Sardegna: ad Alghero si parla il catalano antico

Il catalano è una lingua neolatina occidentale parlata ancora da oltre 9 milioni di persone; tra queste vi sono anche gli abitanti di Alghero.

Alghero, infatti, città in provincia di Sassari, situata sulla costa occidentale di fronte alla Catalogna, fu dominata per oltre 400 anni dagli spagnoli.

La città di Alghero (L’Alguer in catalano), viene fondata nel 1102 dalla famiglia dei Doria, durante l’occupazione genovese.
Nel 1353 una flotta aragonese sconfigge l’ammiraglio Antonio Grimaldi e vince la battaglia navale di Porto Conte; gli spagnoli insediano nella città una colonia di catalani che dà inizio all’età spagnola.

Gli abitanti di Alghero parlano, quindi, ancora oggi il corretto catalano antico e le sue strade vengono denominate “carrer” che tradotto significa “via”.

Il centro storico ha un’impronta catalana molto definita, fatta di antichi palazzi aragonesi, cortine murarie e bastioni che un tempo proteggevano Alghero. Vi sono inoltre Chiese e palazzi con balconcini in ferro battuto e la famosa torre dell’Esperò Reial.

La Sardegna e l’impronta delle sue origini è raggiungibile imbarcandosi al porto di Civitavecchia sui traghetti per Olbia Snav.