In questi riquadri sono raffigurati i personaggi attinti dalla tradizione cavalleresca “dei Paladini di Francia”, dalla mitologia, dalla storia, dalla cronaca o dalla letteratura.

I turisti che apprezzano le tradizioni di questa splendida isola del Mediterraneo, possono raggiungere la Sicilia imbarcandosi al porto di Napoli sui traghetti per Palermo Snav.