Da Tunisi a Star Wars

Da Tunisi a Star Wars

Se c’è una saga che da sempre ha appassionato fan di tutte le epoche è sicuramente Star Wars, tanto che alla trilogia originale hanno fatto seguito altre due trilogie che hanno il compito di raccontare gli eventi precedenti e quelli successivi a quelli che si svolgono nei primi tre film.

Come si legge nel famoso incipit, le vicende della storia si svolgono in una galassia lontana, snodandosi tra viaggia interplanetari. Per realizzare i diversi pianeti sono stati allestiti veri e propri set sparsi per il mondo. Dalla Cina alla Tailandia, dal Regno Unito alla Svizzera al Guatemala, non c’è un continente che non sia stato interessato dalle riprese degli episodi della saga.

Anche in Tunisia sono presenti diverse location, alcune delle quali visitabili, dove le guerre stellari hanno lasciato il segno. Nel dettaglio, alcune località in pieno deserto nei pressi di Tozeur,  sono state utilizzate per dare vita a Tatooine, il pianeta che ha dato i natali ad Anakin Skywalker e dove è vissuto poi il figlio Luke prima di diventare un Jedi.

Matmata, invece, è la città che ha ispirato le architetture delle case presenti sul pianeta Tatooine. In questa zona si trova la casa che ospitò Luke Skywalker, la casa di Lar. Al giorno d’oggi questo luogo è stato trasformato in un hotel, il Sidi Driss.

Altro luogo topico del film è il Quartiere degli Schiavi, luogo dove Anakin Skywalker ha vissuto la sua infanzia con la mamma Shmi, prima dell’iniziazione al percorso che lo avrebbe portato a diventare un Jedi. Per questa ambientazione il riferimento è costituito dai tipici granai tunisini di Ksar Ouled Soltane e Ksar Hadada, Ghoumrassen. Questo villaggio presenta un’architettura di case sovrapposte, la quale è stata pensata per proteggere gli abitanti dalle numerose tempeste di sabbia che colpivano la zona.

Il duello tra Qui-Gon Jinn e Darth Maul, invece è stato girato nei pressi della città di Tozeur a Onk Jemal. L’area che comprende la città di Tozeur è molto interessante dal profilo turistico perché caratterizzata da una parte antica importante. Inoltre, questo è un luogo d’eccellenza dove assaporare le ricette tipiche tunisine.

Altro luoghi utilizzato per le riprese è la località delle Grandi Dune e di Chot El Djerid, vicino Nefta. La location di Chot El Djerid si caratterizza per un paesaggio estremamente suggestivo, perché costituito da un grande lago salato.

Il set qui allestito è costituito dall’iconico igloo dal quale si accedeva alla dimora di Lar. Tale location è stata utilizzata proprio per le sue peculiarità geomorfologiche, che rende il luogo molto suggestivo.

Chiudiamo questa panoramica con la location legata a uno dei personaggi cardine della storia Obi-Wan Kenobi, che si trovano sull’isola di Djerba. La prima è rappresentata dalla casa di Obi-Wan, una costruzione bianca oggi utilizzata principalmente dai pescatori come deposito.

Se fan di Star Wars? Parti con le navi per la Tunisia e visita i canyon, gli angoli del deserto e le città che hanno contribuito a rendere questa saga epica.

Booking Croazia: prenota subito

Hai scelto la Croazia per le tue vacanze? Prenota subito e beneficia dello sconto offerto da SNAV.

Dal 15 ottobre 2018 sono state aperte al pubblico le prenotazioni per i biglietti per la tratta Ancona-Spalato e viceversa, effettuata dalla nave traghetto SNAV. Inoltre, per chi prenota prima la nostra compagnia di navigazione offre lo sconto del 20%, (supplementi e diritti esclusi), valido fino al 31/12/2018.

Ti aspettiamo a bordo dei nostri Cruise Ferry, che prenderanno il largo a partire dal 15 aprile 2019 e fino al 5 ottobre 2019. Come sempre a sulle nostre navi troverai tantissimi comfort, come le cabine per famiglie e le sistemazioni pet friendly che ti consentiranno di viaggiare in compagnia del tuo migliore amico a 4 zampe.

Ricordiamo anche che sulle nostre navi sarà possibile imbarcare la propria automobile, moto o camper e regalarsi una vacanza on the road e visitare gli angoli più suggestivi della Croazia. Inoltre, a bordo sono presenti tantissimi servizi, tra cui ristoranti, boutique e area intrattenimento per grandi e piccini, così che il viaggio risulti gustoso, rilassante e divertente.

Non resta, quindi, che acquistare il proprio viaggio attraverso uno dei molteplici canali di vendita offerti da SNAV.

Potrai prenotare il tuo viaggio collegandoti al sito www.snav.it e cercare la promo “Speciale Advance Booking” e scrivere il codice sconto SNAV2019, nell’apposito spazio, grazie al quale potrai beneficiare dello sconto del 20% (supplementi e diritti esclusi).

Se preferisci, potrai prenotare i tuoi biglietti per la Croazia attraverso il call center SNAV. I nostri operatori sono a tua disposizione dalle 9.00 alle 21.00 al numero 081. 4285 555. Per ottenere lo sconto comunica il codice associato alla promozione.

Infine, potrai rivolgerti anche alla tua agenzia di viaggio di fiducia, convenzionata con SNAV.

Cosa aspetti? Inizia a programmare le tue vacanze con SNAV e risparmia con le nostre promozioni dedicate al tuo viaggio in Croazia.

I vini della Sicilia

La terra di Sicilia è rinomata per i suoi sapori e profumi. Non meno importanti i vini che caratterizzano il territorio che si contraddistinguono per qualità, proprietà organolettiche e pregio. La viticultura nell’isola fu rigogliosa fin da tempi antichissimi. Grazie al clima favorevole e alla fertilità del territorio, la coltivazione della vite trovava condizioni particolarmente favorevoli.

Come abbiamo accennato, la viticultura fu impiantata sul territorio in tempi antichi, quando si vennero a formare le prime colonie greche sul territorio insulare. Non a caso una leggenda racconta che la vite in Sicilia, nacque dalle lacrime versate da Dioniso, dio del vino e dell’ebrezza. Dalle sue lacrime, quindi germogliò la prime vite dalla quale nacque il vino, bevanda che venne concessa anche agli uomini per rinfrancarsi dalle fatiche del lavoro e allietare i momenti di festa.

Non sorprende, in base proprio all’antica tradizione che accompagna questa terra, che la Sicilia è tra le regioni italiane che impiega la maggior parte della superficie destinata all’agricoltura proprio alla coltivazione della vite.  Circa il 65%  delle aeree collinari, così come il 30% delle aree pianeggianti sono destinate alla produzione delle varie qualità d’uva che danno vita a pregiati vini siciliani.

Sono tantissime le etichette che attirano l’attenzione dei consumatori, tra queste molte presentano la Denominazione di Origine Controllata e Garantita, mentre altri vini possono vantare ma riconoscimenti come la DOC e l’IGT. Di seguito ecco alcuni dei vini più apprezzati e famosi in Sicilia.

Il Nero d’Avola è tra i vitigni più diffusi sul territorio. Il vino che se ricava si contraddistingue per l’elevata gradazione alcolica e il colore di un rosso rubino che varia in base alla tipologia del vigneto e all’invecchiamento. Il gusto dalle note fruttate di ciliegia e prugna  non è l’unico tratto distintivo, dato che in alcune zone presenta una nota speziata e balsamica.

Cerasuolo , invece è un vino ottenuto dall’utilizzo di almeno il 50̥% di Nero d’Avola e il 30% di ̥Frappato. L’area di produzione è quella della provincia di Ragusa e in parte delle provincie di Catania e Caltanissetta. Il nome di questo vino sembra derivare dal latino tardo “cerasium”, cioè “ciliegia”. Di un bel colore rosso, questo vino ha un sapore secco con sentore di mandorla a frutti rossi. Il Cerasuolo è spesso classificato come vino rosè  ed è rientra nella categoria DOC, e nelle migliori qualità anche nella categoria DOCG.

Il Bianco d’Alcamo è un altra specialità prodotta nella fertile area della Città Metropolitana di Palermo. Questo è un vino che vanta la denominazione IGT e la sua realizzazione deve rispettare precisi requisiti di produzione. Il Bianco Classico si contraddistingue per il colore giallo paglierino con riflessi verdognoli. Il sapore fresco ed equilibrato rende questo vino particolarmente adatto ad accompagnare piatti di pesce non particolarmente elaborati.

Ancora abbiamo il Cabernet Souvignon DOC che ben lega con piatti e specialità gastronomiche dal sapore deciso. Un gusto lungo e avvolgente ben si abbina ad accompagnare formaggi piccanti, pasta al forno, selvaggina e salumi, tra le etichette ricordiamo Contessa Entellina, Contea Sclafani ed Eloro.

Il Nerello Mascalese, o Niuriddu, è un vitigno che cresce sull’Etna ed è utilizzato in una proporzione dell’80%-100% per la produzione del vino Etna DOC e concorre per il 45-60% prt la produzione del Faro DOC. Altre due eccellenze del territorio.

Tra le altre eccellenze del territorio ricordiamo anche il Monreale, Santa Margherita e Delia Novelli. Infine sono celebri anche le produzione di moscati, di passiti e di malvasie. Tra queste ultime possiamo citare la Malvasia di Lipari, ideale da consumare a fine pasto, magari accompagnata da i biscotti eoliani.

Viaggia alla scoperta dei sapori Mediterranei e prenota i Traghetti per la Sicilia.

Black Friday SNAV 2018

Pronti per le vacanze? Oggi è il giorno giusto per progettare un viaggio con SNAV!

In occasione del Black Friday, potrai approfittare di una promozione imperdibile.

Acquistando i tuoi biglietti dal 23 novembre al 26 novembre 2018, potrai avere uno sconto del 50% (escluso su supplementi e diritti) sulle tratte per la Croazia, isole Eolie, Ponza e Ventotene, diritti e supplementi esclusi.

Lo sconto sarà applicato su tutte le partenze del 2019, quindi potrai programmare il tuo viaggio nel periodo che preferisci.

Nel dettaglio, acquistare i biglietti scontati per la Croazia, isole Eolie e isole Pontine è semplice e veloce grazie ai diversi canali di vendita a disposizione dei clienti.

Sarà possibile, infatti, collegarsi al sito www.snav.it e acquistare i titoli di viaggio con pochi clic e inserendo il codice sconto FRIDAYSNAV2018, nell’apposito campo riservato ai codici promozionali, per ottenere il 50% di sconto (escluso su supplementi e diritti).

Se desideri assistenza per i tuoi acquisti non c’è problema! Chiama il call center SNAV attivo tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00 al numero 081 4285 555 e richiedi l’aiuto dei nostri operatori per prenotare i tuoi biglietti. Per l’applicazione dello sconto dovrà essere sempre comunicato il codice sconto FRIDAYSNAV2018.

Ti aspettiamo anche presso le nostre biglietterie, oppure potrai rivolgerti alle agenzie di viaggio convenzionate SNAV.

Organizza le tue vacanze in Croazia, isole Eolie oppure a Ponza o Ventotene e scopri il piacere di viaggiare con la nostra compagnia di navigazione che ti trasporterà verso le mete più belle e affascinanti del Mediterraneo.

Cogli al volo l’occasione: viaggiare non è mai stato così conveniente! Approfitta subito delle offerte del Black Friday SNAV.

Harissa il gusto del Marocco

Questa è una ricetta per chi non teme le sfide e ama i sapori forti: parliamo dell’harissa. Questa deliziosa salsa marocchina può essere utilizzata per conferire un tocco etnicamente piccante ai tuoi piatti e allo stesso tempo per ritrovare tutto il piacere dei sapori del Marocco.

Colore rosso vivo e odore pungente, questa salsa a base di peperoncino e limone è un mix di sapori contrastanti pronti a esplodere in bocca. Perfetta in abbinamento con i piatti a base di carne oppure con il cous cous, può tuttavia, essere abbinata anche alle minestre.

Preparare questa ricetta non sarà complicato, ma è bene sapere che alcuni ingredienti dovranno essere preparati con diverso anticipo, come per esempio i limoni confit o limoni sotto sale. Vediamo insieme quali sono tutti gli ingredienti per preparare una salsa harissa di media piccantezza:

  • 1Kg di peperoncini rossi
  • 1 peperone rosso
  • 250 ml di succo di limone
  • 1 limone confit
  • 1 cucchiaio di sale da tavola
  • 100 ml di Olio EVO

Dato che si sta maneggiando una buona quantità di peperoncino è consigliabile proteggere le mani con dei guanti.  Se si ha la pelle molto sensibile possono essere necessari ben 2 paia di guanti e uno strato di olio per ungere le mani e il primo strato di guanti.

Si comincia con il pulire i peperoncini piccanti, stando bene attenti a rimuovere picciolo e semi. Il peperoncino va quindi trasferito in un tritatutto per avere un composto lavorato finemente. Quindi unire il peperone tagliato a pezzi e continuare a tritare fino a ottenere una poltiglia. Tagliare a pezzi un limone confit e unirlo nel tritatutto. Trasferire il composto in una pentola e farlo scaldare. A questo punto aggiungere olio di oliva, sale e succo di limone. Far cuocere fino a che la salsa non il liquido non si sarà ritirato.

Per rendere più omogeneo il composto è possibile frullare il tutto nuovamente. L’harissa può essere consumata subito o in barattoli coperta con dell’olio. In frigorifero, può essere conservata per circa un mese.

Scopri questa e tante altre ricette prenotando la tua nave per il Marocco e viaggia all’insegna del gusto.

Fumarole Ischia

Ischia: Museo di S.Restituta

Il Museo di Santa Restituta a Ischia si trova nel centro del Comune di Lacco Ameno e prese vita agli inizi degli anni Cinquanta dalla volontà di Pietro Monti, in quel tempo rettore della chiesa. Più precisamente il museo si trova nell’omonima piazza.

A seguito dei lavori che riguardarono la cappella, fu rinvenuta una cripta paleocristiana proprio al di sotto del pavimento. Ma la scoperta dei reperti antichi era solo all’inizio. l ritrovamento di una lucerna fittile, databile tra il VI secolo e VII secolo d.C., diede un impulso significativo ai lavori di scavi. Le attese non furono deluse, in quanto, furono riportati alla luce un cimitero cristiano e delle tombe fenicie, puniche e greco-romane.

Nel 1974 il museo e gli scavi ebbero una sistemazione definitiva.  Oggi il museo è sovraordinato alla curia di Napoli e alla Soprintendenza per i beni archeologici delle province di Napoli e Caserta.

La caratteristica principale che contraddistingue il Museo di Santa Restituta  è che l’entità museale e l’area degli scavi sono in stretta connessione, dato che è stato realizzato sui luoghi degli insediamenti. Con il passare del tempo, presso il Museo di Santa Restituta sono confluiti anche altri reperti trovati in altre zone dell’isola.

Oltre all’area cimiteriale, di cui abbiamo detto sopra, è stata rinvenuta un’area “industriale” in cui sono stati identificati i forni per la cottura della creta. Questa era, infatti, l’area di produzione dei vasi pitecusani, che venivano esportati in tutto il Mediterraneo.

Allo stesso tempo è possibile vivere, all’interno degli scavi, tutta la storia dell’isola d’Ischia a partire dalla preistoria fino alle testimonianze di era paleocristiana.

Per scoprire le bellezze archeologiche dell’isola verde viaggia con SNAV. I nostri aliscafi Napoli-Ischia sono attivi tutto l’anno con più corse giornaliere, che ti assicurano una navigazione confortevole e tranquilla: provare per credere!

Miradois: l’eremita di Capri

Capri è sempre stata un’isola che ha accolto, nel corso del tempo, personaggi particolari, talvolta misteriosi e solitari. Tra questi possiamo annoverare Gustavo Giulio Ottone Dobrich, un monaco eremita che sbarcò sull’isola proprio nel  periodo a cavallo della fine della I Guerra Mondiale.

Gustavo Giulio Ottone Dobrich era conosciuto con il nome di Miradois. La sua vocazione solitaria lo portò ad occupare uno dei luoghi più suggestivi dell’isola, anche esso al centro di una storia abbastanza affascinante, quale la Grotta di Matermania.

Stabilita la sua dimora in questo parte di Capri, si narra che l’eremita vivesse nutrendosi di ciò che il territorio poteva offrigli, come erbe, radici e latte di capra. La sua attitudine vagabonda lo portò poi ad abbandonare l’isola. Miradois, prima di lasciare Capri,  si sentì in dovere di lasciare in eredità al Comune tutto ciò che possedeva.

Nel dettaglio il suo bizzarro lascito consisteva nella grotta da lui abitata con tutto ciò che essa conteneva. Secondo le testimonianze l’inventario era composto da “quattro letti in pietra, otto cuscini in sabbia e calcare, quattro mura ed il sole”.

Miradois non è una figura particolarmente conosciuta e la sua storia appare alquanto nebulosa. Tuttavia, il suo personaggio compare in un racconto di Edwin Cerio insieme a Filippo Tommaso Marinetti, quest’ultimo noto fondatore del movimento futurista.

Per scoprire la storia di Miradois regalati una vacanza sull’isola e viaggia a bordo dei nostri confortevoli aliscafi per Capri.