Palermo: area marina protetta di Capo Gallo

Tra i comuni di Palermo e l’Isola delle Femmine sorge l’Area Marina protetta Capo Gallo.

Istituita nel 2002 e protetta dalla Regione Siciliana, la Riserva è gestita dalla Capitaneria di Porto di Palermo con obiettivi che riguardano la salvaguardia dell’ambiente e la valorizzazione delle risorse biologiche e geomorfologiche della zona.

La riserva marina Capo Gallo-Isola delle Femmine persegue altri numerosi scopi, tra cui la divulgazione della biologia ed ecologia degli ambienti costieri e marini dell’area protetta.

I fondali sono ricchi di varie forme di vita vegetale e animale e sono ricoperti di Posidonia oceanica, che forma una vera e propria prateria sottomarina.

La terraferma è ricca di vegetazione tipica della macchia mediterranea; rilevante la presenza di una graminacea nordafricana, la Pennisetum setaceum, e il raro Limonium panormitanum.

Gli animali che ospitano l’area marina protetta sono mammiferi come la volpe e il coniglio selvatico, numerose specie di uccelli, diversi rettili e il rospo smeraldino siciliano, divenuto simbolo della Riserva.

Ricordiamo, infine, che la Sicilia è raggiungibile partendo dal porto di Napoli con i traghetti per Palermo Snav.