Napoli: Tempio dei Dioscuri

La Chiesa di San Paolo Maggiore di Napoli sorge sul Tempio dei Dioscuri, un antico edificio di età tiberiana (I secolo d.C.) di cui oggi rimangono poche tracce.

La costruzione del tempio fu dedicata ai Dioscuri Castore e Polluce, due gemelli, personaggi della mitologia greca e romana, figli di Zeus e di Leda.
La facciata del tempio riportava questa frase “Tiberio Giulio Tarso fece costruire in onore dei Dioscuri e della Pòlis il tempio e tutto quanto è in esso/Pelagon liberto e procuratore dell’imperatore, avendolo finito a sue spese, lo dedicò”.

Purtroppo, il Tempio dei Dioscuri non resse agli urti dei terremoti del 1686 e 1688 e ciò che rimane oggi sono solo 2 delle 6 colonne corinzie e parte della scritta di cui abbiamo accennato sopra.
Inoltre, nel 1972, sotto le statue dei Santi Pietro e Paolo, sono stati portati alla luce due torsi di marmo riconosciuti come le statue di Castore e Polluce. Dopo essere state restaurate, le statue sono oggi conservate al MANN, museo archeologico di Napoli.

Ai turisti che volessero visitare i resti del Tempio dei Dioscuri, ricordiamo che Napoli è raggiungibile partendo da tutte le destinazioni servite dai traghetti e dagli aliscafi Snav.