Sardegna: Santuario di Nostra Signora di Bonaria

Il Santuario di Nostra Signora di Bonaria è oggi il massimo tempio cristiano della Sardegna ed è situato su un colle a sud-est di Cagliari.

La sua costruzione iniziò nel 1704 e terminò nel 1926; nello stesso anno Papa Pio XI gli conferì il titolo di Basilica Minore.

L’altare è sormontato da un grande baldacchino con quattro colonne in marmo verde; la cappella dei Caduti con il bassorilievo della “Pietà” è opera del Montaldi e la scultura del monumento ai Caduti è opera di Francesco Ciusa.

All’interno del Santuario si trova la Vergine di Bonaria, una statua antichissima la cui storia ha fatto il giro del mondo. Pare che nel 1370 un veliero partito dalla Spagna fu sorpreso da una furiosa tempesta. Tutto il carico venne gettato in mare, tra cui una pesante cassa, ma appena questa toccò le acque, miracolosamente il mare si calmò. All’interno della cassa trovarono una statua della Madonna in legno di carrubo; per devozione i conquistadores diedero il nome alla capitale dell’Argentina: Buenos Aires e S.Pio X proclamò la Madonna di Bonaria Patrona Massima della Sardegna.

I turisti possono arrivare in Sardegna, imbarcandosi al porto di Civitavecchia sui traghetti per Olbia Snav.