L’artigianato partenopeo del Laboratorio Artèmia

monacielloDallʼestro creativo e dalla volontà di reinterpretare simboli e oggetti della tradizione partenopea in chiave più attuale, nasce dodici anni fa il laboratorio di artigianato artistico Artèmia, che trova la sua più naturale ubicazione nel tessuto urbano del centro antico, nei pressi della suggestiva Cappella di San Severo.

Accanto alle figure care allʼArte Presepiale napoletana – realizzate, dipinte e vestite secondo le regole della tradizione settecentesca – si colloca infatti una produzione artigianale che ha come soggetto i simboli più tipici dellʼatipica personalità della città e dei suoi abitanti: i cornicielli, pulcinella, il munaciello, lʼasso di mazze (bastoni) e così via; oggetti rivisitati nella loro forma dagli artigiani del laboratorio Artèmia perché non restino confinati nellʼambito del folklore e del pittoresco, ma che conservano intatto il loro significato – ormai radicato nellʼimmaginario collettivo – e restano espressione della capacità di un popolo di fondere insieme il sacro e il profano, la superstizione e la fede, la risata e la malinconia.

Anche il restauro ha ampio spazio tra le attività del laboratorio: antichi pastori con le loro vestiture, statue sacre, dipinti su tavola e tela, vengono sottoposti con estrema cura e delicatezza a interventi di recupero volti a restituire loro la bellezza e la potenza espressiva originarie.

Per maggiori informazioni sui lavori dello studio Artèmia è possibile consultare i seguenti link: http://studioartemia.jimdo.com/, http://www.sculture-arte-presepiale.it/.