Sicilia: la Cattedrale di Cefalù

Del ricco e vasto scenario dell’architettura siciliana del 13° secolo, il Duomo di Cefalù rappresenta una delle più notevoli.

La Cattedrale di Cefalù, secondo la leggenda, sarebbe sorta in seguito al voto fatto al Santissimo Salvatore da Ruggero II, scampato ad una tempesta e approdato sulle spiagge della cittadina, ma la sua edificazione, iniziata nel 1131, pare invece legata a motivazioni di carattere politico e difensivo.

La maestosa scalinata sale sul fianco della rocca e porta verso la facciata della chiesa, racchiusa tra due torri possenti decorate da fiammelle e merli ghibellini.

La vera meraviglia è però l’interno: tre navate con copertura lignea divise da sedici colonne con capitello, finemente impreziosito dai cicli di mosaici in stile bizantino. Nel mezzo è rappresentato il Cristo Pantocrator benedicente, volto radioso del Cristo-Luce del racconto della Trasfigurazione dinanzi a Pietro, Giacomo e Giovanni. Sintesi teologica straordinaria non solo da leggere, ma da contemplare in tutto il suo splendore nel Duomo di Cefalù.

Ricordiamo, infine, che è possibile arrivare in Sicilia, imbarcandosi al porto di Napoli sulle navi per Palermo Snav.