Sicilia: poesie di Raffaele Poidomani

Raffaele Poidomani nacque a Modica il 12 settembre 1912 e trascorse la sua giovinezza nella casa paterna di via Santa Teresa.

Già nel 1927 scrisse una raccolta di 43 novelle umoristiche e iniziò il suo interesse per le ricerche d’archivio che lo portò ad acquisire una notevole competenza negli studi di paleografia.

Dal 1947 al 1949 fu a Milano e, grazie all’onorevole Giuseppe Saragat, lavorò come redattore e giornalista al quotidiano “L’Umanità”, presso il quale pubblicò un racconto e un articolo con Indro Montanelli su questioni relative alla Sicilia e ai rapporti tra società e mafia.

Nel 1955 iniziò su “La Sicilia” la pubblicazione delle Lettere d’amore di Giovanni Verga alla contessa Dina di Sordevolo, pubblicazione che fu interrotta poco dopo a causa di una querela presentata dal nipote di Verga.

Il 1966 fu un anno felice per Raffaele Poidomani, che potette pubblicare La peste a Modica nel 1626, ma l’anno successivo fu colpito da infarto e iniziò il suo decadimento fisico e intellettuale che lo portò lentamente alla morte il 13 marzo 1979 nella “sua” Modica.

Si ricorda che è possibile arrivare in Sicilia partendo dal porto di Napoli con i traghetti per Palermo Snav.