Napoli – Portici: la prima ferrovia italiana

la prima ferrovia italiana fu la napoli porticiLa prima linea ferroviaria italiana fu quella del tratto Napoli-Portici, inaugurata nel 1839.

La sua costruzione avvenne grazie a un ingegnere francese, Armando Bayard de la Vingtrie, che espose un suo progetto al marchese Nicola Santangelo, ministro di Ferdinando II.

Il progetto, dopo essere stato sottoposto anche al Re, fu approvato e i lavori iniziarono nel 1838.
I vagoni furono costruiti nello stabilimento di San Giovanni a Napoli, mentre le locomotive furono acquistate da una società inglese. La linea era lunga circa 7 Km, era a doppio binario e priva di scambi.
Il 3 ottobre del 1839 il tratto Napoli-Nocera con diramazione per Castellammare venne inaugurato con una grande festa a cui partecipò il Re e le più alte autorità del Regno.
Il convoglio aveva a bordo 48 invitati, una rappresentanza dell’armata del Re e la banda reale, per un totale di 258 persone.
Ovviamente questo tratto ferroviario era solo l’inizio di un progetto più grande che venne sviluppato in seguito.

Ricordiamo ai turisti che la città partenopea è raggiungibile imbarcandosi da tutte le destinazioni servite dalle navi Snav.