Le case eoliane

0 commenti 18 aprile 2017

Una affascinante particolarità dell’arcipelago delle isole Eolie è senz’altro l’architettura, che caratterizza tutte le costruzioni isolane rendendole uniche nel suo genere.

Nonostante negli ultimi decenni sia avvenuto un notevole sviluppo urbanistico e turistico in queste splendide isole siciliane, le costruzioni eoliane mantengono, ancora oggi, le caratteristiche principali dell’architettura tradizionale eoliana.

La forma delle case eoliane è quella di un cubo modulare al quale se ne aggiungono altri, creando un parallelepipedo ricco di porte e finestre. Quelle con due piani solitamente vedono il piano inferiore contenere il salone e la cucina, mentre il piano superiore ospita la zona notte.

Il carattere di queste costruzioni anticamente era del tutto “difensivo”, infatti le prime case eoliane vennero costruite lontano dalle coste e dalle pianure, per il timore che gli abitanti avevano delle possibili incursioni esterne. Con il successivo miglioramento della situazione politico-economica e la contestuale riduzione delle invasioni, si è man mano sviluppata la costruzione eoliana anche lungo le coste e sulle pianure.

Le pietre, la calce ed altri materiali di origine locale sono i materiali edilizi generalmente utilizzati per la costruzione delle case eoliane, mentre non viene quasi mai utilizzato il cemento. I muri esterni delle case, generalmente costruiti a secco con delle pietre locali, sono molto spessi da permettere alla casa di trattenere il calore nel periodo invernale e, allo stesso modo, mantenere fresco l’ambiente nelle stagioni estive.

Le affascinanti terrazze degli appartamenti dell’isola, chiamate in dialetto “bagghiu”, sono solitamente in tufo e configurano le abitazioni in una maniera decisamente aperta al vicinato e a tutto l’esterno, favorite anche dalle condizioni climatiche che caratterizzano questo meraviglioso arcipelago, rendendo la vita all’aperto possibile in tutte le stagioni.
Queste terrazze sono, solitamente, coperte da pergolati sorretti da delle strutture a travi di legno poggiate su dei pilastri cilindrici (in dialetto “pulera”) e queste coperture sono destinate a dare ombra di giorno e a proteggere dall’umidità quando viene sera.

Anticamente, i “bagghiu” davano l’accesso al bagno di casa, costruito al di fuori dell’abitazione per motivi igienici, e fungevano da collegamento con gli altri vani della casa.

Esistendo pochissime sorgenti nelle isole, gli abitanti eoliani hanno sempre considerato l’acqua come un bene prezioso, tanto da condurli a costruire, accanto ad ogni casa, delle cisterne per la raccolta delle acque piovane.

Le facciate esterne delle case eoliane sono molto caratteristiche ed hanno vari elementi decorativi: le aperture sono quasi sempre incorniciate con pietra locale ed i colori utilizzati assumono sempre delle tinte vivaci, differenziandosi tra quelle di fondo e quelle che incorniciavano i contorni della struttura.

I colori delle case eoliane si fondono armonicamente nei disegni colorati del meraviglioso paesaggio circostante.

L’arcipelago delle isole Eolie ti aspetta per una vacanza da sogno ed indimenticabile! Raggiungi le Eolie con i comodi e veloci aliscafi SNAV in partenza da Napoli. Collegati al sito web www.snav.it o recati nelle nostre biglietterie per acquistare il tuo biglietto!

Related posts:

  1. Ischia: le case di pietra Nel bosco della Falanga, che si estende sotto la parete...
  2. I souvenir dalle Eolie Se si è in vacanza nelle belle isole Eolie sicuramente...
  3. Melanzane ripiene delle Eolie La cucina tradizionale delle isole Eolie è sempre stata costituita...
  4. Campeggi vicino a Spalato Per gli amanti della vita all’aria aperta e del campeggio,...

Articoli correlati elaborati dal plugin Yet Another Related Posts.

Tags:

Categoria: Luoghi da scoprire, luoghi da non perdere