Ricetta: baccalà fritto

0 commenti 12 dicembre 2017

Tra le tradizioni gastronomiche partenopee che appartengono al periodo natalizio abbiamo quella del baccalà fritto. Pochi ingredienti tanta passione e una delle ricette più amate del cenone della Vigilia di Natale è subito servita.

Ecco come preparare un ottimo baccalà fritto (dosi per 4 persone):

600g di baccalà

farina quanto basta

olio di semi

sale

Se si acquista il baccalà sotto sale è necessario riporlo in acqua dal giorno prima ed effettuare più cambi d’acqua nel corso della giornata. Una volta dissalato, quindi, pulire il filetto di baccalà togliendo la pelle e la lisca. Attenzione: il baccalà contiene diverse spine per cui accarezzando il filetto bisogna cercare di toglierle tutte senza rovinarlo o sfilacciarlo.

Dividere il baccalà in tranci della grandezza che si preferisce. Se servito come antipasto si può optare per cubetti spessi da servire su uno spiedino, oppure se lo si presenta a tavola come secondo coviene tagliare dei tranci più grandi.

Procedere immergergendo i pezzi di baccalà nella farina, ricoprendolo su tutti i lati, stando bene attenti a eliminare l’eccesso di farina. Far riscaldare abbondante olio di semi in una padella capiente e friggere il baccalà.

Quando sarà ben dorato, sollevarlo dalla padella e adagiare i tranci su un foglio per fritti o carta assorbente per eliminare l’eccesso di olio. Salare, trasferire su un piatto da portata e servire ben caldo.

Scopri tutte le ricette di Natale sul Magazine e mettiti alla prova in cucina con le bontà suggerite da SNAV!

Related posts:

  1. Ricetta: Manfredi alla ricotta Che cosa si mangia a Natale e alla Vigilia ormai...
  2. Pašticada, una ricetta dalmata Siamo in Dalmazia, regione orientale della Croazia: tra le tante...
  3. Sciurilli: piatto tipico campano La tradizione culinaria campana offre, agli amanti della buona cucina,...

Articoli correlati elaborati dal plugin Yet Another Related Posts.

Categoria: Sapori mediterranei