Il Postino: un capolavoro girato tra Procida e Salina

Il Postino (1994) è l’ultimo film in cui ha recitato Massimo Troisi prima della morte prematura. Un lungometraggio molto diverso dai precedenti del grandissimo attore campano, ma non per questo meno bello rispetto agli altri. Anzi, Il Postino, che si aggiudicò anche un Oscar, è senza dubbio uno dei più toccanti film di Troisi, sebbene si tratti di un’opera in cui la inconfondibile comicità dell’artista funge soltanto da sfondo.
La trama racconta del soggiorno in Italia del poeta sudamericano Pablo Neruda. Nel paesino del Sud Italia che ospita lo scrittore c’è bisogno di un postino che gestisca la corrispondenza indirizzata a quest’ultimo. Il protagonista accetterà l’incarico, che lo porterà ad entrare in stretto contatto con Neruda, fino a diventarne, di fatto, amico. Troisi con questo film è entrato definitivamente nell’Olimpo dei grandi attori italiani attivi dalla Seconda Guerra Mondiale in poi.
Il Sud Italia ha a sua volta un “ruolo” molto importante ne Il Postino. Le scene del film furono girate tra Procida e Salina, due meravigliose isole del Mediterraneo, che non sono cambiate poi così tanto dai tempi di Neruda.
Snav collega sia l’una che l’altra con la terraferma. Per entrambe il porto di partenza è quello di Napoli.
Visitare i luoghi in cui è stato ambientato Il Postino è una ragione in più per raggiungere le due piccole isole dal mare limpido. Procida e Salina non sono le località più famose, rispettivamente, dell’Arcipelago Campano e delle Isole Eolie, ma ciò probabilmente è un pregio aggiuntivo, che le mantiene ancora lontane dal turismo “di massa”.