Max Gazzè a Barcellona

max gazzè in concerto

Max Gazzè a Barcellona

 

Musica d’autore da esportare oltre i confini nazionali: si chiude letteralmente con il botto l’ultimo tour di Max Gazzè, il celebre cantautore romano autore di alcune delle più importanti hit della musica italiana degli ultimi 20 anni, tra cui ricordiamo “La favola di Adamo ed Eva”, “Mentre dormi” e “Il timido ubriaco”.

L’artista, infatti, si esibirà a Barcellona il prossimo 10 novembre, a conclusione di un percorso di concerti che lo ha visto calcare i palchi di alcune delle più importanti città europee tra cui Londra, Dublino, Parigi, Amsterdam, Madrid e Valencia. L’evento si svolgerà nella Sala Apolo, situata nel cuore della metropoli catalana. Quale occasione migliore, dunque, per tutti i fan che hanno in programma una vacanza a Barcellona in questo periodo, per ascoltare dal vivo uno dei più grandi talenti prodotti dalla scena musicale italiana nell’ultimo periodo?

Il tour Alchemaya, lo ricordiamo, è partito ufficialmente lo scorso 5 agosto alle Terme di Caracalla a Roma e presenta una interessante particolarità: i brani sono eseguiti dal cantautore insieme alla Alchemaya Symphony Orchestra, un’unione tra stili musicali diversi i cui risultati sono davvero sorprendenti.

Per tutti coloro che non vogliono perdere l’opportunità di ascoltare i brani di Max Gazzè riarrangiati in chiave orchestrale nella splendida cornice del capoluogo catalano, saranno a tua disposizione i traghetti Genova Barcellona, che con una navigazione comoda e piacevole ti trasporteranno nel cuore di un’esperienza musicale unica.

Perché rinunciare al progetto di una vacanza all’insegna di arte, divertimento, cultura e tanta buona musica? Prenota subito il tuo viaggio per Barcellona collegandoti al sito www.snav.it!

Sardegna: Monte d’Accodi

La Sardegna è una terra ricca di fascino ed è la patria di antiche civiltà che ha lasciato un segno importante su questo territorio. In tal senso, il Monte d’Accoddi è tra i più importanti siti archeologici,da attribuire alla Cultura di Abealzu-Filigosa, della Sardegna prenuragica.

Il complesso archeologico si trova nella Nurra, una regione situata all’interno del comune di Sassari. In quest’area sono visibili i resti di differenti tipologie costruttive, che rendono questo sito unico, in Europa e nell’area del Mediterraneo.

In questa zona, in un primo momento, si insediarono diversi villaggi, costituiti da capanne quadrangolari. In un secondo momento fu edificato il complesso caratterizzato da un’ampia piattaforma con forma a tronco di piramide. Alla piattaforma sopraelevata si accedeva mediante una rampa. Sulla piattaforma fu eretto un vano rettangolare che  guarda a Sud. Quest’ultimo è un edificio templare, denominato Tempio Rosso, per via del caratteristico colore ocra che contraddistingue gli intonaci.

Probabilmente la struttura fu abbandonata all’inizio del III millennio. In seguito  fu ricoperta e creata una seconda piattaforma, sempre a forma troncopiramidale, e una seconda rampa d’accesso. Questo santuario, detto Tempio a gradoni, dovrebbe essere attribuito alla cultura di Abealzu-Filigosa. Il tempio fu abbandonato nel corso dell’Età del Bronzo, quindi perse la sua funzione di centro religioso per essere utilizzato  per le sepolture.

L’area fu utilizzata durante la Seconda Guerra Mondiale, e ne fu danneggiata la parte superiore per lo scavo di trincee e per impiantare delle batterie contraeree. Nel corso degli ani Ottanta, il monumento fu interessato da un pesante intervento di restauro e riposizionamento dei resti.

Scopri la ricchezza del patrimonio archeologico sardo, acquista biglietti per i traghetti per la Sardegna.

Mercati di Palermo

Una visita a Palermo non può dirsi completa senza una full immersion nei celebri mercati cittadini, luoghi caratteristici nei quali è possibile vivere pienamente l’anima verace e autentica del capoluogo siciliano. Un mix inebriante di storia, atmosfere tipiche, tradizioni, odori e sapori è lì ad attendervi. Pronti per questa esperienza? Si parte!

 

La vucciria

Tra Piazza Caracciolo e i suoi dintorni si estende il mercato della Vucciria, il più antico di Palermo. Il termine deriva da una parola francese, “boucherie”, che stava a indicare il macello che sorgeva in questa zona durante l’epoca angioina. Ed è proprio la carne la regina indiscussa di questo mercato: qui è possibile scorgere la merce in vendita (prevalentemente carne e pesce, ma anche frutta) esposta sulle caratteristiche Balate, lastre di marmo su cui vengono adagiati i prodotti.

Durante il Medioevo la Vucciria si affollava di mercanti pisani, genovesi, veneziani e amalfitani, ma anche provenienti dall’Oriente, data la vicinanza della zona all’antico approdo della Cala. In questo groviglio di vicoli e vicoletti, è possibile avere un saggio della gastronomia tipica della Sicilia: sarde, limoni, olive, pomodori essiccati, gamberi, orate e mille altre specialità ittiche del luogo.

Il Capo

Anche questo mercato vanta origini antichissime, addirittura risalenti alla dominazione araba sull’isola. Il Capo si trova in una zona molto popolare della città, tra via Carini e Beati Paoli, via di S. Agostino e via Cappuccinelle, un tempo popolata dagli Agostiniani del vicino convento di S.Agostino. Qui, tra sensazioni uditive che riecheggiano del più stretto dialetto palermitano, venditori e clienti danno vita tutti i giorni allo spettacolo della contrattazione, che riguarda generalmente carne e pesce (tonno e pesce spada soprattutto).

Ballarò

Il cuore vero di Palermo pulsa nelle strade sulle quali si estende il mercato di Ballarò, tra piazza Casa Professa, i bastioni di corso Tukory e Porta Sant’Agata. In questo luogo potrete ascoltare le celebri “abbanniate”, ovvero i richiami dei venditori che, esprimendosi in dialetto, propongono la loro merce alle centinaia di persone che tutti i giorni si ritrovano qui per l’acquisto di generi alimentari della tradizione sicula.

Qui potrete acquistare cibi cotti da consumare per strada oppure a casa, tra cui cipolle al forno, panelle e cazzilli, interiora di vitello, polpi e molto altro ancora. La multietnicità è il biglietto da visita del mercato di Ballarò, che sin dalle sue origini fonde elementi arabi e indiani (il nome, infatti deriva da Balhara, antico principe delle Indie, a testimonianza di una forte presenza di spezie e cibi indiani che si vendevano qui). Dei mercati di Palermo, Ballarò è certamente quello meno turistico; oltre alle specialità tipiche del luogo, vi si possono acquistare articoli per la cucina e per la pulizia della casa.

Borgo Vecchio

Chiudiamo questa carrellata sui mercati di Palermo parlandovi di Borgo Vecchio, che sorge tra piazza Sturzo e piazza Ucciardone. Anche qui sarà possibile acquistare le squisitezze genuine della tradizione siciliana, con una prerogativa diversa da tutti gli altri mercati: Borgo Vecchio, infatti, rimane aperto anche fino a tarda serata, diventando dunque un luogo di ritrovo per turisti e giovani del posto.

Ponza e Ventotene: le tue vacanze 2019

Le isole Pontine ogni anno attirano tantissimi turisti. Sarà per la bellezza dei paesaggi, per l’aria tipicamente mondana di Ponza, oppure per la tranquillità che si respira a Ventotene, sicuramente sono una delle mete di vacanza da non perdere.

Anche nel corso dell’estate 2019 potrai raggiungere questi meravigliosi luoghi, viaggiando sulle unità veloci SNAV.

Chi acquisterà in anticipo i propri biglietti per trascorrere le proprie vacanze su queste meravigliose isole potrà beneficiare di una tariffa all inclusive a partire da 19 euro a tratta.  L’offerta è con posti a disponibilità limitata, quindi se si sta progettando una vacanza, una gita estiva o un weekend a Ponza o a Ventotene, questo è il momento giusto per acquistare i propri biglietti.

Dove acquistare i biglietti scontati per Ponza e Ventotene?

  • Sul nostro sito web snav.it
  • chiamando il nostro call center al numero 081. 4285 555, con operatori disponibili dalle 9.00 alle 21.00
  • presso una delle nostre biglietterie
  • presso una delle numerose agenzie di viaggio convenzionate SNAV

Nel 2019 potrai navigare verso le isole Pontine durante i finesettimana a partire dal 6 luglio e fino all’8 settembre.

Per le tue vacanze scegli il fascino delle isole di Ponza o Ventotene e viaggia in pieno comfort sulle unità veloci SNAV.

Eolie, isole delle vacanze 2019

Per chi ama i paesaggi incontaminati, il sole, il mare cristallino e affascinanti spettacoli naturali le isole Eolie rappresentano, senza dubbio, una meta da non perdere.

Ogni isola dell’arcipelago ha le sue peculiarità e per scoprirle approfitta dei vantaggiosi prezzi di  SNAV!

Nel 2019, la nostra compagnia di navigazione riprenderà questo storico collegamento dal 30 maggio all’8 settembre. Le unità veloci partiranno da Napoli Mergellina per Stromboli, Panarea, Salina, Vulcano e Lipari alle 14:30 ogni venerdì, sabato e domenica, tutti i giorni nei mesi di luglio e agosto, e dalle h 7:10 dalle Isole. Inoltre, tutti i sabato del mese di Agosto SNAV effettuerà una partenza supplementare da Napoli Mergellina alle 9:00 e alle 16:00 dalle Isole.

Dal 18 ottobre 2018 potrai acquistare i tuoi biglietti per le isole Eolie con prezzi a partire da 39€ a tratta, tutto incluso! L’offerta, con posti a disponibilità limitata, potrà essere acquistata tramite i numerosi canali di vendita messi a disposizione da SNAV.

Potrai acquista i biglietti comodamente online, navigando sul sito www.snav.it

Hai bisogno di assistenza per i tuoi acquisti? Allora contatta il nostro call center, attivo dalle 9.00 alle 21.00, al numero 081 4285 555 o recati presso una biglietteria SNAV.

Infine, potrai rivolgerti anche a un’agenzia di viaggio convenzionata e programmare la tua vacanza.

Ricorda: l’offerta è a posti limitati, quindi affrettati e approfitta di questa offerta per regalarti un soggiorno alle isole Eolie. Parti con SNAV.

Croazia: prenotazioni 2019

È arrivato il momento di pensare alle vacanze 2019!

Dal 15 ottobre 2018 è possibile prenotare i biglietti per la tratta Ancona-Spalato e viceversa, effettuata dalla nave traghetto SNAV.

I Cruise Ferry prenderanno il largo dal 15 aprile 2019 e fino al 5 ottobre 2019. Come sempre a bordo troverai tantissimi comfort, dalle cabine per famiglie, alle sistemazioni pet friendly che ti consentiranno di viaggiare in compagnia del tuo migliore amico a 4 zampe.

Sulle nostre navi potrai imbarcare la tua automobile, la tua moto o il tuo camper per regalarti una vacanza on the road e visitare gli angoli più suggestivi della Croazia. Inoltre, a bordo sono presenti tantissimi servizi, tra cui ristoranti, boutique e area intrattenimento per grandi e piccini, così che il viaggio risulti gustoso, rilassante e divertente.

Ma i vantaggi non sono finiti!

In occasione dell’apertura del booking, per chi prenota prima SNAV offre lo sconto del 20%, (supplementi e diritti esclusi), valido fino al 31/12/2018.

Per prenotare il tuo viaggio non devi fare altro che collegarti su www.snav.it cercare la promo “Speciale Advance Booking” e scrivere il codice sconto SNAV2019, grazie al quale potrai beneficiare dello sconto del 20% (supplementi e diritti esclusi).

Se preferisci, potrai prenotare i tuoi biglietti per la Croazia attraverso il call center SNAV. I nostri operatori sono a tua disposizione dalle 9.00 alle 21.00 al numero 081. 4285 555. Per ottenere lo sconto comunica il codice associato alla promozione.

Infine, potrai rivolgerti anche alla tua agenzia di viaggio di fiducia, convenzionata con SNAV.

Inizia a progettare le tue vacanze 2019: la Croazia, grazie al patrimonio paesaggistico, naturalistico, artistico e storico, è una meta ideale non solo per le ferie estive, infatti grazie al clima mite e alle diverse attrazioni presenti sul territorio è la destinazione giusta per chi progetta una settimana o qualche giorno di puro relax anche in primavera o per trascorrere la Pasqua e i numerosi ponti del 2019, in una delle più belle mete del Mediterraneo.

Cosa aspetti? Inizia a programmare le tue vacanze con SNAV e risparmia con le nostre promozioni dedicate al tuo viaggio in Croazia.

Via col vento

No, non stiamo parlando del leggendario film del 1939 diretto da Victor Fleming e interpretato magistralmente da Vivien Leigh e Clark Gable; questa volta preferiamo portarvi alla scoperta di una delle più recenti prelibatezze dolciarie nate in seno alla creatività partenopea negli ultimi anni.

 

Proprio così: vogliamo svelarvi tutti i segreti dei Via col vento, questi speciali dolci inventati a Napoli dalla pasticceria Colmayer circa 30 anni fa e che fanno letteralmente impazzire di piacere non solo i palati dei Napoletani ma anche dei tanti turisti che ogni giorno affollano la città.

Come suggerisce il nome stesso, i Via col vento sono dolci leggeri e saporiti che accontentano le esigenze non solo di coloro che amano gustare le squisitezze della tradizione dolciaria napoletana, ma anche di chi ama concedersi un momento di delizia senza però rinunciare alla linea. Il basso apporto calorico di questi dolci, infatti, consente qualche “sgarro” in più rispetto a un regime dietetico improntato all’austerità e alla sobrietà!

Nello specifico, i Via col vento sono dei piccoli bignè a forma di ciambella, sulla cui superficie viene adagiata una pioggerellina di granella o di zucchero a velo. Naturalmente, per i più golosi, non mancano varianti decisamente più “off limits” a base di cioccolato bianco oppure crema di nocciole.

Impariamo ora a preparare insieme dei gustosissimi Via col vento fatti in casa! La ricetta è rapida e semplice; vi basteranno i seguenti ingredienti:

Zucchero (90 gr.)
Vaniglia (1 stecca)
Farina (250 gr.)
Latte (200 ml)
Acqua (300 ml)
Burro (125 gr.)
Sale (1 pizzico)
4 uova
Granella di zucchero, zucchero a velo

Per prima cosa, va preparata la crema pasticciera per la pasta bignè: questa si otterrà mescolando zucchero e uova insieme alla farina; si aggiunge poi il latte, nel quale sarà stata fatta sobbollire la vaniglia. La pasta bignè si prepara iniziando dal burro, da far sciogliere in un pentolino con l’acqua messo sul fuoco. Quando l’acqua bolle, bisogna aggiungere la farina in un’unica soluzione; e mescolando con un cucchiaio, continuare fino a quando la farina non si sarà assorbita completamente. A quel punto, mettere di nuovo il pentolino sul fuoco fino a quando non si otterrà un composto uniforme, che andrà poi messo in una ciotola. Aggiungere quindi la crema realizzata in precedenza; tutto il composto sarà poi messo in una sac a poche con la quale si realizzerà la classica forma a ciambella dei  Via col vento. Dopo aver cosparso i dolci con la granella di zucchero, informarli e lasciarli cuocere a 180 gradi per circa 20 minuti.

Le Terme di Antonino

Siamo in Tunisia, terra dove il profumo delle spezie si fonde con la brezza marina, regalando ai visitatori emozioni che rapiscono tutti i sensi.

Nella città di Cartagine sorgono le terme di Antonino, un complesso che risale all’età imperiale romana è il più vasto delle province africane. Il complesso termale, i cui resti sono ancora visibili, si trova nei pressi del centro, in una posizione che potremo definire panoramica, poiché fronteggia il lungomare.

I resti delle terme di Antonino si estendono, per l’appunto, per circa 200 metri lungo la costa e furono riportati alla luce, negli scavi effettuati dopo la Seconda Guerra Mondiale. Gli studiosi Alexander Lézine e da Gilbert Charles-Picard furono gli artefici del ritrovamento dei resti del complesso tra il 1944 e il 1956.

Le terme di Antonino sono inserite tra i Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco. Il complesso, costruito tra il 145 e il 162, si estendeva per circa quattro isolati e fu impiantato a posto di un quartiere residenziale, distrutto da un incendio.

Le terme diventarono  un punto di incontro per la società dell’epoca. Un evento sismico avvenuto nel corso del IV secolo danneggiò le terme. Gli interventi di ripristino delle aree danneggiate sono datati tra il 388 e il 392. Parte degli ambienti furono destinati ad altro utilizzo. Tuttavia le terme di Antonino furono attive anche nel corso dell’epoca bizantina.

L’edificio fu poi abbandonato nel 638. I materiali riutilizzabili, come i blocchi di marmo,  furono riutilizzati per costruzioni realizzate non solo a Tunisi, ma anche in Italia ed arrivarono fino a Canterbury.

Per scoprire le meraviglie della Tunisia, prenota subito il tuo viaggio in questa terra. Potrai acquistare i biglietti per i traghetti per Tunisi e scegliere se partire da Genova, Civitavecchia e Palermo.