Sardegna: la leggenda del gallo dorato di Olbia

0 commenti 31 agosto 2011

olbia, il panoramaTra le leggende che interessano la città di Olbia, c’è quella del “gallo dorato”.

Si racconta che, durante le occupazioni militari, gli abitanti avessero nascosto i propri tesori e denari. Ma non tutti sopravvivevano alle guerre, e molti tesori rimasero nascosti.

In Terranova era risaputo che in una certa casa c’era un tesoro nascosto. In un periodo, abitarono in quella casa Paschitta, casalinga, e Beppe, contadino. Conducevano una vita dura, ma sapevano di vivere sopra un tesoro. Tutte le persone che avevano abitato quella casa erano alla ricerca della formula magica da mostrare al custode del tesoro, che sarebbe apparso (non si sa quando) come un gallo dorato. Paschitta cercava invano ogni giorno, di anno in anno, di far apparire il gallo.

Una mattina, i due si svegliarono con una luce intensa proveniente dalla finestra, uscirono all’esterno i videro il gallo dorato. Dopo le lunghe attese, finalmente era apparso, e aspettava, ma i due rimasero ammutoliti dalla meraviglia di quell’apparizione e poco dopo il gallo svanì.

Per chi volesse visitare i luoghi della leggenda, ricordiamo che è possibile approdare sull’isola imbarcandosi al porto di Civitavecchia sui traghetti Sardegna Snav.

No related posts.

Articoli correlati elaborati dal plugin Yet Another Related Posts.

Tags: , , , , , , , ,

Categoria: lo sapevi che...

Comments are closed.