Il porto di Ischia era in origine un lago vulcanico

Il noto porto di Ischia è stato costruito sul bacino di un antico lago vulcanico.

Il principale approdo dell’isola, dalla rara e singolare bellezza, fu voluto dal Re Ferdinando II, della Dinastia dei Borbone, che fece collegare nel 1854 il bacino di forma circolare al mare.

Grazie alla sua insenatura di lago vulcanico, il porto di Ischia è uno dei più protetti e funge principalmente come porto commerciale e turistico, articolando il traffico marittimo delle migliaia di turisti e pendolari che si muovono da e verso Napoli.

Il porto di Ischia è famoso anche per i numerosi bar, ristoranti e taverne situati lungo la riva destra, denominata “Rive Droit”, che hanno preso il posto delle vecchie case dei pescatori. Di fronte ai locali, punti d’incontro della vita mondana di Ischia, si scorge nel verde la Villa Reale dei Borboni.

L’approdo è ancora alimentato dalle sorgive sotterranee ed è sede di uno stabilimento termale militare.

Ricordiamo ai turisti che l’isola verde è raggiungibile imbarcandosi al porto di Napoli sugli aliscafi per Ischia Snav.