Accademia di Belle Arti di Napoli

L’Accademia di Belle arti di Napoli fu fondata nel 1752 per volere di Carlo Barbone e rappresenta oggi uno dei più prestigiosi atenei d’Italia.
La prima sede dell’Accademia fu San Carlo alle Mortelle, in seguito fu trasferita in via Costantinopoli (l’attuale sede).

L’Accademia costituisce il luogo principale per lo studio delle arti visive di 1° e di 2° livello.
L’istituto è stato protagonista della storia artistica del meridione già dalla metà nel 18° secolo e in essa si sono formate intere generazioni di artisti, le cui lezioni furono spartite sia da docenti italiani che stranieri.
L’ateneo raccoglie oggi circa 1500 allievi, tra i quali una buona percentuale di stranieri. Oltre alle classiche attività didattiche (tra cui pittura, scultura, scenografia e grafica) sono stati introdotti 3 moderni indirizzi: nuove tecnologie; fotografia; fashion design.
Merita visione la Galleria Regionale d’Arte Moderna dell’Accademia che conserva circa 800 opere, tra cui 227 opere di Filippo Palizzi, rappresentanti le arti nel meridione in età contemporanea.

Ricordiamo che Napoli è raggiungibile partendo da tutte le destinazioni servite dai traghetti e dagli aliscafi Snav.