Sicilia: biancomangiare alle mandorle

biancomangiare alle mandorleIl biancomangiare alle mandorle è un dolce al cucchiaio tipico della Sicilia, diffuso soprattutto nell’antica contea di Modica (Ragusa). Il suo nome deriva dagli ingredienti, che si accomunano perchè tutti di colore bianco.

L’origine del biancomagiare è da attribuire ai francesi; si diffuse in Italia intorno al 12° secolo, ne sono testimonianza molti ricettari dell’epoca.
Ecco a voi la ricetta:

Tritare finemente 400 gr di mandorle pelate e metterle in una ciotola con un lt di acqua fredda, unire la scorza grattuggiati di 1 limone e di 1 pezzetto di zenzero fresco e lasciare riposare coperto per 6 ore. Il liquido ottenuto dovrà essere filtrato da un colino a maglia fine, al qzale andranno aggiunti 200 gr di zucchero e 120 gr di amido di grano (evitare che si formino grumi); unire infine 250 gr di panna liquida e cuocere a fuoco dolce mescolando fino all’ebollizione. A questo punto versare la crema in uno stampo, lasciare intiepidire e riporre in frigo per una notte prima di servire.

I buoni dolci siciliani possono essere degustati sull’isola partendo dal porto di Napoli con i traghetti per Palermo Snav.