Sicilia: “lu fusu” di la vecchia

Secondo antiche credenze popolari, gli antichi abitanti della Sicilia erano dei giganti, dato che costruivano edifici colossali. A Selinunte, tra le grandiose ed impressionanti rovine, si erge solitaria una colonna alta oltre 16 metri facente parte del tempio  dedicato a Zeus, mai stato ultimato e oggi completamente in rovina tranne questa colonna ricostruita e denominata per la sua forma da contadini e marinai “lu fusu di la vecchia“, perchè secondo loro doveva servire alle antiche filatrici come fuso per filare la lana. Oltre a questa leggenda vi è un’altra singolarità riguardante la colonna.

La singolarità è data dalle sue perfette proporzioni architettoniche che, da lontano, la fanno apparire una colonna certamente notevole, ma non così grande come invece è in realtà. Per rendersi conto di quanto questa colonna sia effettivamente massiccia ed alta, bisogna andarci proprio vicino; bisogna addirittura toccarla con le mani e solo quando almeno sette persone cercheranno di abbracciarla si accorgeranno di quanto essa sia gigantesca, perchè la sua circonferenza è di oltre dieci metri.

Per visitare questa particolare colonna si può raggiungere l’isola sui traghetti Sicilia Snav.