Sardegna: la leggenda del Golfo degli Angeli

Il golfo di Cagliari chiamato Golfo degli Angeli, è un tratto ai limiti del Mar Tirreno sul quale si affaccia la costa meridionale della Sardegna.

La leggenda narra che un tempo gli Angeli chiesero a Dio un dono. Il Signore rispose che avrebbe dato loro una terra piena di amore e di felicità: “So che esiste questa terra; cercatela, trovatela e sarà vostra“.

Gli Angeli scesero sulla terra, ma ovunque trovarono guerre e cattiverie, fino a quando il loro sguardo cadde su un’isola verde circondata da un mare tranquillo. Dio mantenne la promessa e donò loro quello splendido paradiso.

Lucifero, invidioso della felicità degli Angeli, cercò di seminare fra loro il male, ma la spada scintillante dell’Arcangelo Gabriele fece trionfare il bene e il demonio stesso fu sbalzato dal suo cavallo nero. Con un impeto di violenta collera, Lucifero lanciò la sella nel golfo, formando un promontorio che poi venne chiamato “La sella del Diavolo“.

Ora gli Angeli guardano dall’alto questo golfo incantato discendendovi, talvolta, all’ora del tramonto quando il cielo si colora d’oro e di porpora.

La Sardegna è facilmente raggiungibile imbarcandosi al porto di Civitavecchia sui traghetti per Olbia Snav.