I ravioli capresi: specialità tutta da gustare

0 commenti 16 ottobre 2015

Ravioli capresi ricetta

Sicuramente chi è stato a Capri avrà avuto modo di gustare una delle specialità tipiche del luogo: stiamo parlando degli squisiti ravioli capresi! Accompagnati da un semplice sugo al pomodoro oppure da burro e salvia, questi ottimi ravioli sono assolutamente eccezionali.

A contraddistinguere in modo particolare questa ricetta è il morbido e filante ripieno fatto di scamorza caprese, parmigiano, uovo e maggiorana. Per chi desidera cimentarsi nella preparazione di un raviolo caprese di seguito troverà la ricetta completa.

Pasta per i Ravioli – dosi per 4 persone

500 g farina 00
500 ml acqua
2 cucchiaio d’olio
2 pizzichi di sale

Disporre la farina a fontana, poi al centro versare l’olio e il sale, poi l’acqua precedentemente riscaldata. Aggiungere l’acqua poca alla volta, perché potrebbe occorrere anche meno, rispetto alle quantità segnalate. Impastare fino ad avere un composto liscio e senza grumi. Lasciar riposare almeno un’ora.

A questo punto mentre la pasta riposa possiamo dedicarci al ripieno. La ricetta originale prevede l’uso della caciotta caprese, che è un formaggio difficilmente reperibile fuori dai confini isolani. Tuttavia per la sua consistenza potrebbe essere sostituita da un formaggio primo sale, reperibile più facilmente.

Dosi per il ripieno:

300g caciotta caprese / primo sale
100g parmigiano
2 uova
foglie maggiorana fresca
sale
pepe

Disponete in una ciotola le uova sbattute. Salate, poi aggiungete parmigiano e caciotta grattuggiata. Unire anche le foglie di maggiorana fresca. Attenzione la maggiorana è una pianta aromatica dal sapore particolare, non lasciatevi ingannare dalla piccolezza della foglia, quindi deve essere dosata con grande attenzione, per avere un gusto equilibrato.

Composizione dei ravioli:
Ora che il ripieno è pronto e la pasta ha riposato il tempo necessario è tempo di mettere mano al mattarello. Suddividete la pasta in più pezzi. Lavorate per qualche minuto la pasta, poi infarinate spianatoia e mattarello e procedete con lo stendere la pasta a forma di rettangolo. Attenzione: procedere con il mattarello in diagonale, così da avere in ogni punto lo stesso spessore.

Con un coppapasta di circa 4cm o 5cm di diametro imprimete la forma del raviolo, poi distribuire la farcia, ripiegare la sfoglia su se stessa e imprimere maggior forza con il coppapasta, per sigillare bene il ripieno all’interno del raviolo. Una volta composti i ravioli adagiateli su un piano o in un contenitore infarinato. Non sovrapporre i ravioli.

Una volta pronti i ravioli cuoceteli in abbondante acqua salata. La cottura è molto veloce, tuttavia, conviene sempre prima assaggiare per assicurarsi che la pasta sia ben cotta.

Per il condimento, come abbiamo detto all’inizio, si può creare un sugo con pomodoro fresco, olio e peperoncino, o il classico sugo burro e salvia o anche un bel ragù. Ovviamente le prime due soluzioni sono le più veloci, quindi bisogna regolarsi in base al tempo e alla fantasia.

Curiosità: i ravioli capresi possono trasformarsi anche in un ottimo antipasto o aperitivo.

Come? La risposta è molto semplice: piuttosto che cuocere i ravioli in acqua bollente potete friggerli, in abbondante olio, fino a doratura desiderata.

Se ti è piaciuta questa ricetta, non ti resta che provarla! Scopri anche tu la bontà dei ravioli capresi e divertiti a reinterpretare questo piatto come più ti piace.

No related posts.

Articoli correlati elaborati dal plugin Yet Another Related Posts.

Tags: ,

Categoria: Sapori mediterranei