La Malèna di Tornatore

Malèna di Giuseppe Tornatore è un film del 2000 ambientato in Sicilia durante gli anni della Seconda Guerra Mondiale. Il lungometraggio ha definitivamente consacrato Monica Bellucci, portando l’attrice a divenire un’icona della bellezza italiana di fama internazionale. Il lungometraggio inoltre mette in risalto i paesaggi della Sicilia, sebbene il paese principale in cui è ambientata l’opera, Castelcutò, sia immaginario. Tornatore ha deciso di non prendere come riferimento una città reale, ma ciò non toglie che nell’arco dell’intero film sembra quasi di poter “respirare” l’aria della Sicilia.
Il marito di Malèna (Monica Bellucci) è partito per il fronte e la donna rimane sola. Così, un ragazzino di 13 anni si innamora perdutamente di lei. Senza voler raccontare la trama nei dettagli, il film si concluderà con il ritorno dell’uomo dalla guerra, durante la quale ha perso un braccio. Malèna in parte si svolge anche a Messina, città dove la protagonista si trasferisce sul finire del conflitto.
L’opera di Tornatore è ambientata nella Sicilia di più di 60 anni fa. Oggi l’isola è sicuramente cambiata nei suoi centri più importanti, ma meno nelle cittadine minori. Una regione, ieri come oggi, assolutamente da visitare.
La Sicilia è collegata alla terraferma da Snav sia con la tratta Napoli-Palermo che con quella Civitavecchia-Palermo. Dal capoluogo campano i traghetti partono tutto l’anno, mentre dalle coste del Lazio le partenze sono fissate per la stagione estiva, dal 27 maggio all’11 settembre 2010